BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il popolo del centrodestra in piazza a Bologna per “mandare a casa Renzi”

Nonostante gli atti vandalici contro la Tav e i pullman dei leghisti partiti da Milano, in piazza Maggiore ci saranno migliaia di persone. Nelle ultime settimane Salvini e Berlusconi sono stati protagonisti di un lavoro di avvicinamento tra Lega Nord e Forza Italia.

Matteo Salvini, Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni: tutto il centrodestra in piazza a Bologna per mandare a casa Matteo Renzi. Nonostante gli atti vandalici contro la Tav e i pullman dei leghisti partiti da Milano, in piazza Maggiore ci saranno migliaia di persone. Nelle ultime settimane Salvini e Berlusconi sono stati protagonisti di un lavoro di avvicinamento tra Lega Nord e Forza Italia. La presenza di Silvio è stata in dubbio fino a pochi giorni fa, ma la foto di sabato sera dei due leader insieme a San Sito ha fugato ogni dubbio. Con la piazza di domenica, "finisce una stagione per un percorso comune che non sia solo di vertice", spiega Giovanni Toti, tra i mediatori più assidui, assieme Roberto Maroni, per permettere la partecipazione dell’ex premier. Berlusconi parlerà dopo Meloni e prima di Salvini. Terrà un discorso breve, in cui toccherà, attaccando, la manovra e le politiche migratorie, oltre alla necessità di stringere i rapporti con quel Vladimir Putin che dell’ex premier è storico alleato.

Ad ascoltare, una platea in gran parte leghista ma infarcita dello stato maggiore azzurro e che, prima dei big, vedrà passare sul palco diversi esponenti delle categorie, dai medici ai poliziotti, dagli esodati agli studenti. Tutt’intorno, invece, il pullulare delle (tante) contromanifestazioni Bologna, con 600 poliziotti chiamati in causa per evitare ogni incidente. Mentre l’Anpi invita ad una protesta pacifica e simbolica: porre dei garofani rossi sul sacrario dei caduti a pochi metri dal palco leghista.

Ma Salvini appare tutt’altro che preoccupato. "Finalmente l’opposizione si compatta e qualcuno sta preparando il dopo Renzi, e non sono i grillini", afferma da Cinisello Balsamo, dove ha distribuito benzina scontata protestando "contro lo Stato ladro" , tra le contestazioni dei centri sociali. Per Salvini, comunque, a Bologna ci saranno diverse decine di migliaia di persone, tutte riunite in una piazza che il Pd vede invece come la prova del definitivo tramonto di Berlusconi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da + olgettine x tutti

    Dai Silvio, dopo il Milione di posti di lavoro, ora provvedi alla Dentiera per tutti, al Cagnolino per tutti, ai Mille Euro di pensione per tutti. Poi torna a incrementare liberamente i tuoi affari e forzieri, che è la cosa che ti riesce meglio. I tuoi più fidati colleghi di partito ti han tradito o mollato. Ci sarà un motivo… Quindi salta in braccio a Salvini, cedigli i tuoi elettori come fanno i medici con i mutuati, e il tuo impero economico sarà al sicuro.

  2. Scritto da lina

    chi paga i centri sociali???

    1. Scritto da Gaetano Bresci

      i Centri Sociali sono Autogestiti, ovvero si finanziano con iniziative e bar interni, nessuno da i 10 o 20€ per partecipare alle manifestazioni come fanno salvini e berlusconi

      1. Scritto da + verande x tutti

        Semmai come fanno e hanno sempre fatto i sindacat; noi paghiamo di tasca nostra i viaggi per le ns manifestazioni. I centri Asociali sono “autogestiti” nel senso che fanno commercio e servizi in nero senza pemessi, licenze, ecc. Quindi sono i primi evasori. Senza contare che molti dei frequentatori sono “consulenti” dei sindaci sinistri, vedi Casarini, che ha beccato più di 200.000 euro dal comune di venezia. Autogestiti un corno, sono solo il braccio armato della sx.

  3. Scritto da Cadreghe al vento

    Tutti insieme quelli che hanno portato l’Italia sull’orlo della bancarotta ed alla vergogna mondiale. Potere della voglia di cadreghe e potete dei gulotti che li votano ancora , che poi sull’Italia abbiano visioni totalmente opposte è un dettaglio : viva la cadrega !

  4. Scritto da Sergio

    Mandare a casa Renzi può essere ragionevole. Non è ragionevole pensare come alternativa a lega o Berlusconi.

  5. Scritto da TT

    Achille Lauro donava pasta e scarpe,questi benzina scontata,e chissa cosa donera Silvio quando sara il suo momento… Come sono cambiati i tempi!

  6. Scritto da daridere

    “Sono sicuro che non c’è un solo elettore e un solo militante della Lega disposto a scommettere di nuovo su un’alleanza con Berlusconi. Ci abbiamo provato e ha portato solo risultati deludenti. Basta, basta per sempre con Berlusconi!”. Cosi’ tuonava Salvini un anno fa. Ma i leghisti se non vengono presi in giro non sono contenti. Oggi il “basta con Silvio” se lo porta persino sul palco a bologna… A proposito, la prox volta a bg si metta ancora la maglia del milan come ieri in tribuna..

    1. Scritto da + verande x tutti

      Vero, e credo che l’idea sia ancora questa, visto che verdini lo ha mandato li il cav. per sostenere di nascosto renzi. Il problema è che per mandare a casa il twittante ducetto ci vuole una forza d’urto che la lega da sola non ha, visto che anche i grillini sono una stampella più o meno volontaria di renzi.