BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Berlusconi si complimenta con Reja: “Bravissimi, sembravate voi il Milan”

Il patron dei rossoneri nello spogliatoio bergamasco dopo il fischio finale va a stringere la mano al tecnico goriziano: "Ci è andata bene, sembravate voi il Milan".

L’ha fatto un po’ per punzecchiare il suo tecnico, Mihajlovic, e un po’ per rendere davvero onore a una provinciale che a San Siro è andata a dettare legge, come poche altre squadre possono permettersi di fare. Silvio Berlusconi dopo il fischio finale di Milan-Atalanta ha raggiunto gli spogliatoi del Meazza e, a sorpresa, invece di andare da Montolivo e compagni ha raggiunto i bergamaschi e ha incontrato Edy Reja. Stringendo la mano al tecnico goriziano ha dichiarato: "Bravissimi, stasera sembravate voi il Milan".

Parole che lasciando ben intendere come è andata la gara di San Siro, con l’Atalanta che ha dominato in lungo e in largo rischiando in pochissime occasioni e costruendo un numero di palle-gol incredibile. Il migliore in campo, non a caso, è stato il giovanissimo portiere rossonero Donnaruma, chiamato in causa diverse volte – soprattutto nel secondo tempo – salvando a più riprese il Milan da un clamoroso tracollo interno.

I nerazzurri tornano dunque a casa con un punto prezioso ma, al tempo stesso, anche con un carico di amarezza e rammarico che non possono passare inosservati. Come Reja ha dichiarato a fine gara, infatti, a questa squadra, ora, manca in maniera incredibile la concretezza sottoporta: come nel primo tempo di Bologna, anche a Milano le occasioni da rete ci sono state, e parecchie, ma di palloni in fondo alla rete non ne sono stati raccolti dal portiere avversario. Anche per merito suo, è chiaro, ma un po’ più di cattiveria in zona-gol non guasterebbe affatto.

Ora si può tirare il fiato: il prossimo weekend ci sarà la pausa per le nazionali e reja avrà tempo di far rposare i suoi uomini e di continuare il lavoro svolto con buonissimi risultati in questa prima parte di stagione. Poi, al Comunale, arriverà il Torino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    il milan di questo anni ,come tutti possono vedere,non è più il milan di anni fa,ora paragonare l’atalanta al milan di sacchi 1 settimana dopo che ne ha prese 3 dal bologna…..piuttosto la paragonerei all’inter,squadra che batte la prima e perde con l’ultima….

  2. Scritto da El Cid Campeador

    Berlusconi ha ragione. Purtroppo all’Atalanta manca Van Basten…

  3. Scritto da marco

    Ma che articolo è? E’ possibile che non ci sia né nel titolo né nell’articolo il risultato della partita? …che tra l’altro non c’è nemmeno nell’articolo successivo (quello delle pagelle).

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Marco, stia tranquillo: l’articolo con il risultato della partita (chiamato anche “cronaca della partita”) è un altro. Più sereno la prossima volta. Con affetto, LB

  4. Scritto da solodea

    Ci serve un attaccante che la butti dentro e che possa garantire una degna sostituzione a Pinilla che, da parte sua, dovrebbe darsi una calmata perchè per un attaccante (che di regola le prende) farsi squalificare dopo 12 giornate di campionato per aver raggiunto il numero previsto di ammonizioni ha dell’incredibile. Denis merita il massimo rispetto per tutto quello che ha fatto, ma forse non ha più stimoli per stare a Bergamo e gli si deve l’opportunità di andare dove vuole.