BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Non volevo ucciderlo” Ma resta in carcere il barista di via Moroni

Il 56enne ivoriano Guillaume Meles Djedje, il titolare del bar Socraf ha provato a spiegare che l'uomo gli si è gettato addosso con una bottiglia rotta in mano, proprio mentre lui ha preso in mano il coltello. Ma il gip non ha creduto alla sua versione dei fatti e ha convalidato l’arresto

Più informazioni su

Resta in carcere il 56enne ivoriano Guillaume Meles Djedje, il titolare del bar Socraf di via Moroni che venerdì notte ha ucciso con una coltellata il 33enne senegalese Amadou Papa Diouf. Lo ha deciso gip Bianca Maria Bianchi dopo l’interrogatorio di lunedì mattina in carcere.

L’immigrato ha provato a spiegare che l’uomo gli si è gettato addosso con una bottiglia rotta in mano, proprio mentre lui ha preso in mano il coltello, e che non voleva uccidere.

Ma il giudice per le indagini preliminari non ha creduto alla sua versione dei fatti e ha convalidato l’arresto, disponendo la misura della custodia cautelare in carcere, per il pericolo di reiterazione del reato.

Sempre nella mattinata di lunedì, il questore di Bergamo, Girolamo Fabiano, ha inoltre notificato al barista la sospensione per quattro mesi dell’attività ai sensi dell’ex articolo 1 e 100 T.U.L.P.S.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.