BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il bergamasco Morosini segna e si commuove sulla bandiera francese

Il campioncino di Alzano Lombardo classe 1995 domenica ha commosso lo stadio Rigamonti grazie alla splendida esultanza nata dopo la rete realizzata dopo il gol del 2-0 in Brescia-Trapani: "E' stato un gesto istintivo, è per Parigi e per chi non c'è più".

Un’esultanza stupenda per un gol molto bello. Leonardo Morosini, bergamasco di Alzano Lombardo classe 1995, domenica ha commosso tutti: dopo aver realizzato la splendia rete del 2-0 al 18′ di Brescia-Trapani (poi terminata 3-0 per le Rondinelle) è corso verso il magazziniere della società per farsi consegnare la bandiera francese con al quale le due squadre erano entrate in campo a inizio gara; bandiera nella quale si è avvolto quasi come se volesse abbracciare tutto il popolo francese, colpito dai sanguinosi attentati di venerdì 13 novembre.

Un gesto che in pochi si sarebbero aspettati, che ha spiazzato il Rigamonti così come i compagni di squadra di Morosini, che hanno poi applaudito tutti insieme quel campioncino di appena 20 anni che continua a far parlare di sè: la scorsa settimana è stato tra gli ospiti di "X-Factor", il talent musicale targato Sky, dove ha pure suonato il pianoforte e cantato, e in estate è stato il grande protagonista della vittoria dell’Italia alle Universiadi con gol, assist e prestazioni eccellenti.

Non è un caso, del resto, se il talento di Alzano Lombardo è finito sui taccuini degli addetti ai lavori di mezza serie A. Atalanta compresa.

Il campioncino bergamasco a fine partita ha voluto spiegare l’esultanza: "E’ molto difficile far festa dopo quello che è successo. Il mio gesto è stato figlio dell’istinto, era quello che mi sentivo di fare in quel momento. Il gol è per Parigi, per chi non c’è più".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Vito

    Complimenti per la sensibilità’ , non se ne può più delle esultanze “personalizzate” di ogni calciatore. Una volta chi segnava si girava a braccia alzate verso la curva, ci bastava…

  2. Scritto da giulio

    A parte il bel gesto di ieri, Morosini è il prototipo del ragazzo per bene oltre che un ottimo calciatore. Peccato non sia all’Atalanta!!! In ogni caso è un gran bell’esempio.