BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Fine settimana con Dante”: a Palazzo Creberg mostre, letture e spettacoli musicali

Dopo il grande successo delle iniziative di febbraio, la Fondazione Credito Bergamasco conclude il ciclo di celebrazioni per i 750 anni dalla nascita di Dante con “Fine settimana con Dante Alighieri”, una due giorni di eventi, sabato 7 novembre e domenica 8, che vedrà come assoluto protagonista l'Inferno dantesco.

Dopo il successo delle iniziative di febbraio, la Fondazione Credito Bergamasco conclude il ciclo di celebrazioni per i 750 anni dalla nascita del sommo poeta con “Fine settimana con Dante Alighieri”, una due giorni di eventi, sabato 7 novembre e domenica 8, gratuiti e aperti a tutti tra arte, musica, spettacoli e mostre che vedrà come assoluto protagonista l’Inferno dantesco.

“A febbraio nel giro di due giorni sono passate nel Palazzo storico della banca in Largo Porta Nuova circa 1800 persone e le letture dantesche sono state particolarmente apprezzate ­- ha affermato Angelo Piazzoli, segretario generale della Fondazione Credito Bergamasco­ -. Iniziative che penso abbiano fatto bene a Bergamo. Perciò abbiamo deciso di chiudere questo cammino con un nuovo weekend ricco di appuntamenti di notevole rilievo artistico”.

Il Salone principale di Palazzo Creberg ospiterà letture dantesche, rappresentazioni sceniche e concerti musicali.

In particolare, sabato 7 novembre alle 12.30 settanta studenti del Liceo Lussana declameranno alcuni canti dell’Inferno.

Nella Sala Consiliare e nel Loggiato i visitatori potranno invece ammirare “Cartoline dall’Inferno”, disegni realizzati per l’occasione dall’artista Ugo Riva, e “Rino Ferrari/Inferi”, una serie di opere che lo stesso Ferrari realizzò cinquant’anni fa, per il 700° anniversario. “Rino Ferrari è poco conosciuto in Italia perchè ha operato prevalentemente in Francia, ma ha dimostrato una forte vocazione e interesse per Dante, per lui l’Italia è Dante – ha dichiarato Maria Mencaroni Zoppetti, presidente dell’Ateneo di Scienze, Lettere e Arti di Bergamo che ha collaborato all’esposizione della mostra di Ferrari ­. Questa mostra è una grande occasione per condividere lo straordinario patrimonio culturale italiano, che ha in Dante uno dei suoi maggiori rappresentanti. L’ateneo ha voluto presentare un episodio socio­culturale fondamentale per la nostra storia e per quella di tutta Europa”.

Per tutti i visitatori, nella mattina di sabato e domenica, le esposizioni saranno accompagnate da visite guidate, completamente gratuite, tenute dagli studenti del Liceo Classico del Collegio Vescovile Sant’Alessandro di Bergamo.

“La cultura non sembra essere di moda e questa iniziativa può essere un’occasione per rilanciarla ­-  ha spiegato Enzo Noris nella duplice veste di insegnante del Collegio Sant’Alessandro e Presidente della Società Dante Alighieri -­. Gli studenti dovranno mettersi in gioco perché avranno un compito con una valenza pubblica importante, quella di mostrare il valore delle tavole di Rino Ferrari e l’importanza dell’arte e della cultura”.

Alla fine della mostra gli studenti riceveranno dalla banca un contributo, circa 2 mila euro, con cui i ragazzi potranno finanziare iniziative per la loro scuola o per altre organizzazioni che ritengono particolarmente meritevoli. Ad esempio, a febbraio, la somma ricevuta è stata donata in beneficenza.

Oltre agli appuntamenti in sede, la Fondazione Credito Bergamasco organizza anche il “Divin Giro”, un percorso guidato attraverso le vie e i luoghi più significativi di Città Alta per rileggere istituzioni, società e cultura a cavallo del Trecento, al tempo di Dante Alighieri.

Giulia Donati e Luca Stroppa

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.