BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lotta alla ‘ndrangheta: confiscati beni per 214milioni tra Calabria e Lombardia

La Guardia di Finanza e la D.I.A di Reggio Calabria hanno confiscato beni, tra la Calabria e la Lombardia, per un valore di oltre 214 milioni di euro a due imprenditori ritenuti contigui ad esponenti delle più efferate cosche reggine.

Vasta operazione degli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, unitamente a quelli del Centro Operativo D.I.A. di Reggio Calabria, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica che hanno eseguito un provvedimento di confisca, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale, che ha riguardato un ingente patrimonio, riconducibile a due noti imprenditori reggini, ritenuti contigui ad esponenti della ‘ndrangheta legati alle cosche Tegano e Condello di Reggio Calabria, Alvaro di Sinopoli, Barbaro di Platì e Libri di Cannavò, del valore complessivo stimato di oltre 214 milioni di euro.

A seguito di una mirata attività investigativa e di analisi economicofinanziaria, gli uomini della Guardia di Finanza e della D.I.A. hanno accertato una palese sproporzione tra l’ingente patrimonio individuato ed i redditi dichiarati dai soggetti investigati, tale da non giustificarne la legittima provenienza.

Complessivamente sono stati confiscati, in Calabria e Lombardia, 220 beni immobili, tra appartamenti, ville e terreni, 9 società e 22 rapporti finanziari. Irrogate anche 2 misure di prevenzione personali della sorveglianza speciale nei confronti dei citati imprenditori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da G.Mazz.

    Come hanno fatto ad accumulare un patrimonio di immobili e rapporti bancari, senza che nessuno si sia accorto?
    I Notai e le banche hanno l’obbligo di segnalazione delle operazioni sospette: perché non lo hanno fatto?
    Ci sono molte responsabilità collaterali e compiacenze che andrebbero indagate e punite.
    G.Mazz.

  2. Scritto da BeRGHEM

    Per approfondimenti sull’ andrangheta consiglio di guardarsi su youtube ” UOMINI D’ ONORE” documentario sulla storia della ‘ndrangheta calabrese dalle sue origini ad oggi.
    Un video che dovrebbe esser visto anche nelle scuole, al fine di creare o potenziare gli anticorpi verso questo male della societa’. Un male che si diffonde laddove c’e’ il disprezzo dei valori di onesta’ e del lavoro sano. Un male da prevenire a tutti i costi.

  3. Scritto da BeRGHEM

    Una di quelle notizie che non sai se esser contento, perché’ di lotta alla mafia si tratta, ma che sicuramente lascia un po’ di amaro in bocca. Perché’ nella ricca e laboriosa Lombardia la mafia c’e’, in particolare l’ a ndrangheta arrivata dalla Calabria trent’ anni fa. Una di quelle notizie che vorrei vedere in prima pagina almeno per una settimana. Il desiderio della mafia e’ che non se ne parli, e’ che ci sia silenzio intorno ad essa. Non cadiamo in questo tranello.