BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vendita dello stadio, Gori: “Diventerà un impianto di assoluta qualità”- Video

“Vogliamo dare alla città di Bergamo uno stadio di assoluta qualità”. Non è solo una speranza quella del sindaco Giorgio Gori: nella sua testa c'è già il disegno del nuovo impianto al termine del progetto di riqualificazione completa.

Più informazioni su

“Vogliamo dare alla città di Bergamo uno stadio di assoluta qualità”. Non è solo una speranza quella del sindaco Giorgio Gori: nella sua testa c’è già il disegno del nuovo impianto al termine del progetto di riqualificazione completa. Prima però va venduto. E per farlo Palafrizzoni deve stabilirne il valore. E’ per questo motivo che la Giunta ha deciso di indire un bando per individuare un perito chiamato a determinare la base d’asta. Poi l’Atleti azzurri d’Italia potrà essere inserito nel piano delle alienazioni e infine venduto.

“Abbiamo visto e studiato i progetti avviati in Italia e all’estero dove si va sempre di più nella direzione che stiamo prevedendo cioè con impianti di proprietà sportive – spiega il primo cittadino -. Cambia radicalmente la progettazione della passata amministrazione che aveva previsto di edificare un nuovo impianto nella zona di grumello. Siamo convinti che non ci siano le condizioni per costruire un impianto nuovo né tanto meno pensiamo che possa essere fatto in un’area agricola. La riqualificazione di quell’impianto sia la strada maestra”.

Sicuramente sul piatto non saranno messe altre aree edificabili. “Non sappiamo esattamente quanti metri quadrati possa comprendere il progetto – continua Gori -. Vogliamo stare dentro il perimetro dell’impianto senza mettere in gioco altre aree. Confido che siano superfici tali da ospitare commerciale e di ristorazione”. In totale sarà un’operazione da circa 30/35 milioni di euro, ma il valore dell’impianto è difficile da stabilire ore. “Siamo curiosi, è difficile avere un metro di paragone su una struttura così particolare – commenta l’assessore alla Riqualificazione urbana Francesco Valesini -. Stiamo parlando di un bene molto atipico. Non nascondiamo che nel giorno in cui Atalanta e Albinoleffe vadano a giocare da un’altra parte ci troveremmo con una struttura dai costi alti di manutenzione e poco valore”.

Nella riprogettazione dell’area saranno anche tenute in considerazione nuove misure di sicurezza: “Abbiamo una buona esperienza in merito alla ztl che ha sollevato molto il quartiere dalla pressione del traffico – continua Gori -. Sempre di più sportivi si sono abituati ad arrivare allo stadio a piedi, in bicicletta, con i mezzi pubblici. Questo nuovo concept, dal punto di vista della sicurezza, prevede posti a sedere e numerati per tutti quindi con una più facile identificazione”.

La palla ora passa inevitabilmente ad Antonio Percassi, presidente nerazzurro, che ha già manifestato l’intenzione di arsi avanti il prima possibile.

GUARDA IL VIDEO

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da kappa

    Peccato che in italia siano state già vendute con guadagni lauti per i privati le autostrade ,le ferrovie etc etc tutte situazioni create con soldi pubblici sui quali i ricchi ci speculano non ci son storie ….chi comprerà lo stadio non si preoccuperà di certo dell’ordine pubblico né tanto meno dei relativi problemi di parcheggio della zona …non è che vendendo tutto si risolvono i problemi, certo dovendo poi come comune rimborsare il discorso fiera chissa come aumenteranno le tasse..

  2. Scritto da michele

    Perdonatemi.. tutti abbiamo in testa gli stadi inglesi ma dobbiamo anche paragonare i ricavi di quelle società inglesi con i nostri..non solo a volumi ma anche a scostamenti..tra stare in serie A e B è come il giorno e la notte..mentre in Inghilterra hanno introiti da mille fonti di ricavo e non solo dai diritti tv quindi pensiamoci bene..il bello secondo me bisogna pur permetterselo e fate un giro in centro a vedere quanti negozi sfitti prima di fare altri centri commerciali..

  3. Scritto da michele

    Son Ben felice di vedere uno stadio bello perchè a chi non piacciono le cose belle e persino un bel quartiere..tutto ottimo e bello ma mi chiedo: se domani l’atalanta va in serie B? se domani l’atalanta viene venduta da percassi a un pinco palla qualsiasi, leggittimo da parte di percassi essendo una società privata..cosa succede?? lo si lascia in rovina e poi lo deve riprenderlo a prezzi 3 volte tanto o lo si lascia crollare??