BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nei bagagli 64 profumi rubati al Duty Free: tre arresti in aeroporto

Tre cittadini rumeni sono stati arrestati dalla Polizia all'aeroporto di Orio al Serio per furto aggravato: nei bagagli 64 confezioni di profumi pregiati rubati al duty free per un valore complessivo di seimila euro.

La Polizia di Stato presso l’aeroporto di Orio al Serio, nella mattina del 9 novembre 2015, alle 11, ha proceduto all’arresto di tre cittadini di nazionalità rumena per il reato di furto aggravato. In particolare, le pattuglie in servizio di vigilanza presso i saloni delle partenze in area Gate, alle 6.30 circa, venivano avvicinate dal responsabile del Duty Free aeroportuale il quale lamentava l’ammanco di alcuni profumi.

Immediatamente partivano le indagini per poter individuare tempestivamente gli autori del furto. Si riusciva pertanto ad identificare un cittadino rumeno in attesa dell’imbarco (V.C. nato in Romania nel 1989), visto dall’esercente sostare nei pressi degli stand del negozio, il quale dichiarava di partire da solo.

Gli accertamenti consentivano di appurare il contrario e di verificare che quest’ultimo si accompagnava ad altri suoi connazionali.

Le ulteriori ricerche consentivano di rintracciare un altro rumeno (G.I. del 1984) il quale sostava in altra zona dell’aerostazione ma che nel bagaglio a mano celava 53 confezioni di profumi pregiati, per un valore totale di circa 5000 euro.

Successivamente veniva identificato il terzo complice (A.V del 1989) in un’altra zona dell’aerostazione, il quale aveva nascosto nel suo zaino altre 11 confezioni di profumo pari al valore di circa 1000 euro.

Dagli approfondimenti investigativi, tramite l’utilizzo del sistema di videosorveglianza dello scalo, si è potuto accertare che i tre agivano singolarmente ma in maniera sincronizzata scambiandosi i bagagli ove occultare la refurtiva e nasconderla provvisoriamente, per poi nascondere il tutto nel bagno disabili del piano partenze e recuperarla in un momento successivo.

Al fine di sfuggire al sistema antitaccheggio i tre si erano premuniti di una busta di cartone rivestita di fogli di alluminio, rinvenuta e posta sotto sequestro.

Si è potuto anche accertare che i tre sospetti si stavano per imbarcare sul volo per Constanta (Romania) alle ore 9.50.

I tre venivano pertanto arrestati e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che fissava l’udienza per il rito direttissimo per martedì 10 novembre. Le indagini proseguono al fine di verificare eventuali altri furti che si sono perpetrati con la stessa dinamica anche in altri aeroporti italiani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da incompreso

    Cara Redazione, l’articolo sembra trascritto paro paro da un verbale delle forze dell’ordine… :-) Siete più bravi di questa cosa! ;-)

  2. Scritto da pòta

    Pòta… il monopolio delle malefatte é in mano loro!

  3. Scritto da massimo

    ma non erano comunque evidenziabili ai controlli di imbarco? ma perchè se io porto un contenitore di liquidi per lenti a contatto “troppo grosso” mi fermano e me lo sequestrano??????

    1. Scritto da mo

      Forse perche anno fatto prima i controlli….. Il daty free e dopo l’area sterile cioè i controlli nooooo