BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Disturbi dell’udito A Ponteranica incontro sugli acufeni

Cinque milioni di italiani soffrono di acufeni, fastidiosissimi fischi alle orecchie che possono divenire invalidanti causando un notevole abbassamento della qualità di vita: sabato a Ponteranica un convegno per la presentazione delle innovative terapie

A Ponteranica è in programma il quinto convegno sugli acufeni all’interno del quale saranno presentate le innovative terapie su questa patologia, un disturbo che colpisce 5 milioni di italiani. L’incontro, intitolato "Nuove speranze contro il nemico invisibile", si tiene sabato 14 novembre dalle 8.45 alle 13 all’auditorium, in via Valbona 73, a destra della farmacia. Saranno presentate le ultime terapie, tra le quali il Neurofeedback, un’evoluzione del Biofeedback, portato a Bergamo dal Counselor Francesco Lanza; si tratta di un potente software di seconda generazione made in America che ha avuto successo anche in Francia e in Canada, da pochi mesi è arrivato a Bergamo, dai promettenti risultati che sta ottenendo lo si può collocare in "pole position": al convegno saranno portate alcune testimonianze di pazienti che ne hanno tratto un grosso beneficio.

C’è attesa, poi, per la presentazione della TRT "fenestrata", l’evoluzione della TRT classica ideata da Jastreboff nel 1990 e praticata in tutto il mondo, ma che dopo 25 anni sembra destinata a essere "rivista" e superata. L’Università di Parma, per iniziativa del Biologo Marco Lugli, del dipartimento di neuroscienze che l’ha brevettata, sostiene che agirebbe in 3 mesi rispetto ai 12-18 della versione classica e oltretutto  verrà presentato un "target interessante" quale la minor percezione dell’acufene nella misura del 40%.

Sempre per la musicoterapia, in collegamento con Roma la psico audio-fonologa Carmela Stillitano presenterà il metodo "Tomatis" ovvero la musica di Mozart, che unita ai canti gregoriani, è entrata a far parte di terapie validate sugli acufeni; Barbara Fioretti, responsabile scientifica del Tinnitus Center, clinica Europea sugli acufeni, interverrà sugli ultimi sviluppi della farmacologia e presenterà il progetto Europeo Cost Tinnet; la psicologa Elena Vitali, appassionata di acufeni presenterà l’ipnosi, il Counseling e la Mindfulnness (consapevolezza del proprio corpo con le tecniche di meditazione tra le quali lo yoga).

Il presidente dell’associazione bergamasca acufeni, Marcello Ferrua sostiene che "è impensabile doversi rivolgere ancora a Milano o al Centro Acufeni di Piacenza: la patologia deve essere gestita nella provincia di Bergamo. Finalmente dopo aver interessato l’Asl, già dall’anno 2010, (ma allora il nostro intervento non ebbe  esito), a partire dal 9 gennaio scorso, i direttori generali Mara Azzi e sanitario Giorgio Barbaglio, hanno raccolto il nostro appello. Ci hanno convocato, hanno dimostrato grande sensibilità nei confronti della patologia acufeni. Si sono susseguiti diversi incontri fino all’organizzazione di un Convegno, realizzato a cura della politerapica, che ha fatto registrare una partecipazione di oltre 150 persone, provenienti da tutta Italia. Il 1° settembre l’Asl ha deliberato l’istituzione di un gruppo di lavoro sulla patologia, del quale facciamo parte con 2 consiglieri, e pertanto è ormai imminente l’apertura di un ambulatorio provinciale multidisciplinare dedicato alla patologia. Per ulteriori informazioni è a disposizione la segreteria organizzativa del Convegno al 347-0948836".

L’associazione bergamasca Acufeni, costituitasi a Dalmine nel 2004, è la seconda associazione di volontariato a livello nazionale ad occuparsi di questa patologia. Cinque milioni di italiani soffrono di acufeni, fastidiosissimi fischi alle orecchie che possono divenire invalidanti causando un notevole abbassamento della qualità di vita, con ripercussioni su attività lavorativa, ansia, depressione, fa fatica ad addormentarsi e ci si sveglia nel cuore della notte o alle prime luci dell’alba, con "il fischietto sempre in testa".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.