BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Io, pacifica a Bologna per dire no al razzismo spintonata dai leghisti”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una giovane lettrice che domenica era a Bologna per partecipare alla contromanifestazione: "Non sono schierata politicamente, ho voluto esserci per dire il mio 'no al razzismo'. Ma a qualche leghista non piacevo e sono stata insultata e spintonata. Ma di questo nessun giornale ha parlato".

Sottolineato che la condanna ai violenti antagonisti che hanno lanciato bombe carta è ferma, decisa e inappellabile, diamo spazio a una lettera di una giovane lettrice domenica a Bologna per partecipare alla contromanifestazione: "Non sono schierata politicamente, ho voluto esserci per dire il mio ‘no al razzismo’. Vi scrivo perché voglio che siano messe in risalto tutte quelle persone che hanno scelto di protestare contro la Lega e contro il fascismo pacificamente, senza violenza: eravamo la maggioranza ma l’attenzione si è soffermata solo su chi ha attaccato i poliziotti. Perché? Allora si mettano in risalto anche gli insulti i gli spintoni che ho ricevuto da alcuni signori leghisti, che non ci volevano in piazza con loro". 

Ecco la lettera della nostra lettrice.

 

Gentili redattori di Bergamonews,

vi scrivo dopo aver letto i tantissimi articoli scritti (anche da voi) sugli avvenimenti successi domenica a Bologna.

Sono una studentessa e vivo nella cittadina emiliana, ma sono nata a Bergamo, vi leggo spesso e vorrei potervi raccontare ciò che io in prima persona ho vissuto. Vorrei premettere, prima di creare fraintedimenti, che non condivido gli ideali leghisti e al contempo non sono politicamente schierata: odio la violenza e gli estremismi, che siano di destra o di sinistra.

Ciò che più mi urta di quanto accaduto domenica è che gli studenti e i manifestanti siano subito stati catalogati come dei rissosi e dei delinquenti quando in realtà solo una parte di loro ha optato per la violenza, e gli scontri con le bombe carta non sono stati gli unici tipi di manifestazione in città. Anche se, come ho avuto modo di notare con grande delusione, si è parlato in larghissima parte di questo, nessuno ha lontanamente pensato di parlare della violenza che è stata mostrata anche dalla fazione leghista. Sì, perché c’è stata anche quella. Nessuno ha alzato un dito riguardo le bandiere nere che sventolavano, i cori fascisti che venivano intonati e i saluti romani fatti da chi manifestava in piazza Maggiore. Eppure, se non ricordo male, la legge n. 645/1952 sanziona chiunque promuova od organizzi sotto qualsiasi forma la costituzione di un’associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, e sanzioni chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.

La zona circostante piazza Maggiore era totalmente blindata dalla polizia, ma un esiguo gruppo di antileghisti è riuscito a giungere nei pressi della manifestazione. I cartelloni erano pochi (la polizia li requisiva e non permetteva a coloro che ne possedevano di passare), per lo più le persone portavano tamburi o strumenti musicali. Era evidente come in questo caso non si volesse alcuno scontro, soprattutto osservando il fatto che i manifestanti erano per lo più seduti o con le braccia sopra la testa in segno di resa, intonando spesso un coro che inneggiava: "Bologna non violenta". Allora perché sono state gettate bottiglie di vetro e oggetti di metallo su di loro? E perché questo non è stato raccontato? Perché devono figurare come persone migliori quattro signori che mi hanno insultata pesantemente e spintonata solo perché indossavo una maglia con la scritta "No al razzismo"?

Vorrei potervi allegare un video trovato in rete che mostra l’altra faccia della manifestazione e, magari nei prossimi giorni, vi spedirò in redazione la biglia di vetro proveniente dalla folla verde che mi ha sfiorato la testa.

Il giornalismo è verità e libertà d’espressione: che i fatti siano raccontati per quello che sono e non solo per ciò che appare.

Grazie per l’attenzione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Contardo

    A proposito di cori fascisti: io ho sentito distintamente gente che cantava “bella ciao”, che sia diventato un coro fascista?
    La verginella, come bene la definisce Gianfranco, va a una manifestazione di estremisti con intenti provocatori, e si lamenta per uno spintone? Vai a raccontarla al gatto, per dire va a scondes.

  2. Scritto da Pino

    La manifestazione di chi era??? Dei leghisti? Bene e le zecche che ci stavano a fare li?

  3. Scritto da manifestare ?

    Mi permetta un’osservazione: i veri pacifisti non manifestano mai “contro” qualcuno o qualcosa; semmai manifestano “per”.
    E se usano violenza non sono veri pacifisti ma semmai “fascisti” (di qualsiasi colore).
    E glielo dice uno che ha fatto l’obbiettore di coscienza.

  4. Scritto da io c'ero

    “…bandiere nere che sventolavano, i cori fascisti che venivano intonati e i saluti romani fatti da chi manifestava in piazza Maggiore…?” Io c’ero e non ho visto nulla di tutto ciò…Sentivo però le urla di chi cercava di rompere il cordone per entrare in piazza…avrebbe potuto essere un disastro. Io ho avuto paura e non ero la sola…alla faccia dei canti e dei balli!

    1. Scritto da Zap

      non so dove tu fossi, ma cori fascisti sono documentati
      http://youmedia.fanpage.it/video/aa/VkDloOSwu9G9UV7U

    2. Scritto da BeRGHEM

      A certe frange della società purtroppo piace raccontar balle, e, sinceramente ai Bergamaschi gliela si conta su come si vuole, ma stanno con i piedi per terra e affrontano i problemi di petto. Senza retorica e con poche falsità. Tipico di quella furbizia tutta italiana, ma che ci appartiene solo in parte. Ricordo anni fa la manifestazione sul po, migliaia e migliaia di famiglie a manifestar in maniera festosa e pacifica. Altro che antagonisti, o black bloc BALABIOT !

  5. Scritto da Andrea

    Non legalizzatela gli effetti sono devastanti

  6. Scritto da Alberto

    Povera ragazza, un pò sfortunata però: ai suoi compari è caduto accidentalmente un fiammifero in un cavidotto della linea ferroviaria, e sempre per caso gli stessi avevano caschi e bastoni pronti all’uso per gli scontri con la polizia…

  7. Scritto da Daniele

    Ma piantatela di nascondervi dietro un dito, avete uno dei massimi esponenti del partito condannato per aver dato dell’orango ad un ministro di colore -e lo sanno anche i sassi che dare delle scimmie ai neri è una delle vecchie abitudini dei razzisti- e quell’altro che disinfettava i sedili dei treni su cui siedono gli stranieri… per non parlare di quando han dato fuoco alle baracche di una famiglia di poveracci che stava sotto un ponte. No, non siete razzisti, per niente..

    1. Scritto da ginfranco

      Sveglia, le parole e gli spolvero non hanno mai fatto danni.la realtà non la vuoi vedere, tutte le manifestazioni della LEGA non hanno lasciato neanche una carta in terra, la signorina sapeva che andava ad una manifestazione decisamente contro l LEGA E SALVINI, quindi non faccia la VERGINELLA. Meschinità immensa.

    2. Scritto da dai

      Ci dica da che parte sta lei che poi le faccio l elenco di quello che hanno i suoi.

  8. Scritto da BeRGHEM

    Di fascisti per ora alle manifestazioni della lega si son visti solo coloro che hanno manifestato contro, ovvero gli antagonisti armati di bastoni contro la polizia. Le manifestazioni della Lega sono quasi sempre festose e molto spesso partecipano anche le famiglie. In italia non c’ e’ piu’ spazio per figli di papa che si piangono addosso. Falsi. Andate a lavorarte. Per il bene di tutti.

  9. Scritto da Luca di Gandosso

    Bello il video, peccato che si accusi di essere violenti dei leghisti, che erano lì solo ad esprimere le proprie idee, mentre altre persone, come capita tutte le volte, cercabano di entrare in piazza per impedirglielo. Perché é questo il concetto di democrazia di certi fascisti rossi: a chiunque non la pensa come te deve essere impedito di manifestare. Tutti hanno visto le bombe carta e la ferrovia sabotata. Vergognatevi! Bologna é di tutti, non solo drei sinistri!

  10. Scritto da brava

    Per fortuna che questa ragazza ha raccontato come sono andate veramente le cose…definirla patetica è un eufemismo.
    PS: Qualcuno ricorda di una manifestazione leghista fatta contro una manifestazione di sinistra? Solitamente è sempre il contrario,chissà come mai. Forse perchè i sinistri sono sempre contro ma non hanno mai nulla da proporre?

  11. Scritto da spillo

    Ma la vostra manifestazione pacifica era on era autorizzata???? Magari la prossima volta stia a casa sua e non vada a cercarsele.

  12. Scritto da Stefano

    Ricordi bene, ma solo in parte, quella che più fa comodo a te, la legge del 1952….sono stati più fascisti i tuoi “compagnucci” che hanno, con la violenza, fatto sì che non si potesse manifestare democraticamente.
    Adesso avete stancato….

    1. Scritto da Giggi

      Non è vero…tu racconti bugie

  13. Scritto da Luigi Panza

    La prossima volta vai in una manifestazione dei tuoi amici dei centri sociali vestita di verde Padania, così potrai provare l’ebbrezza della bomba carta sulla zucca!
    Scendi dalle piante e metti i piedi per terra al posto di fare la verginella incontaminata!

  14. Scritto da Luciano Avogadri

    I leghisti hanno il diritto sacrosanto di farsi le loro manifestazioni. La libertà di parola non vale solo per gli Erri De Luca o i No TAV. E, fatto non trascurabile, la manifestazione leghista era assolutamente pacifica. Andare a fare i provocatori, e pretendere di presentarsi da vittime, è almeno insopportabile. La vostra lettrice sa benissimo che ha spazi e possibilità per manifestare le sue opinioni. Lo sa benissimo. Senza citare ognivolta Voltaire a vanvera.

    1. Scritto da Daniele

      E’ vero che i leghisti hanno il diritto di manifestare, ma il diritto di manifestare vale anche per chi li contesta. Credo che la tizia che ha scritto la lettera non avesse cattive intenzioni, se parliamo delle teste di legno che hanno lanciato bombe carta e caricato la polizia, invece, è un’altro paio di maniche, quelli vanno eradicati dalla società per quanto mi riguarda.

  15. Scritto da La verità fa male

    Non esiste nulla di più vecchio e retorico delle solite frasi antifasciste e antirazziste “di professione” e di quelli che pensano di risolvere il problema complesso dell’immigrazione con “manifestazioni anti leghiste e antirazziste”. O.K. siete antirazzisti, e poi? Cosa fate di concreto nella vita quotidiana di tutti i giorni, facili frasi fatte a parte, per aiutare questi disperati a integrarsi nella società italiana?

  16. Scritto da mario66

    OK giovane lettrice, la prossima volta che c’è una manifestazione della sinistra vai là nei paraggi, non schierata politicamente, e canta e balla con il sorriso saccente di fronte a qualche d’uno di un centro sociale e poi vediamo come va a finire.

  17. Scritto da Kurz

    Cara intrepida ragazza, ma cosa fai, vai a stuzzicare quegli energumeni? Lo sai che appena si aggregano hanno reazioni come gli ultras alle partite? Non ti bastava osservare in TV il sorriso un po’ ebete di Salvini, per capire di non dargli corda?

    1. Scritto da kobain

      Ebete sarò il suo commento.Quali sarebbero le reazioni? Fino ad ora Salvini ed i leghisti le hanno sempre e solo prese senza mai reagire.Non mi sembra si possa dire altrettanto dei signori che appartengono ai centri sociali.

      1. Scritto da Kurz

        Ho visto nascere e crescere la Lega sin dal 1979, quando era nei due locali di un vecchio edificio poi demolito, davanti al cinema Ariston, in via S.Orsola nel centro città. Bossi faceva ancora la Scuola Radio Elettra per corrispondenza. C’erano molti idealisti come me, che invidiavano l’Irlanda del Nord e la Liga Veneta. Ma non vedevo tra i fondatori certi sorrisi così vuoti e persi nel nulla, come quelli di Salvini quando si fa riprendere in TV. Tante “storiche” camicie verdi confermano.

        1. Scritto da kobain

          Allora dica che non le piace piu’ la lega e/o Salvini ma non scriva “Cara intrepida ragazza, ma cosa fai, vai a stuzzicare quegli energumeni? Lo sai che appena si aggregano hanno reazioni come gli ultras alle partite?” Sono due cose diverse e il suo commento poco ha a che fare con l argomento.

      2. Scritto da informatimeglio

        come sempre voi leghisti fate della disinformazione il vostro cavallo di battaglia! le ricordo gli “eroi” padani che in 20 durante una manifestazione leghista a venezia quasi ammazzarono due camerieri “colpevoli” di essere albanesi? E le ricordo che avete un bel po’ di condannati per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale (tra cui l’attuale presidente della lombardia che morse il polpaccio ad un poliziotto). E Salvini con le sue belle canzoni razziste contro i napoletani se lo ricorda?

        1. Scritto da + verande x tutti

          Disinformatia sovietica: 1. A venezia non sono stati i leghisti. 2. Maroni è stato condannato per aver preso a facciate il pugno dell’ispettore pallaoro mandato ILLEGALMENTE da papalia alla sede di via bellerio. 3. salvini aveva cantato una ritornello da stadio a pontida, senza indossare alcunchè. Basta bugie rosse, come quella sui diamanti. A proposito, che fine ha fatto l’inchiesta mps? La stessa fine di telekom serbjia?

        2. Scritto da ci informi lei

          In 25 anni di lega questo è l unico (assolutamente meglio se non ci fosse stato) episodio riconducibile a leghisti . Ci fa l elenco degli episodi di cui sono stati vittime i leghisti? Ci fa l elenco delle devastazioni dei suoi amici dei centri sociali? Le bastano sei pagine di giornale? Non credo.

  18. Scritto da Luca di Gandosso

    Bel video, peccato che si accusa di violenza i leghisti, presenti solo per manifestare le proprie idee. mentre altri, come sempre, cercavano solo di impedire ad altri di esprimere idee diversi dalle proprie. Ma si sa che questo é il concetto di democrazia dei sinistri. Tutti hanno visto le bome cartaa e la ferrovia sabotata. Vergognatevi! Tutti hanno diritto di piazza. Bologna é di tutti!

  19. Scritto da Luca di Gandosso

    Bel video, peccato che si accusa di violenza I leghisti, lì solo per esprimere le proprie ideee. Guarda caso, quando qualcuno che non é di Sinistra scende in piazza, trova sempre qualche fascista rosso a contestare e che vorrebbe impedirgli di manifestare. Perché questo é il vostro concetto di democrazia. Tutto il resto é aria fritta. E tutti hanno visto come erano pacifici i ragazzi che lanciavano bomne carta e che hanno sabotato la ferrovia. Vergognatevi.

  20. Scritto da frignare

    Chissà perché prendono sempre la distanza dai manifestanti rissosi e delinquenti, ma nulla fanno per isolarli.
    Sempre a frignare: ma noi non siamo come loro.

  21. Scritto da Alessandro

    La prossima volta vai all’ oratorio…

  22. Scritto da Marco

    Le immagini dei poliziotti presi a bastonate da sedicenti antifascisti parlano da se. Scendendo in piazza con dei delinquenti (chi prende a bastonate un poliziotto è un delinquente senza se e senza ma) ,si corre il rischio di essere confusi con i delinquenti stessi.

    1. Scritto da Giggi

      L’intelligenza che manca la popolo leghista determina il rischio di confusione

  23. Scritto da dancar

    ma quale razzismo !!!??? chi definisce la Lega razzista non sa nemmeno di cosa parla. ciò che non vuole la Lega è avere in italia clandestini, che essi siano africani,indiani,messicani,giapponesi non cambia niente.

  24. Scritto da marco

    Cara lettrice puoi raccontare quello che vuoi, ma le immagini parlano chiaro. In piazza c’erano i manifestanti pacifici, gli altri, centro sociali amici tuoi, erano impegnati a devastare Bologna.

  25. Scritto da stai a casa

    Tu non sai nemmeno cos’è il razzismo vero! Piantatela di vivere sconnessi dalla realtà! Se razzismo vuol dire difendere i nostri diritti culturali, morali e religiosi, allora sono ben contento di essere razzista. Volete i clandestini? Ok, prendeteli a casa vostra falsi moralisti

    1. Scritto da Giggi

      Ma chi li vuole toccare i tuoi diritti culturali, morali e religiosi. Tienteli e chiuditi in casa

    2. Scritto da Daniele

      Ce lo spieghi tu cos’è il razzismo vero allora?

      1. Scritto da + verande x tutti

        Razzimo significa credere la propria razza superiore ad un’altra. E’ una discriminazione a sfondo razziale. Mentre chi discrimina davvero sono i sinistri che, dall’alto della loro verità, pretendono di zittire anche con la forza chiunque non la pensi come loro. Non credo sia necessario aggiungere altro.

      2. Scritto da Stefano

        razzismo
        raz·zì·ṣmo/
        sostantivo maschile
        Ogni tendenza, psicologica o politica, suscettibile di assurgere a teoria o di esser legittimata dalla legge, che, fondandosi sulla presunta superiorità di una razza sulle altre o su di un’altra, favorisca o determini discriminazioni sociali o addirittura genocidio.
        estens.
        Qualsiasi discriminazione esacerbata a danno di individui e categorie.

        1. Scritto da razismo

          Il vostro è razzismo! Voi che non fate parlare le persone. razzismo NEI CONFRONTI DI CHI? Perché difendiamo i nostri diritti millenari? non siete contro i clandestini? Volete togliere i crocefissi dalle scuole o il presepe? Ma stiamo scherzando? Qui ben venga chiunque si adegui alla nostra cultura. Hai mai visto un leghista menare un senegalese? NO! Io invece ho visto i delinquenti dei centri sociali menare i leghisti!

  26. Scritto da giuseppe

    Mettere in cattiva luce chi scende in piazza a manifestare pacificamente è il principale obiettivo dei media asserviti a questo governo di non eletti! Proseguite ragazzi: siete il futuro!

    1. Scritto da abc

      Il futuro di cosa?
      Del perbenismo incondizionato? Del vivere con preconcetti completamente disconnessi dalla relatà?
      L’italia non ha futuro con questo trend…spariremo.

      1. Scritto da BeRGHEM

        Il futuro di chi si guadagna il pane lavorando e onestamente. Non di chi si piange addosso chiedendo assistenza allo stato. Culturalmente non appartiene alle nostre genti e basta confrontare il numero di imprese da regione a regione, solo per fare un semplice esempio. Il concetto di autonomia ci appartiene in modo particolare. E la nostra sovranità’ deve essere tutelata.