BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Da Dante alle Nozze di Figaro, dallo schermo per Vale ai Lego Ma che weekend in città!

È ricco di iniziative il fine-settimana in città. In calendario ci sono numerose proposte, dedicate alle diverse fasce d’età. Ecco la panoramica degli eventi promossi a Bergamo sabato 7 e domenica 8 novembre.

È ricco di iniziative il week-end in città. In calendario ci sono numerose proposte, dedicate alle diverse fasce d’età: grandi e piccini, giovani e famiglie (leggi qui gli eventi in provincia) .

Un ruolo di particolare rilievo spetta all’arte, che vede protagonisti Dante Alighieri e Kazimir Severinovič Malevič. Al sommo poeta toscano e, più precisamente all’inferno della Divina Commedia dantesca, è dedicato un fine-settimana di eventi al Palazzo storico del Credito Bergamasco, in largo Porta Nuova. In occasione del 450esimo anniversario della nascita, Dante viene celebrato con pittura, letterature e musica. Innanzitutto, sarà possibile visitare due mostre a tema: “Cartoline dall’Inferno” con disegni di Ugo Riva e “Inferi” con opere di Rino Ferrari. Accanto alle esposizioni, nelle giornate di sabato e domenica, sempre al palazzo del Credito Bergamasco, si può assistere a concerti e letture di canti della Commedia. Durante la due giorni, inoltre, in Città Alta vengono proposti percorso guidati attraverso le vie e i luoghi più significativi di Bergamo Alta, per rileggere istituzioni, società e cultura a cavallo del Trecento, al tempo di Dante.

Alla Gamec – Galleria d’arte moderna e contemporanea, invece, prosegue l’esposizione dedicata al pittore russo Kazimir Malevic. La mostra restituisce un ritratto esaustivo di un autore chiave del XX secolo, che ha attraversato uno dei periodi storico-artistici più intensi del Novecento.

Proseguendo il “viaggio” tra gli appuntamenti organizzati in città, in cartellone spiccano diversi spettacoli teatrali, volti a soddisfare le diverse preferenze del pubblico, al teatro San Giorgio, all’auditorium di piazza Libertà, a Loreto e a Colognola. Per gli appassionati dei Lego, invece, l’appuntamento è sabato all’interno del centro Piacentiniano di piazza Dante 1, dove ci si può divertire con i mattoncini colorati più famosi, con Lego e Playmobil, in “Tutti insieme appassionatamente”. Un evento organizzato da toybricks con tantissimi tavoli gioco sui quali liberare la propria fantasia creando fantastiche e divertenti costruzioni. Nel corso della giornata ci sarà materiale per tutti i gusti.

Non mancherà, poi, lo sport: domenica all’Edoné di Bergamo è possibile assistere su maxischermo all’ultima gara della MotoGp, che vede Valentino Rossi e Lorenzo contendersi il titolo di campione del mondo a Valencia.

Per concludere, da segnalare l’inizio della nuova edizione de “Il grande sentiero”: più di 25 appuntamenti per la settima edizione della rassegna che Lab 80 dedica a viaggi, avventure, imprese sportive e all’attenzione verso l’ambiente. Incontri con i protagonisti, proiezioni di film in anteprima, sonorizzazioni dal vivo e presentazioni di libri: comincia un nuovo Grande Sentiero www.ilgrandesentiero.it.

Ecco la panoramica degli eventi promossi a Bergamo sabato 7 e domenica 8 novembre.

BERGAMO SABATO 7 NOVEMBRE

– Sino a domenica 17 gennaio alla Gamec, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo è possibile visitare la mostra "Malevic". L’esposizione è aperta da martedì a domenica dalle 9 alle 19; giovedì dalle 9 alle 22; lunedì chiuso. Per avere ulteriori informazioni è possibile consultare il link www.gamec.it/it/mostre/malevic. – Sabato 7 novembre in città e in numerose località della provincia vengono allestiti gli stand dell’Airc, Associazione italiana per la ricerca sul Cancro con vendita di cioccolatini per sostenere la ricerca sul cancro e una preziosa guida con informazioni utili sulla prevenzione, la diagnosi e la cura del cancro. È possibile consultare tutte l piazze al link http://www.airc.it/i-cioccolatini-della- ricerca/#.VjyB2r_osdV.

– Sino al 7 febbraio 2016 al Palazzo della Ragione, in piazza Vecchia, è possibile visitare la mostra "Bergamo durante e dopo la Prima guerra mondiale". L’esposizione racconta Bergamo negli anni della Grande Guerra, con un percorso di immagini, suoni e memorie per conoscere i luoghi, le storie, le vite di donne e uomini di quel tempo. L’esposizione è aperta dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18; chiuso il martedì. il 25 dicembre e il 1° gennaio. L’ingresso è libero. È possibile effettuare prenotazioni per gruppi e scuole telefonando al numero 035.247116 oppure inviando un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica museostorico.educazione@bergamoestoria.it.

– Dalle 9.30 alle 12.30 all’auditorium dello Spazio Polaresco, a Bergamo in via Polaresco, 15 si tiene l’incontro "La fiscalità per il mondo associativo", con il ragionier Francesco Ravasio, libero professionista ed esperto del terzo settore (no profit). Introduce il seminario Loredana Poli, assessore a istruzione, formazione e sport del Comune di Bergamo. La partecipazione è gratuita ed è gradita la prenotazione, contattando Marco Dierico (mdierico@comune.bg.it – tel. 035.399893) e Silvia Contessi (silviacontessicomune.bg.it – tel. 035.399847).

– Sabato 7 e domenica 8 novembre al palazzo storico del Credito Bergamasco, a Bergamo in largo Porta Nuova, 2 si tiene un "Fine-settimana con Dante Alighieri", dedicato a "L’inferno". Un week- end d’arte, all’insegna della Divina Commedia, tra pittura, letteratura e musica. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Credito Bergamasco, in collaborazione con la Società Dante Alighieri – Bergamo, per celebrare il 750esimo anniversario della nascita di Dante Alighieri. Vengono proposte due esposizioni: "Inferi" di Rino Ferrari e "Cartoline dall’Inferno" di Ugo Riva, che si potranno visitare sino all’11 dicembre. Inoltre, si può assistere a concerti e letture di canti dell’Inferno della Divina Commedia. Sabato 7 novembre il programma prevede: dalle 10.30 alle 12.30 è possibile effettuare, ogni mezz’ora, visite guidate gratuite alle esposizioni, accompagnati dagli studenti del liceo classico vescovile Sant’Alessandro di Bergamo. Inoltre, settanta studenti del liceo Lussana (III B, IV A, V B, V P), sempre alle 12.30, coordinati e preparati dalle professoresse Maria Imparato e Roberta Salone, declameranno alcuni canti dell’Inferno Dantesco nel Salone principale di Palazzo Creberg. Luigi Cepparone, membro della Commissione Culturale della Biblioteca A. Mai e responsabile provinciale dell’Associazione degli Italianisti, interverrà come coordinatore della manifestazione “Dante a mezzogiorno”. Nel pomeriggio, dalle 15.30 alle 16.30, si proseguirà con letture dei canti II, VIII e XVII dell’Inferno a cura di Aide Bosio, mentre alle 17 sarà la volta della rappresentazione scenica "Dante’s Inferno Concerts: Paolo e Francesca, lussuriosi", spettacolo di narrazione e musica basato sul V canto dell’Inferno. Con Bruno Pizzi (voce narrante), Fulvio Manzoni (pianoforte), Alberto Zanini (chitarra) e con drammatizzazione di Simona Zanini e Mauro Danesi. Quindi, alle 18.30 si terrà il concerto "Musiche di Johann Sebastian Bach", con Alberto Cammarota (violino), Luca Pelliccioli (violoncello) e Vanessa Innocenti (flauto). Infine, alle 19 verrà proposta la lettura del XX canto dell’Inferno a cura di Aide Bosio. Domenica 8 novembre, invece: dalle 10.30 alle 12.30 è possibile effettuare, ogni mezz’ora, visite guidate gratuite alle esposizioni, accompagnati dagli studenti del liceo classico vescovile Sant’Alessandro di Bergamo. Nel pomeriggio, dalle 15.30 alle 16.30, si terranno letture dei canti XXV, XXVII e XXXI dell’Inferno a cura di Aide Bosio, mentre alle 17 si potrà assistere alla rappresentazione scenica "Dante’s Inferno Concerts – Conte Ugolino, traditore della patria", spettacolo di narrazione e musica basato sul XXXIII canto dell’Inferno, con Bruno Pizzi (voce narrante), Fulvio Manzoni (pianoforte), Jacopo Ogliari (violino), Aurelio Pietro Pizzuto (violoncello) e con drammatizzazione di Simona Zanini e Mauro Danesi. Alle 18.30, poi, sarà la volta del concerto "Musiche di Johann Sebastian Bach", con Alberto Cammarota (violino), Luca Pelliccioli (violoncello) e Vanessa Innocenti (flauto) mentre alle 19 verranno proposte letture del XXXIV canto dell’Inferno a cura di Aide Bosio. Il palazzo del Credito Bergamasco sarà aperto dalle 10.30 alle 19.30 con orario continuato e gli eventi si terranno nel salone principale. Le mostre – poste in Loggiato e in sala Consiglio – sono visitabili liberamente per l’intero fine settimana. Per avere ulteriori informazioni consultare il sito internet www.fondazionecreberg.it.

– Alle 10 al Maite, a Bergamo in vicolo sant’Agata, 6 (Città Alta) si rinnova l’appuntamento con il "Mercatino del cuoio". Verranno esposti oggetti in cuoio e pelle lavorati a mano: borselli, porta tabacco, marsupi, cinture ecc.

– Dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19 all’interno del centro Piacentiniano di Piazza Dante 1, negli spazi dell’ex Pellicceria Pagano, grandi e piccini si divertiranno “Tutti insieme appassionatamente” con i grandi classici Playmobil e Lego. Un evento organizzato da toybricks con tantissimi tavoli gioco sui quali liberare la propria fantasia creando fantastiche e divertenti costruzioni. Nel corso della giornata ci sarà materiale per tutti i gusti: per i più piccoli, dai 2 ai 5 anni, il treno merci Lego Duplo, una pista con un percorso di più di 7 metri con due stazioni, un ponte da attraversare e la gru per il sollevamento; per i bambini dai 6 ai 12 anni le divertenti trottole Ninjago da far ruotare e volare; per tutti i classici mattoncini Lego multicolore che saranno ambiti anche dai più grandi per una sorta di operazione nostalgia. Durante la giornata pop corn per tutti.

– Sino al 5 dicembre alla galleria Ceribelli è possibile visitare la mostra di Lino Mannocci "Stanze". L’esposizione è aperta dal martedì al sabato dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19,30.

– Sino al 14 novembre alla galleria Thomas Brambilla è possibile visitare la mostra "Der Beste Anfang – Il miglior inizio". L’esposizione è aperta da martedì a sabato dalle 14 alle 19.

– Alle 15, con ritrovo di fronte alla filiale del Credito Bergamasco in Piazza Vecchia è possibile partecipare a “Divin Giro”, un percorso guidato attraverso le vie e i luoghi più significativi di Bergamo Alta, per rileggere istituzioni, società e cultura a cavallo del Trecento, al tempo di Dante Alighieri. L’iniziativa rientra tra le proposte del "Fine-settimana con Dante Alighieri", promosso dalla Fondazione Credito Bergamasco.Per partecipare al percorso guidato è necessaria la prenotazione all’indirizzo e-mail: tosca.rossi@gmail.com. 

– Sino a domenica 15 novembre all’oratorio di San Lupo, in via San Tomaso, 7 è possibile visitare l’installazione ambientale Interrelazione cromospeculare realizzata nel 1969 dall’artista Getulio Alviani. L’esposizione è promossa dalla Fondazione Adriano Bernareggi e dalla Gamec, presso cui l’opera è in deposito, e si tiene in occasione della retrospettiva che il museo d’arte contemporanea della città dedica a Kazimir Malevič, maestro dell’astrattismo che, insieme a Mondrian, è stato artista di riferimento per Alviani. "Interrelazione cromospeculare" è tra le opere più significative dell’artista, composta da strutture-specchio verticali che ruotano al passaggio del fruitore e che trasformano l’ambiente in uno spazio caleidoscopico e sempre differente, essendo le pareti colorate con i tre colori primari (rosso, giallo e blu). Un’opera attiva e in continuo divenire, in cui è evidente la costante ricerca di regole e proporzioni geometriche generate da calcoli matematici e contrasti di colori primari o complementari: arte e scienza diventano così campi di ricerca di un rigore estetico che le denota entrambe. L’evento è parte del progetto Tutti Pazzi Per Malevič e del programma di BergamoScienza 2015. L’esposizione è aperta da martedì a domenica dalle 15 alle 18, con ingresso gratuito.

– Sino al 10 gennaio, fa tappa alla sala Viscontea dell’orto botanico "Lorenzo Rota" la mostra itinerante "Seduzione repulsione. Quello che le piante non dicono" organizzata dalla Rete degli Orti botanici della Lombardia. L’esposizione è aperta nelle giornate di sabato, dalle 15 alle 18, e domenica, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

– Alle 15, alla sala Porta di Sant’Agostino in Città Alta (via delle Mura) si tiene l’incontro "I Monti dell’al di là. Suoni, leggende, suoni, sapori", con concerto di corni, letture di leggende locali e degustazione di tisane di erbe alpine, a cura Italo Bigioli e comunità di Saviore dell’Adamello, in Val Camonica. A Saviore sopravvivono molte leggende e rituali che altrove sono scomparsi o rappresentano solo echi lontani. Si potrà ascoltare, letta da cinque bambini, la leggenda della mitica "Donna del gioco" e i suoni dei corni pastorali ancora oggi utilizzati per il rituale invernale del 5 gennaio (Maridà le pute). Infine, si degusteranno tisane di erbe alpine frutto di una mai cessata tradizione di raccolta e di pratica di medicina popolare. L’iniziativa rientra tra le proposte dell’edizione 2015 del "Festival del pastoralismo". Per avere ulteriori informazioni e per consultare i prossimi appuntamenti della manifestazione, che prosegue tutti i week-end sino al 6 dicembre, è possibile consultare la pagina web http://Festivalpastoralismo.org, accedere alla pagina Facebook "Festival del pastoralismo" oppure telefonare ai numeri 3282162812 e 3284819895.

– Sino a sabato 21 novembre, alla galleria Marelia arte moderna e contemporanea è possibile visitare "Parallélépipèdes", mostra dell’artista francese Jean Charasse aperta fino al 21 novembre. Cubi, rettangoli, spazi, sono i resti di architetture, torri, città. Frammenti isolati, assemblati partendo dal basso, dalla terra, posti uno sull’altro fino a slanciarsi verso il cielo e ad immobilizzarsi nelle più disparate direzioni. Il tutto diventa grigio, bianco, ocra e poi nero, congelandosi in un silenzio invisibile. Rivelatori sono i viaggi a New York e in Toscana dove Jean Charasse si trova rispettivamente faccia a faccia con lo skyline avanguardistico di Manhattan e con le torri imponenti di San Gimignano. Architetture che segnano profondamente l’artista portandolo verso quello che diverrà il periodo dei Palallelepipedes. In queste sue sculture, ombre di bianchi e di grigi, quasi monocromi, manifestano una logica sensibile alla sua storia, così da renderci partecipi delle sottili tracce da lui appositamente lasciate, tracce di un racconto che si è andato formando passo dopo passo, forma dopo forma, una sorta di accesso all’essere, e quindi alla vita. L’esposizione si può visitare da lunedì a sabato dalle 15 alle 19,30. Per avere ulteriori informazioni è possibile consultare il link www.galleriamarelia.it/pag.aspx?id=327.

– Sabato 7 e domenica 8 novembre il gruppo Alpini di Campagnola organizzano le commemorazioni dei Caduti in guerra, in occasione della Giornata dell’Unità nazionale e della Giornata delle forze armate. Sabato 7 novembre il programma prevede: alle 17.45 ritrovo alla chiesa della Malpensata; alle 18 la celebrazione della messa; alle 18.45 deposizione della corona d’alloro alla lapide dei Caduti; alle 20.45 concerto del“Coro Val San Martino” nella chiesa parrocchiale di Campagnola. Domenica 8 novembre, invece: alle 9.45 ritrovo in piazza di Campagnola; alle 10 alzabandiera al monumento Alpino, deposizione di corone d’alloro al monumento Alpino e alla cappella dei Caduti; e alle 10.30 celebrazione della messa. Seguirà un sobrio rinfresco sul sagrato della chiesa. In occasione della due giorni, la popolazione è invitata ad esporre il tricolore.

– Alle 20.45 alla chiesa parrocchiale San Giovanni Battista di Campagnola si tiene il concerto del coro Val San Martino” di Cisano Bergamasco. L’iniziativa è promossa dal gruppo Alpini di Campagnola, in occasione del centenario della Grande Guerra. L’ingresso è libero.

– Alle 21, al teatro Sociale di Bergamo (Città Alta), viene presentato lo spettacolo "Cleofe" della Compagnia Teatrale "Piccolo Teatro per…" che, all’interno dell’associazione "Piccoli Passi Per…", composta da volontari e familiari, mette in rete arte e salute mentale. L’esibizione è l’evento di apertura del progetto di sensibilizzazione e lotta allo stigma nell’area della salute mentale, ideato dal Tavolo Salute Mentale dell’Ambito 1 di Bergamo, di cui fa parte il Settore Politiche Sociali della Provincia di Bergamo. La campagna di sensibilizzazione, che riguarda le relazioni con chi vive il disagio psichico, è centrata sulla rivalutazione della positività di un rapporto interpersonale in cui la persona con sofferenza psichica venga "riconosciuta" e accolta nella comunità con le sue fragilità e le sue risorse. Il progetto ha un’ altra importante finalità: raccogliere fondi per sostenere l’abitare delle persone con disagio psichico, vale a dire aiutarle ad avere/mantenere un’abitazione per realizzare, con gli adeguati supporti, percorsi di autonomia. Ha infatti come titolo: 1caffèx2 (un caffè per due= casa). Per avere ulteriori informazioni e prenotazioni è possibile contattare "Piccoli Passi Per..”, telefonando al numero 035.43689 e inviando un’e-mail piccolipassiper@libero.it, oppure consultare il sito internet www.piccolipassiper.it.

– Alle 21, al Palamonti si tiene "Alpinismo solitario e impegno sociale", incontro con l’alpinista Franco Perlotto. L’iniziativa rientra tra le proposte della rassegna "Il grande sentiero". Franco Perlotto, è alpinista, viaggiatore e giornalista. Guida Alpina e scalatore, ha all’attivo alcune migliaia di ascensioni tra cui la prima assoluta del Salto Angel in Amazzonia; due prime solitarie del Capitan in California, la prima solitaria della più lunga via di roccia d’Europa: il Trollryggen in Norvegia. Dal 1989 è esperto in cooperazione allo sviluppo per il Ministero degli Affari Esteri. Ha coordinato progetti umanitari in Afghanistan, nei Territori Palestinesi nello Sri Lanka dopo lo Tsunami, in Zaire durante le rivolte del pane, in Bosnia durante la guerra civile, nel Sud del Sudan. In Ruanda, in Congo e in Ciad ha coordinato programmi di reinserimento dei profughi per l’Alto Commissariato dell’Onu per i rifugiati. In Amazzonia ha vissuto per tre anni con gli indios Yanomami e per quattro anni ha coordinato un programma del Ministero degli Esteri contro gli incendi forestali. Ha pubblicato reportages sulle più grandi testate italiane ed internazionali e ha pubblicato vari libri, del 2014 è Indio, romanzo edito da Alpine Studio. L’incontro è presentato da Luca Calvi, veneto di  laguna trasferito a Milano. Traduttore, di formazione filologo-storico, con anni di docenza e ricerca universitaria alle spalle, conosce  più di venti lingue dell’area dell’Europa Centro-Orientale. Si definisce “malato grave di  montagna da sempre”, ha tradotto tra gli altri i libri di Mick Fowler, Simon Yates, Jerzy Kukuczka, Igor Koller, Franc Knez. Collabora da anni con Lab 80,  il Trento Film  Festival, il gruppo Gamma di Lecco: sul palco ha tradotto moltissimi alpinisti di punta, sempre dalle loro lingue madre. È il traduttore del Gogna Blog e per i convegni di Quo Climbis, con Reinhold Messner; è membro del Comitato di Redazione della Rivista Stile Alpino. Per avere ulteriori informazioni e per consultare i prossimi appuntamenti in programma per la rassegna "Il grande sentiero" consultare il link www.lab80.it/ilgrandesentiero.

– Alle 21.30 al ristorante culturale "In dispArte" a Bergamo in via Madonna della neve, 3 si tiene un concerto di Federico Serianni. "In dispArte" è una realtà nuova che mette arte e cultura a disposizione di cittadini bergamaschi e non, in uno spazio alternativo, nel cuore della città, a disposizione di tutti. È questa l’idea che anima il progetto di Cristian Sonzogni, un ristorante culturale che si identifichi come luogo di aggregazione e di confronto, libero, multidisciplinare e lontano da ideologie politiche. Se per il ristorante, affidato alla classe dello chef Sfefano Asperti, bisognerà attendere ancora qualche settimana (apertura prevista per l’inizio di dicembre), già aperta al pubblico è la parte del locale riservata alla biblioteca, alla galleria d’arte e l’area eventi. Nel locale si potrà leggere un libro in tutta tranquillità senza la necessità di dover consumare, visitare lo spazio adibito alle mostre di pittura, godersi una rappresentazione teatrale o uno spettacolo musicale di artisti professionisti di prim’ordine. Il primo artista che ha accolto con favore la proposta di Sonzogni è Federico Serianni, cantautore torinese d’adozione che ha fatto della musica un’arte da vivere al di fuori di case discografiche, emittenti radiofoniche e televisive. Serianni è il primo di una lunga serie di artisti che si potranno ascoltare al ristorante culturale dove la serata del sabato sarà regolarmente dedicata alla musica dal vivo, il venerdì sera al teatro e la domenica sera a interviste, serate d’autore o presentazioni di libri. Gli spettacoli musicali e teatrali richiederanno un biglietto, acquistabile anche online, del costo di 10 euro circa, per il resto la maggior parte delle iniziative sono gratuite. A completare l’offerta del nuovo ristorante culturale ispirato ai modelli dell’Europa del Nord, corsi di fotografia, cucina e teatro, ma anche corsi di lingue e in particolare di italiano per stranieri. Per il programma dettagliato degli eventi proposti da "In dispArte" consultare il sito internet www.indisparte.com.

– Dalle 22, all’Edoné: "The Dopplers in seconda stalla a destra" live. La serata si concluderà sulle note di dj Tuono.

DOMENICA 8 NOVEMBRE

– Alle 10, con ritrovo di fronte alla filiale del Credito Bergamasco in Piazza Vecchia è possibile partecipare a “Divin Giro”, un percorso guidato attraverso le vie e i luoghi più significativi di Bergamo Alta, per rileggere istituzioni, società e cultura a cavallo del Trecento, al tempo di Dante Alighieri. L’iniziativa rientra tra le proposte del "Fine-settimana con Dante Alighieri", promosso dalla Fondazione Credito Bergamasco. Per partecipare al percorso guidato è necessaria la prenotazione all’indirizzo e-mail: tosca.rossi@gmail.com. 

– Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, al punto vendita della libreria Ibs di Bergamo in via XX settembre 93, è possibile partecipare a un corso di lettura e conoscenza dei Tarocchi di Marsiglia tenuto con la collaborazione di Corsi Corsari.

– Al Palazzo storico del Credito Bergamasco prosegue il "Fine-settimana con Dante Alighieri". Il programma prevede: dalle 10.30 alle 12.30 è possibile effettuare, ogni mezz’ora, visite guidate gratuite alle esposizioni, accompagnati dagli studenti del liceo classico vescovile Sant’Alessandro di Bergamo. Nel pomeriggio, dalle 15.30 alle 16.30, si terranno letture dei canti XXV, XXVII e XXXI dell’Inferno a cura di Aide Bosio, mentre alle 17 si potrà assistere alla rappresentazione scenica "Dante’s Inferno Concerts – Conte Ugolino, traditore della patria", spettacolo di narrazione e musica basato sul XXXIII canto dell’Inferno, con Bruno Pizzi (voce narrante), Fulvio Manzoni (pianoforte), Jacopo Ogliari (violino), Aurelio Pietro Pizzuto (violoncello) e con drammatizzazione di Simona Zanini e Mauro Danesi. Alle 18.30, poi, sarà la volta del concerto "Musiche di Johann Sebastian Bach", con Alberto Cammarota (violino), Luca Pelliccioli (violoncello) e Vanessa Innocenti (flauto) mentre alle 19 verranno proposte letture del XXXIV canto dell’Inferno a cura di Aide Bosio. Il palazzo del Credito Bergamasco sarà aperto dalle 10.30 alle 19.30 con orario continuato e gli eventi si terranno nel salone principale. Le mostre – poste in Loggiato e in sala Consiglio – sono visitabili liberamente per l’intero fine settimana. Per avere ulteriori informazioni consultare il sito internet www.fondazionecreberg.it.

– Alle 14 all’Edonè: "Tutti con Vale per vincere il Mondiale // Finale MotoGp". Sarà possibile seguire l’ultima gara del campionato di MotoGp sul maxischermo.

– Dalle 15 alle 17.30 al museo civico di scienze naturali a Bergamo, in piazza Cittadella (Città Alta) si festeggiano i 20 anni di fondazione dell’associazione "Amici del museo di scienze naturali". Insieme ai presenti, si ricorderà con un brindisi quanto realizzato in questi anni. L’occasione di incontro, che vedrà l’intervento dell’assessore alla cultura del Comune di Bergamo, Nadia Ghisalberti, permetterà inoltre di conoscere i nuovi obiettivi che oggi vedono impegnati gli Amici e i tanti sostenitori del Museo.

– Alle 15.30, al teatro Donizetti va in scena "Le nozze di Figaro", commedia per musica in quattro atti di Wolfgang Amadeus Mozart. Gli interpreti sono: Vincenzo Nizzardo (Il conte di Almaviva), Federica Lombardi (La contessa di Almaviva), Lucrezia Drei (Susanna), Andrea Porta (Figaro), Cecilia Bernini (Cherubino), Marigona Qerkezi (Marcellina), Francesco Milanese (Bartolo), Ugo Tarquini (Basilio), Matteo Macchioni (Don Curzio), Giulia Bolcato (Barbarina), Carlo Checchi (Antonio), Anna Piroli ed Elena Caccamo (Due giovani). Maestro concertatore e Direttore d’orchestra Stefano Montanari, regia Mario Martone, ripresa da Raffaele di Florio, scene Sergio Tramonti, costumi Ursula Patzak, luci Pasquale Mari, coreografie Anna Redi. Orchestra "I Pomeriggi Musicali di Milano", coro "OperaLombardia", diretta dal maestro del coro Dario Grandini.

– Alle 16 al Maite, a Bergamo in vicolo Sant’Agata, 6 (Città Alta) è in programma "Domenica al rovescio – Aguglieria al Maite". Prende il via un laboratorio di aguglieria, per imparare le basi del lavoro a maglia e cominciare a realizzare dei piccoli progetti, sferruzzando in compagnia tra té, biscotti e chiacchiere a volontà. L’iniziativa è rivolta a tutti i soci dai 15 anni in su e si svolgo domenica 8, 22 e 29 novembre, 13 e 20 dicembre dalle 16 alle 18.30. È prevista una quota di partecipazione che comprenderà i costi del materiale e il tesseramento presso il Circolo (per chi non possiede Tessera Arci). Per avere ulteriori informazioni e per iscrizioni inviare un’email agli indirizzi di posta elettronica luci.fumagalli@gmail.com o raffaella0108@gmail.com.

– Alle 16.30, all’auditorium di Loreto va in scena lo spettacolo di burattini in baracca "Pirù Pirù", della compagnia Walter Broggini. Creazione e allestimento di Walter Broggini; costumi di Elide Bolognini; struttura, scenografia e accessori di scena di Attilio Broggini. Un omaggio alla tradizione della Commedia dell’Arte, dove i personaggi incarnano sensibilità, ironia, ingegno e un po’ di cinismo tipici della gente semplice che si trova di fronte ai problemi dell’esistenza. Il biglietto di ingresso è di 6 euro, ridotto a 5 euro riservata a i soci Touring Club italiano e Clienti Ibs (con Carta Fidaty Esselunga Coupon Giallo, diritto all’assegnazione posti). Per avere ulteriori informazioni e per e prenotazioni telefonare al numero 035.235039 oppure inviare un’email a info@pandemoniumteatro.org.

– Alle 16.30 all’auditorium di piazza Libertà a Bergamo va in scena lo spettacolo "L’oca magica", di Elisa Rossini, con Sergio Rocchi, per la rassegna "I teatri dei bambini". Il protagonista, “Buffo” è un buffone di corte caduto in disgrazia per colpa della Principessa che non vuol più ridere. Lei per sfida impone un patto: chiunque riuscirà a farla ridere, l’avrà in moglie, ma chi non riuscirà avrà la testa tagliata. “Buffo” racconta le avventure di Giuseppe, un povero contadino che lascia la famiglia per tentare la sorte. L’esibizione è dedicata al pubblico dai 3 anni in su.

– Alle 16.30 al teatro San Giorgio va in scena lo spettacolo "Storie d’acqua", di Patrizia Geneletti, con Chiara Carrara, Sofia Licini e Sara Piovanotto, per la regia di Stefano Mecca. Tutto ha inizio dal libro di una bambina che contiene le storie delle gocce d’acqua; sono tante storie e tra queste c’è quella di Celestina, una goccia d’acqua del mare che non ha mai viaggiato e ha sempre giocato solo tra le onde e le alghe. Un giorno la goccia Chiara piove nel mare di ritorno da un altro “ciclo dell’acqua”. Le due si conoscono e fanno amicizia. La goccia Chiara ha viaggiato e conosce il mondo e sa dare i nomi a quello che vede, invece la goccia Celestina non conosce il mondo perché è sempre stata solo tra le onde del mare, e per lei il “cielo” si dice “mare in aria”, il sole è “la palla gialla” e le nuvole sono “la schiuma in aria”. 
La goccia Chiara dopo aver insegnato le parole corrette alla goccia Celestina, le fa conoscere il sole che grazie al calore dei suoi raggi la farà evaporare, così volerà nel cielo come nuvola e vedrà la Terra dall’alto scoprendo tutti i suoi colori. Celestina entrerà nel ciclo dell’acqua come se salisse su una giostra divertente e ricca di sorprese. Scoprirà con meraviglia di non essere solo una goccia, ma anche vapore, fiocco di neve e pioggia. Cambierà il suo stato restando sempre se stessa. Le storie che vivono le gocce d’acqua sono storie senza inizio e senza fine perché ricominciano nell’istante in cui finiscono.

– Alle 16.30 alla sala Porta Sant’Agostino in Città Alta (via delle Mura) si tiene una conversazione su "L’alpeggio un paesaggio umano", con l’architetto Dario Benetti di Sondrio,  direttore della rivista "Quaderni valtellinesi" ed esperto di recupero e restauro di patrimonio architettonico rurale alpino. L’incontro apre un ciclo di conversazioni sui temi di carattere storico-culturale legati all’alpeggio e al suo contesto. Oggi il rinnovato interesse per l’alpeggio non riguarda più solo l’aspetto economico ma, forse ancora di più, quello culturale e identitario.  Se questo avviene è per via del profondo e duraturo significato assunto per secoli e millenni da questa realtà che ha plasmato la "cultura del versante", della verticalità, conferendo un forte orientamento simbolico alla cultura alpina. L’iniziativa rientra tra le proposte dell’edizione 2015 del "Festival del pastoralismo". Per avere ulteriori informazioni e per consultare i prossimi appuntamenti della manifestazione, che prosegue tutti i week-end sino al 6 dicembre, è possibile consultare la pagina web http://Festivalpastoralismo.org, accedere alla pagina Facebook "Festival del pastoralismo" oppure telefonare ai numeri 3282162812 e 3284819895. – Alle 19 al Maite di Bergamo, in vicolo Sant’Agata, 6 (Città Alta) si tiene il concerto "Due chitarre solitarie ricordano Robbie Basho", con Laboule e Buck Curran. Laboule è Paolo Novellino: nasce a Milano nel 1984 e cresce in Valtellina fra monti e arrampicate sugli alberi, mentre Buck Curran dal Maine, membro degli Arborea, presenta al pubblico il suo progetto solista.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberta

    Personalmente trovo che questo Valentino Rossi sia un pò troppo osannato, come personaggio.