BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Niente Samsung per 007 James Bond fedele a Sony che è leader nelle console

Respinte le avances di Samsung, 007 continuerà ad usare Sony: il colosso giapponese può anche festeggiare la leadership nel campo delle console, con 4milioni di pezzi venduti contro l'1,7 di Xbox e le 720mila unità di Nintendo.

Tutte le principali notizie tecnologiche di martedì 3 novembre nell’appuntamento quotidiano con il nostro Mister Gadget, alias Luca Viscardi.

Ai rumors che dicevano che Daniel Craig avrebbe voluto solo il meglio per James Bond, e quindi non Samsung o Sony, rispondono i fatti: la produzione del nuovo 007 Spectre ha infatti respinto la proposta di Samsung di 50 milioni di dollari per product placement e ha deciso di mantenere il rapporto con Sony.

Sony che intanto si conferma leader di mercato sulle console: vendute 4 milioni di PlayStation 4 contro 1,7 milioni di Xbox e solamente 720mila unità per Nintendo.

Gli analisti hanno dedotto che Android e Chrome Os si sarebbero fusi entro il 2017: Google però ha smentito con forza la notizia, dicendo che Chrome Os è qui per restare e, in caso di una futura fusione, parallelamente rimarrebbe comunque autonomo. Google che ha anche abbandonato l’idea di aprire un proprio store a New York, sulla scia di Apple e Microsoft.

A proposito di Microsoft per gli utenti Office 365 non sarà più possibile usufruire gratuitamente del servizio di cloud gratuito: niente più storage illimitato e quota gratuita che scende da 15 a 5 giga. Tutto a causa di alcuni utenti che ne hanno abusato, raggiungendo picchi di terabyte assurdi.

L’ultima curiosità arriva dagli Stati Uniti dove acquistando un Nexus 6P, che presto arriverà anche in Italia, in regalo viene dato un buono sconto da 50 dollari per l’acquisto di un Huawei Watch.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.