BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gente No Slot Contro il gioco d’azzardo premio al bar virtuoso

La lista civica "Gente In Comune" di Alzano Lombardo ha organizzato un doppio appuntamento per sensibilizzare la cittadinanza al tema delle ludopatie e del gioco d'azzardo.

La lista civica "Gente In Comune" di Alzano Lombardo ha organizzato un doppio appuntamento per sensibilizzare la cittadinanza al tema delle ludopatie e del gioco d’azzardo. Sabato 14 novembre alle 9 in piazza Nassirya ad Alzano Lombardo per uno "slot mob".

Una colazione insieme al bar "Barley" di via Roma 79 intorno alle 10 circa, premiandolo come "bar virtuoso". Di cosa si tratta? "La campagna Slotmob è promossa da vari esponenti della società civile per combattere il problema del gioco d’azzardo legalizzato che sta dilagando in Italia. Il business del gioco è enorme: nel 2012 in Italia sono stati giocati più di 80 miliardi di Euro, per un incasso netto da parte dello Stato di 8 miliardi.

Ma i costi sociali legati a questo business non sono da meno: oltre 800.000 persone a rischio dipendenza (GAP, Gioco d’azzardo Patologico), famiglie distrutte, numerosi casi di suicidi per i troppi debiti, senza contare le infiltrazioni mafiose che riciclano denaro attraverso le sale Slot e i casi di usura sempre più in aumento.

L’idea di fondo è di premiare come consumatori i bar che hanno scelto di rinunciare alle slot machines attraverso una colazione o aperitivo in centinaia, per allenarci a votare con il portafogli e sensibilizzare sul tema. In fondo, se da oggi scegliessimo di acquistare solo nei bar senza slot, il problema sarebbe già risolto: nessun barista sarebbe disposto ad offrire sul mercato un prodotto che nessuno domanda. E’ la logica del mercato, ma utilizzata per scopi etici".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rusty

    Bellissima idea. Premiare un bar ,che da poco ha cambiato gestione,magari rientra nel discorso di vicinanza luoghi sensibili ,quindi impossibilitato ad installare nuovamente le slot. Bella idea quella di boicottare i bar con le slot ,cosi ,finalmente, gli unici a risentirne saranno i baristi. Gli attori :I comuni che prenderanno i soldi dalla regione per le iniziative contro le slot, i ludopatici che giocheranno comunque in altri locali,i baristi che perderanno parte dell’incasso del bar

    1. Scritto da marco

      BRAVISSIMO::::: hai proprio toccato il fulcro del problema i comuni si fanno belli xkè non prendono nulla dagli incassi delle slot ma se lo stato decidesse di dargli anche solo il 2% vedi come andrebbe a finire….io non elogio il gioco d’azzardo ma se le slot sono legali non è giusto far ricadere le colpe sui baristi che si fanno il mazzo anche 14 ore al giorno è il governo che deve intervenire…..ma qui siamo in italia e come al solito tutto è il contrario di tutto……