BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In Bergamasca aumentano le vittime della strada In calo invece gli incidenti

In provincia di Bergamo meno incidenti, ma più vittime della strada. E' il bilancio del rapporto di Aci e Istat che ogni anno fotografano la drammatica realtà delle strade italiane, sempre pericolose nonostante l'evoluzione delle norme di sicurezza e dei controlli.

In provincia di Bergamo meno incidenti, ma più vittime della strada. E’ il bilancio del rapporto di Aci e Istat che ogni anno fotografano la drammatica realtà delle strade italiane, sempre pericolose nonostante l’evoluzione delle norme di sicurezza e dei controlli.

In Bergamasca nel 2014 si sono registrati 55 morti contro i 54 dell’anno precedente. 3891 invece i feriti, in grande calo rispetto ai 4193 del 2013. In rapporto ai veicoli circolanti, si registrano 31,98 incidenti ogni 10.000: 27,6 per le autovetture e 31,1 per le moto.

ITALIA – In tutta la Penisola invece nel 2014 si sono verificati 177.031 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato la morte di 3.381 persone (entro il 30° giorno) e il ferimento di altre 251.147. Rispetto al 2013, il numero di incidenti scende del 2,5%, quello dei feriti del 2,7% mentre per il numero dei morti la flessione è molto contenuta, -0,6%. Nel 2014, in Italia, si sono verificati 177.031 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato la morte di 3.381 persone (entro il 30° giorno) e il ferimento di altre 251.147.

Per la prima volta – e in via sperimentale – è stato anche calcolato il numero dei feriti gravi in incidente stradale in Italia, secondo le indicazioni della Commissione europea. Nel 2014, sulla base dei dati di dimissione ospedaliera, i feriti gravi sono stati circa 15 mila, contro i 13 mila del 2013 (+16%).

Il numero di feriti gravi in incidente stradale ogni decesso, invece, è pari a 4,4 (3,8 nel 2013). Nel 2014 si sono registrati 1.491 decessi tra conducenti e passeggeri di autovetture, seguono motociclisti (704), pedoni (578), ciclisti (273), occupanti di mezzi pesanti (159), ciclomotori (112) e altre modalità di trasporto (64).

I DATI LOMBARDI

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.