BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Spese delle Regioni italiane, Maroni: “Siamo i più efficienti” Guarda la mappa degli sprechi

“Costi standard”. E' un mantra che Roberto Maroni pronuncia da anni con l'obiettivo di limitare le spese delle Regioni italiane. Negli ultimi mesi il presidente lombardo ha trovato anche il sostegno del sindaco di Bergamo Giorgio Gori. Il governo ha deluso le attese di entrambi.

Più informazioni su

“Costi standard”. E’ un mantra che Roberto Maroni pronuncia da anni con l’obiettivo di limitare le spese delle Regioni italiane. Negli ultimi mesi il presidente lombardo ha trovato anche il sostegno del sindaco di Bergamo Giorgio Gori che ha esortato il governo a ripartire le risorse “non più spesa storica, ma con il criterio dei costi standard”. Il governo ha deluso le attese di entrambi, perché nella legge di stabilità in discussione non è prevista l’introduzione di questa norma.

Maroni è su tutte le furie: “Aria fritta. Abbiamo ascoltato le solite promesse ripetute – ha ribadito il governatore dopo l’incontro con il premier Matteo Renzi -. Abbiamo chiesto di aumentare il fondo sanitario – ha spiegato Maroni -, perche’ e’ stato ridotto, e ci hanno detto di no; di attuare i costi standard e ci hanno detto che si fara’ un tavolo che, forse, nel 2016 portera’ qualche risultato. Quindi, per parte mia, assoluta insoddisfazione e delusione dall’incontro con il Governo".

Ma quanto spendono le Regioni italiane? Abbiamo realizzato una visualizzazione grafica con i dati elaborati dal Centro studi di Confcommercio sulla base delle rilevazioni Istat. Nelle mappe interattive vengono indicate le spese pro capite in eccesso e i miliardi in eccesso.

DATAVIZ

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo

    Maroni game over. Un laboratorio di analisi privato costa meno del ticket della sanità pubblica Lombarda. Vergogna!

  2. Scritto da Numeri

    Ricordo per i masochisti lombardi che:Le Regioni del Nord danno oltre 100 miliardi di euro all’anno di solidarietà al resto del Paese.La Lombardia, , registra un residuo fiscale annuo positivo pari a 53,9 miliardi di euro, che in valore procapite è pari a 5.511 euro. Questo vuol dire che ogni cittadino lombardo (neonati e ultracentenari compresi) dà in solidarietà al resto del Paese oltre 5.500 euro all’anno.Ufficio studi della CGIA Mestre 2015.(Saranno mica razzisti pure loro??)

    1. Scritto da Sellone Ciompi

      Ecco perchè alla sinistra non piace la matetatica: non è manipolabile.

      1. Scritto da Sheldon Cooper

        Parliamone dal punto di vista matematico allora: e se un giorno Romano di Lombardia, più ricca di Adrara San Rocco, di Pognano e di Bolgare, reclamasse con gli stessi argomenti la propria indipendenza fiscale? come la vedreste voi? sicuramente i numeri darebbero ragione a Seriate. secessione? spiegate coi numeri cosa fareste… io son pronto a farmi convincere, anche dai numeri.

    2. Scritto da Roul

      E quindi ? Ogni zona d’italia a seconda del suo grado di industrializzazione si tiene i suoi soldi ??? Ma che ragionamento è ? A quale dimensione si applica ? Paese, città , regione, macroregione (!!??) . A piacere a seconda del periodo storico ? SE Brescia è più ricca di Mantova fanno il referendum per staccarsi da Mantova ? L’autonomia attuale è già fin troppa e infatti ne hanno combinate di tutti i colori.

      1. Scritto da bova

        Si chiama sindrome di stoccolma la sua. Contento lei.

        1. Scritto da Leonard Hofstadter

          perchè non risponde alla domanda invece di fare battute? (di dubbio gusto, ma questa è un’opinione personale). a quale dimensione si applica il vostro principio? e se un giorno Seriate, sicuramente più ricca di Bedulita, di Colere, ma probabilmente anche di Cavernago, reclamasse con gli stessi argomenti la propria indipendenza fiscale? come la vedreste voi? parliamone

          1. Scritto da Paolo

            Sinceramente, quando nel mondo ognuno pensava per sè, si stava molto meglio. Tutta questa falsa solidarietà che i ricchi aiutano i poveri ha portato solo a grandi ruberie. Parlo ovviamente di paesi industrializzati e civilizzati. Lo stesso Vaticano abbiamo visto che tiene la maggior parte dei soldi che andrebbero i poveri.

  3. Scritto da ciao

    Come volevasi dimostrare i risultati della Lombardia non sono merito di chi la governa, mentre i problemi dell italia sono da attribuire al trota e a belsito (mentre chi la governa ora non ha colpe).

    1. Scritto da bah

      a me invece sembra che sia sempre uno scaricabarile. se qualcosa non va in regione è colpa dello stato…. se qualcosa non va nel comune è colpa della provincia o della regione o dello stato. ah, ovviamente è sempre colpa ANCHE di chi ha preceduto, quando di colore politico diverso… insomma è sempre una farsa.

  4. Scritto da + verande x tutti

    Da tutti i commenti mancini si evince che ai sinistri non gliene frega niente di pagare per gli altri. E’ necessario e sufficiente che vinca la loro idea, o religione direi. La vita reale a loro non importa, sanno solo far polemiche con i “nemici” visto che gli amici non sono difendibili. La mia domanda è: visti i dati reali, cosa voterete al referendum sull’autonomia della lomabrdia? La risposta è ovvia: la mamma di Tafazzi è sempre incinta.

    1. Scritto da ultras

      eh invece i commenti dei destri, soprattutto i tuoi, si distinguono sempre per la ragionevolezza e l’imparzialità e l’assenza di poemica… e tra i più noti commentatori citerei uno che si firma “il polemico”, poi ce n’è uno che si firma “+ verande x tutti” che ovviamente analizza le notizie con grande imparzialità e non si fa condizionare dai pregiudizi… la sanità in lombardia fa schifo. questo è un fatto…

      1. Scritto da La verità fa male

        La sanità lombarda, quando ne ho avuto bisogno, si è dimostrata di buon livello, con addetti ai lavori eccezionali. In ogni caso se non le va bene la Lombardia prenda il treno, l’aereo oppure la macchina e vada in qualche Regione non padana a vedere le meraviglie della loro sanità (e magari scoprirà che rischia di rimanere senza acqua potabile per due settimane intere, soccorso dalla Protezione Civile, oppure che deve essere soccorso dall’esercito per nevicate di cinque centimetri)

        1. Scritto da Geppetto

          Se in caso di bisogno mi portassero all’ospedale di riferimento di dove abito io dirotterei personalmente l’ambulanza.

          1. Scritto da Mastro ciliegia

            Appunto, fenomeno! Se chi spreca viene premiato e chi risparmia punito è ovvio che poi i servizi scadono. Possibile che ci sia ancora gente che non ci arriva? Roba da chiodi!

        2. Scritto da ultras

          buon per te. io per una visita dermatologica ho aspettato 16 mesi. dalla visita è emersa la necessità di un piccolo intervento, per cui devo aspettare 290 giorni (circa 10 mesi). sono nato qui e non me ne vado da nessuna parte, però esercito il mio diritto di critica, ed il fatto di esser nato qui non mi induce a pensare che siamo i più fighi del mondo, quello no.

          1. Scritto da + verande x tutti

            Hai il diritto di critica ed anche quello di far figuracce. In un post precedente, come nell’articolo, si capisce che le regioni che sprecano oltre a danneggiare i propri cittadini danneggiano anche tutti gli altri. Quindi, se tagli ci devono essere, vanno fatti a quelli che buttano i soldi, in modo che le altre regioni abbiano giustamente più risorse. A te scoccia solo che le regioni più virtuose siano governate dalla lega.

          2. Scritto da ultras

            non hai capito. a me scoccia dover aspettare quasi due anni tra visita e conseguente intervento.

    2. Scritto da Gino

      Ma tu che meriti hai per il benessere della lombardia rispetto alle altre regioni e che è ormai datato un paio di secoli ? Siamo una nazione e ognuno deve fare la sua parte , quello che serve è che l’efficienza venga ricercata ovunque e che le tasse vengano fatte pagare a tutti a qualunque latitudine. Zone ricche o zone più povere siamo tutti italiani . Per le sue caratteristiche la Regione lombardia ha una quantità enorme di denaro in entrata , non scherziamo.

      1. Scritto da antonio

        Abbiamo più entrate, ma siccome siamo la regione più industrializzata abbiamo anche il più alto tasso di inquinamento, (di questo non ne parla mai nessuno…) e Bergamo è la città al mondo con il più alto numero di tumori, ma alla sinistra questo non importa, per loro importa vincere e occupare più sedie possibili…

        1. Scritto da Bergamo Rossa

          eri partito così bene col tuo commento… ma alla fine non ti sei trattenuto dalla solita polemica “colpa della sinistra” (oppure colpa della destra, è uguale). tra l’altro Bergamo è storicamente una città comunista: i comunisti al potere a bergamo hanno permesso una cementificazione selvaggia, e sempre i comunisti bergamaschi hanno evitato di realizzare impianti di purificazione per l’emissione dei fumi… (ehm.. si capisce che sto ironizzando o devo continuare?)

      2. Scritto da Pippo

        Quindi è giusto che noi Lombardi facciamo la parte di tutti????????

        1. Scritto da Gino

          “Noi lombardi” che significa ? A part il fatto che di lombardi ne sono rimasti ben pochi , tu personalmente cosa fai per tutti ? Una beata mazza . Fai ne più ne meno di quello che fa uno che lavora in umbria o nelle marche ecc. Se poi qui ci sono stati più investimenti, geograficamente siamo più in europa e grazie magari agli austrici abbiamo più cultura industriale tu che c’entri ? Vuoi andare in regione a farti dare soldi in contanti per te ? Mavalà

          1. Scritto da La verità fa male

            Ho capito. Da domani dirò a tutti i miei amici “lombardi veri” come Gino (anche se ormai sono rimasti ben pochi) di smetterla di lavorare e di non fare più una beata mazza per gli altri, visto che ci pensa il fenomeno Gino (insieme ai fenomeni come lui) a mantenere l’Italia intera

        2. Scritto da + verande x tutti

          Ovvio. Il signor Gino o non è lombardo o si chiama Tafazzi di cognome. E’ uno di quelli che pur di dar contro agli avversari si prende a bottigliate sul sospensorio. La scusa che siamo tutti italiani non regge: qui alla periferia dell’impero dobbiamo solo dare, a ricevere sono sempre gli altri. Ma si vede che a lui va bene così; d’altronde la tv, che ha da sempre l’accento romanesco, continua a farglielo credere.

          1. Scritto da Gino

            Non dica sciocchezze , io sono certamente più bergamasco e lombardo di lei ma sarebbe come se il dipartimento di Lione in francia volesse la totale autonomia economica perchè è più industriale di quelli vicini. Ridicolo.

          2. Scritto da + verande x tutti

            Egr.sig.Tafazzi, credo che nel ridicolo ci sia lei e che le sciocchezze escano dalla sua tastiera. Le altre regioni sprecano molto di più e noi dobbiamo continuare ad esserne gli unici penalizzati. Se a lei va bene così sono affari suoi, ma non si azzardi ad insultare chi vive al di fuori del suo piccolo mondo.

          3. Scritto da pedro

            “non si azzardi a insultare chi vive al di fuori del suo piccolo mondo” sa tanto di minaccia… che sulle pagine dei commenti di un quotidiano, lo ammetterai, suona abbastanza ridicola… ma a proposito di piccoli mondi, non sei proprio tu a dire che dobbiamo “restringerci”? la lombardia deve essere indipendente dall’italia? e poi bergamo indipendente dalla lombardia? e poi almè indipendente da bergamo? e poi il centro di almè indipendente dalla periferia?

          4. Scritto da Dolores

            Dovremmo invece “allargarci”? Ma per piacere! Se ci fan votare sull’autonomia vinciamo di sicuro. E’ per questo che non lo permetteranno mai. E faremo la fine dell’urss o della jugoslavia. Poi verrò a ringraziarti di persona.

          5. Scritto da Sellone Ciompi

            Credo che i catalani, i baschi, i curdi, i valloni, i veneti, gli scozzesi, gli abitanti del quebec e la maggior parte dei lombardi siano in totale disaccordo con la sua dottissima affermazione. D’altronde per verificarlo basterebbe che li facessero votare, ma questo, con pochissime eccezioni, non accade, chissà poi perchè.

          6. Scritto da + verande x tutti

            Vallo a dire ai veneti, fenomeno.

  5. Scritto da Patrizio

    Nessuna regione deve azzardarsi a lamentarsi per i tagli. Dipende solo come e dove?
    Non condivido i tagli dello stato alle regioni perchè come al solito sono a danno dei cittadini!
    Vorrei che i tagli siano fatti sugli stipendi dei politici, nazionali, regionali, provinciali, comunali, per questi vorrei una giustizia come i singoli cittadini, quando vengono indagati automaticamente sono sospesi. La prescrizione non gli dia diritto a rientrare perchè non sono assolti. Via la corruzione!

  6. Scritto da genny

    Maroni, come prima Formigoni, si vanta sempre da solo.La Lombardia ha il primato degli scandali con Assessori regionali che comprano i voti dalla ‘ndrangheta, le frodi della Maugeri, San Raffaele, e dove il medico del Santa Rita è stato condannato all’ergastolo: …”accusato di 4 omicidi volontari e 45 casi di lesioni. Gli erano già stati inflitti 15 anni e mezzo per truffa e un’ottantina di casi di lesioni. I pm avevano detto: “Mutilava anche pazienti terminali.” (Fonte: Il Fatto).

  7. Scritto da Cip

    paperino, dove vivi ??? nel mondo reale o sulla luna ??
    prova a andare in qualsiasi altro paese ( lasciamo perdere le altre regioni italiane, probabilmente ti risponderebbero di provare fra qualche anno … ) e ti accorgeresti di quanto funziona bene la sanità lombarda, pur con i suoi ritardi – a meno che tu non paghi, e allora problemi non ce ne sono, ma se paghi non ce ne sono neanche in Italia, da milano a palermo isole comprese

    1. Scritto da Pino

      Il vantaggio della lombardia , oltre alla sua ricchezza che non è certo merito di Maroni o Formigoni (!!??), è che nella sanità ha un numero di utenti “privati” con disponibilità economica che non ha minimamente paragoni con le altre regioni !!! Gente che paga per non aspettare mesi sono decine e decine di migliaia !!!

  8. Scritto da andrea

    Non entro del merito dell’efficienza della spesa saanitaria di ogni singola regione, mi limito a evidenziare che l’ex assesore alla sanità è attualmente agli arresti e che esponenti della giunta precedente, compreso l’ex presidente sono indagati per questioni legate alla sanità. Qualcosa non torna, o sbaglio?

  9. Scritto da Andrea5S

    Va considerato il fatto che una tac che costa 100,divisa x i cittadini lombardi fa 5, mentre x i valdostani o i trentini fa 20 o 15. I conti andrebbero fatti sulla spesa procapite, e va notato anche che spendere meno non vuol dire servizi migliori. Per una visita dermatologica richiesta dal medico devo attendere marzo2016, vuoi vedere che in privato trovo entro il 15 novembre? L’efficienza sta nelle cure giuste col tempo giusto!

  10. Scritto da paolino paperino

    non conosco la situazione nelle altre regioni ma, con i tempi di attesa che abbiamo, per quasi tutte le visite mediche in Lombardia, non mi permetterei di dire “siamo efficienti”… poi magari è vero che la colpa è dello stato, del ministero o comunque di tutti tranne la regione. so che devo aspettare 290 giorni per togliere un neo che potrebbe essere maligno. maroni ha mai chiamato il 800.638.638???

    1. Scritto da pippo

      Se fossimo l’unica regione che deve aspettare tempi biblici sarei d’accordo con la sua analisi, rimane il fatto che per assurdo siamo ancora quelli messi meglio… E penso si faccia riferimento soprattutto al fatto che per le forniture mediche i prezzi siano non standardizzati. La Lombardia, ad esempio, per le siringhe paga 1 mentre la Sicilia paga 10 per la stessa categoria merceologica

      1. Scritto da Fabio

        Comunque quando la sanità non era gestita dai politici, eravamo messi molto meglio.