BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna la Fiera del Mobile: sei giorni di esposizione con 79 imprese presenti

Anche quest’anno, per facilitare l’operatività delle aziende espositrici, la manifestazione conferma le giornate di chiusure infrasettimanali, andando in scena in due tempi: dal 14 al 16, e dal 20 al 22 novembre.

Più informazioni su

Atteso dagli operatori professionali e dai tanti appassionati del settore, torna come da piacevole tradizione alla Fiera di Bergamo il Salone del Mobile firmato Promoberg.

Anche quest’anno, per facilitare l’operatività delle aziende espositrici, la manifestazione conferma le giornate di chiusure infrasettimanali, andando in scena in due tempi: dal 14 al 16, e dal 20 al 22 novembre. Forte del format che negli anni precedenti ha consentito al Salone del Mobile di conquistarsi uno spazio di primo piano tra gli appuntamenti del settore aperti al grande pubblico nel Nord Italia, la kermesse di Promoberg, oltre a presentare la consueta ricca parte espositiva fatta di tanta qualità e di possibilità di scelta per i visitatori, si “sdoppia” allestendo un poliedrico calendario di iniziative collaterali “dentro” e “fuori” le mura della Fiera di Bergamo.

Attento alle esigenze di una società in continua evoluzione anche per quanto concerne le scelte abitative, il Salone dà come sempre spazio a soluzioni raffinate ed esclusive, ma non necessariamente inaccessibili.

Per sei giorni i due padiglioni principali (A e B) del polo fieristico si trasformeranno nel più grande show-room d’arredamento della Bergamasca, con circa 13mila metri quadrati dedicati alla manifestazione. 79 le imprese presenti (+5% rispetto all’anno scorso), provenienti da 11 province di 6 regioni: Lombardia (84%), seguita da Veneto (7,3%), Puglia e Piemonte (entrambe 2,90%), Friuli ed Emilia (1,45 a testa).

I marchi sono 123, rappresentativi di una ventina di categorie merceologiche. Il Salone del Mobile nei suoi tredici anni di storia si è sempre caratterizzato per aver dato l’opportunità al grande pubblico di valutare, confrontare e scegliere le soluzioni qualitativamente più elevate ed economicamente più interessanti. Il tutto all’interno di un unico grande spazio molto funzionale e facilmente raggiungibile qual è il polo fieristico di Bergamo.

Nelle varie edizioni – seguendo e spesso anticipando i trend del mercato e le evoluzioni della società in continuo cambiamento – il Salone di Promoberg ha costantemente affinato quel mix in grado di mettere in relazione e soddisfare nel migliore dei modi sia le esigenze degli espositori, sia le aspettative dei visitatori. Ciò è il risultato di un’accurata selezione delle imprese, per dare ai visitatori una molteplice e variegata gamma di soluzioni, tra le quali non mancano delle anteprime nazionali.

Ma il Salone del Mobile è molto di più della pur straordinaria parte espositiva. Perché in quell’insieme di piccoli e grandi appartamenti ricostruiti fedelmente in Fiera dagli espositori per replicare in tutto e per tutto un’abitazione vera, durante le giornate del Mobile c’è vita vera. Chi visita il salone del Mobile è infatti invitato a “toccare e verificare con mano” quanto è esposto. E così le tante camere, i salotti, i bagni e le cucine, diventano una sorta di set cinematografici per una “buona la prima” di quella che sarà la nuova casa o una casa rivisitata in parte o in toto. Il che significa, ad esempio, far vivere le cucine allestite in Fiera grazie ai gettonatissimi show cooking, durante i quali in molti casi è “severamente vietato stare solo a guardare”. E così ecco il pubblico che, indossato il grembiule e rimboccate le maniche, si mette a pelare patate, tagliuzzare le verdure, mettere l’acqua a bollire, scoprire nuove spezie e realizzare un menù da far invidia alla vicina di casa.

Non è un caso se molti appassionati del settore restano per mesi in attesa dell’appuntamento di Bergamo prima di decidere il da farsi. A ciò si collega anche l’arrivo nel capoluogo orobico di molti visitatori provenienti da fuori provincia, il che conferma quanto il Salone abbia ampliato i suoi orizzonti ben oltre il territorio che lo ospita.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.