BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il premio di Mattarella per lo sviluppo sostenibile al Gruppo Esposito di Gorle

Alla fiera Ecomondo di Rimini l’azienda bergamasca guidata da Ezio Esposito ha ricevuto il prestigioso “Premio per lo Sviluppo Sostenibile” per il settore Rifiuti e Risorse, un riconoscimento al quale ha aderito anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il Gruppo Esposito protagonista della 19esima edizione di “Ecomondo – Fiera Internazionale del Recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile”, la prestigiosa manifestazione dedicata ai temi dello sviluppo sostenibile e della green economy che ogni anno attira a Rimini migliaia di visitatori e professionisti da tutto il mondo.

L’azienda bergamasca ha ricevuto il prestigioso “Premio per lo Sviluppo Sostenibile” – settore Rifiuti e Risorse – al quale ha aderito anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Sul palco di Ecomondo, assieme al presidente Ezio Esposito, ha ritirato il premio il direttore tecnico di Ecocentro Toscana Lorenzo Lazzari: i due hanno rappresentato la società Ecocentro Tecnologie Ambientali SpA, una delle realtà del Gruppo Esposito che si contraddistingue per la competenza completa e collaudata e che si pone nel settore ambientale in qualità di esperta per la progettazione, realizzazione e gestione di impianti per il trattamento e il recupero dei rifiuti.

I materiali di scarto provenienti dallo spazzamento stradale costituiscono circa il 5% dei rifiuti urbani totali prodotti, convenzionalmente conferiti nelle discariche di RSU. Grazie al Gruppo Esposito è nata una tecnologia innovativa che ne permette il trattamento al fine di ottenere materie prime, sempre certificate CE, da riutilizzare nel settore dell’edilizia. Il frutto del lavoro di Ezio Esposito, che nel settore vanta un’esperienza trentennale, ha infatti portato alla nascita del primo impianto in Europa in grado di recuperare i rifiuti provenienti dallo spazzamento delle strade e in grado di far tornare sul mercato circa il 70% del rifiuto in ingresso.

(Nella foto Ezio Esposito, al centro, con i collaboratori Lorenzo Lazzari e Luca Nozza)

Il processo innovativo che ha permesso la crescita esponenziale del Gruppo Esposito negli anni ha fatto il giro del mondo, facendo il pieno di consensi. Questo perché a livello ambientale regala dei vantaggi incredibili, come la possibilità di ridurre l’escavazione degli alvei e delle cave grazie al riutilizzo delle materie prime ottenute o, molto più semplicemente, perché consente di evitare la realizzazione di nuove discariche, attivando di fatto un meccanismo di risparmio alle Pubbliche Amministrazioni che in questo modo possono ridurre i costi di smaltimento.

Quella ricevuta da Ecocentro Tecnologie Ambientali SpA del Gruppo Esposito alla fiera Ecomondo è una prestigiosa medaglia d’onore riservata alle aziende che negli ultimi anni si sono segnalate e distinte per attività e progetti che possano produrre rilevanti benefici ambientali, che abbiano un contenuto innovativo, positivi effetti economici e occupazionali e un potenziale di diffusione.

“Un altro prestigioso riconoscimento da aggiungere ai diversi riconoscimenti ricevuti negli anni passati – è il commento di Ezio Esposito -, premi che sono di stimolo per proseguire nel lavoro finora svolto alla ricerca di nuovi rifiuti da recuperare a cui applicare tecnologie che ne permettano il concreto riutilizzo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.