BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Google Maps, aggiornamenti traffico in tempo reale Samsung prepara l’A9

Ultimo appuntamento della settimana dedicato al mondo della tecnologia in compagnia di Luca Viscardi e delle daily news hi tech: qualche fortunato negli Usa ha già ricevuto Windows 10 Mobile su Microsoft Lumia mentre in India Xiaomi ha venduto un milione di telefonini in appena 3 mesi.

Ultimo appuntamento della settimana con le daily news hi tech del nostro Mister Gadget: venerdì 6 novembre la notizia principale arriva da Microsoft Lumia perchè Windows 10 Mobile sarebbe già stato consegnato ad alcuni operatori e a qualche fortunato cliente americano mentre il 12 novembre dovrebbe essere la volta dell’aggiornamento diretto sul telefonino. Per il resto del mondo, invece, ci vorrà ancora un po’ di tempo ma la macchina per la distribuzione definitiva è stata ormai avviata.

Ottimo aggiornamento su iOS per Google Maps: verranno lette in tempo reale le notifiche di traffico nel momento in cui arriveranno sul sistema di navigazione. La funzionalità viene attivata in automatico quando si avvia l’applicazione ma Google non ha ancora reso noti i Paesi nei quali sarà disponibile. Non ci stupiremmo affatto se l’Italia fosse esclusa.

Xiaomi ha fatto il botto in India dove in soli tre mesi è riuscita a vendere un milione di telefonini: un assalto fortunato quello del colosso cinese in uno dei mercati emergenti più importanti del pianeta. Vedremo quando Xiaomi deciderà di affrontare in modo serio anche l’Europa.

Arriva una nuova versione del Moto G in Messico: si chiama Moto G Turbo Edition, con Snapdragon 615 a bordo, 2 giga di ram e 16 di memoria. Chissà che il prodotto non si limiti solo al Messico e al Centro America ma possa in futuro allargare i propri orizzonti.

Novità da Samsung che si prepara a lanciare il suo A9 con display da 6 pollici e caratteristiche medie come tutti i prodotti della linea A.

Ultima curiosità dagli Stati Uniti: il 58% dei cittadini americani ha scaricato applicazioni per la salute e l’esercizio fisico ma la metà di questi ha smesso subito di utilizzarla. Nemmeno gli smartphone sembrano in grado di vincere questa battaglia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.