BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Guida Veronelli 2016, il manuale dei vini presentato al Donizetti

Giunta alla sua 28esima edizione, la Guida Veronelli vuole essere anche per il 2016 un ritratto aggiornato del patrimonio vitivinicolo italiano e un vademecum delle nostre eccellenze enoiche. Dieci le etichette orobiche scelte.

La Guida Veronelli 2016 è stata presentata anche a Bergamo. Dopo il sipario alzato a Siena lo scorso 19 ottobre, il famoso "manuale dei vini" edito dal Seminario Permanente Luigi Veronelli è stato presentato al Teatro Donizetti di Bergamo venerdì 13 novembre.

Giunta alla sua 28esima edizione, la Guida Veronelli vuole essere anche per il 2016 un ritratto aggiornato del patrimonio vitivinicolo italiano e un vademecum delle nostre eccellenze enoiche. Alla conferenza stampa di presentazione l’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti ha fatto gli onori di casa ("Ospitare il Seminario Veronelli, un’eccellenza di Bergamo e dell’Italia, è un grandissimo onore per questa amministrazione comunale"), accompagnata dal direttore del seminario, Andrea Bonini, dal capo-programma alimentare Fondazione ACRA, Giuseppe de Santis, dal CEO di Pernice Editore, Andrea Pernice. Presente anche il curatore della guida 2016, Gigi Brozzoni, che ha voluto sottolineare come "il quadro del mondo dei vini al giorno d’oggi è davvero preoccupante: dei 280 milioni di ettolitri prodotti nel mondo solo 240 sono quelli venduti – ha spiegato -. Anche in Italia la situazione non è delle migliori: si bevono circa 34 litri di vino pro capite all’anno, in netto calo rispetto all’inizio del 2000. E temo che il trand continuerà ad essere discesa finché non ci assesteremo intorno ai 30 litri annui pro capite. La Bergamasca? Secondo il mio parere ha commesso un grave errore, quello di non aver puntato tutto sulla denominazione Valcalepio, l’unica che avrebbe potuto avere una reale prospettiva sul territorio nazionale".

Dieci le etichette bergamasche presenti nel Veronelli 2016: Angelo Pecis di San Paolo d’Argon, Caminella di Cenate Sotto, Carlozadra di Grumello del Monte, Casa Virginia di Villa d’Almè, Cascina Lorenzo di Costa Volpino, Il Cipresso di Scanzorosciate, La Corona di Scanzorosciate, Magri Eligio di Terre de’ Roveri, Sant’Egidio di Sotto il Monte e Valba di Cenate Sopra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da In vino veritas

    Seminario veronelli è una cosa, casa veronelli un’altra. Nessun lapsus. Perché innescare inutili polemiche ?

    1. Scritto da Qui Bene Bibit

      Si chiede scusa. Da appassionati della più blasonata guida enologica e fan degli autori, non si voleva innescare alcuna polemica, anzi.

  2. Scritto da Qui Bene Bibit

    Non trovo fra i nomi degli estensori elencati, quello del giornalista Arturo Rota, genero del grande Gino… Un lapsus di redazione?