BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Strade, arrivano i soldi per Cisano e Zogno Sorte: “In tutto 71,5 milioni”

Prima i 40 milioni da Roma per concludere la variante di Cisano, poi i 31,5 che metterà la Regione per la variante di Zogno. Sono giorni decisivi per due opere viabilistiche fondamentali per la provincia di Bergamo.

Prima i 40 milioni da Roma per concludere la variante di Cisano, poi i 31,5 che metterà la Regione per la variante di Zogno. Sono giorni decisivi per due opere viabilistiche fondamentali per la provincia di Bergamo. Come annunciato dall’assessore regionale alla Mobilità, il bergamasco Alessandro Sorte, martedì è in programma la riunione preliminare del comitato interministeriale a Roma per dare il via libera alla gara europea da 40 milioni di euro per la variante di Cisano.

E’ fissata invece il prossimo 13 novembre la Giunta regionale con cui verrà ufficializzato lo stanziamento di 31,5 milioni di euro per completare l’attesa variante di Zogno, ferma da ormai un anno.

A queste due notizie si aggiunge l’apertura del cantiere per ricostruire il ponte in Val Serina, distrutto da una frana 23 mesi fa. Secondo le previsioni l’opera sarà conclusa all’inizio del 2016, poi finalmente la strada che da Algua porta a Serina potrà essere riaperta. Gli abitanti della valle possono tirare un sospiro di sollievo dopo due anni di disagi: finora infatti sono stati costretti a percorrere una lunga deviazione che ha costretto lavoratori e aziende a sacrifici economici molto importanti. L’incubo presto finirà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MAURIZIO

    Ah, beh. Se ci sono i soldi per un tunnel progettato al ribasso, è tutto risolto… Perizie e progetti rifatti tre volte, indagini della magistratura, appalti all’italiana, ribassi illeciti, preventivi sbagliati, tecnici dalla parcella assicurata ecc. Allo stesso modo, se c’è un Casinò lucido, un centro termale di lusso e un bell’hotel 5 stelle del riccone locale, c’è sviluppo turistico per tutta valle… Infatti, in Trentino è esattamente così. Molto divertente.

    1. Scritto da Kurz

      …infatti, grazie a questi intoppi stradali ho riscoperto il vicino Trentino, dove non andavo più da anni. E adesso chi ci torna più in Valle Brembana?

  2. Scritto da Roger

    Chissà quando le asfaltano le strade, sono anni, anni e anni che non si fa un tubo . Tutti presi dai grandi appalti.

  3. Scritto da Carlo Curto

    Sono passati 23 mesi dalla frana in Val Serina, ce ne vorranno altri 12 per ricostruire il ponte e collaudarlo… Ormai per andare a Oltre il Colle faccio sempre la Valle Seriana e la Val del Riso, con strade più lunghe, ma più veloci. Ce la faranno Serina e i Comuni limitrofi a risollevarsi dopo la batosta di un così prolungato isolamento economico e turistico? Nel frattempo una nota azienda di serramenti in PVC ha già abbandonato la Val Serina per trasferirsi in un Comune di fondo valle.

    1. Scritto da Eh sì

      Si consoli, la Regione i 60 milioni da dare a brebemi li ha trovati senza battere ciglio.

  4. Scritto da arf

    ma cè un altro problema che sarebbero le 3 curve molto pericolose saendo a villa d adda per forza dalla via boschetto bisogna o bypassarle o fare una galleria questi soldi non bastano ancora…auguri

  5. Scritto da Laura

    Speriamo sono più di 50 anni che faccio queste squallide strade , spero sia la volta buona, basta prenderci in giro

  6. Scritto da Alberto

    Speriamo in bene…