BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Malevic e altre mostre Campionaria e pastoralismo Il weekend in città

A corto di idee per il fine settimana? Ecco qui una panoramica sugli appuntamenti in città di sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre tra i quali spiccano il gran finale della Fiera campionaria e il festival del pastoralismo.

Siete a corto di idee per il weekend appena iniziato? Se siete in città vi proponiamo una panoramica sugli appuntamenti imperdibili di sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre, a partire dalla 37esima edizione della “Fiera campionaria”, al polo fieristico di via Lunga. La "fiera delle fiere", ormai tradizionale evento autunnale, si presenta con diverse novità: la manifestazione multisettoriale di Promoberg con il più alto numero di settori merceologici rappresentati torna con tre nuove aree tematiche: una per ristrutturazioni ed edilizia, l’altra per le start-up e una per bambini e famiglie.

In città Alta, invece, proseguono gli appuntamenti con il festival del pastoralismo, con cui Bergamo torna a essere crocevia della transumanza tra la montagna e la pianura. La manifestazione porta all’interno delle Mura Venete, mostre, degustazioni, musica, film, mercatini, greggi e pastori.

Rimanendo in città, sino a sabato mattina sul Sentierone prosegue "La notte dei Vangeli", con lettura continua dei Vangeli sinottici e degli Atti degli apostoli promossa dalle Acli di Bergamo nell’ambito della rassegna culturale "Molte fedi sotto lo stesso cielo".

SABATO 31 OTTOBRE

– Sino alle 11 di sabato 31 ottobre prosegue la lettura continua dei vangeli sinottici e degli atti degli apostoli, promossa nella notte tra il 30 e il 31 ottobre nell’ambito di "Molte fedi sotto lo stesso cielo", rassegna culturale delle Acli provinciali di Bergamo. Uomini e donne diversamente credenti si confronteranno con la vicenda di Gesù di Nazareth. Ininterrottamente dalle 17 di venerdì 30 ottobre fino alle 11 del mattino successivo, sotto la grande Tenda nel Quadriportico del Sentierone (Spazio Creberg, Piazzetta Piave in Bergamo) persone di diverse fedi, età, professioni, nazionalità, credenti e non credenti si alterneranno per leggere un brano ciascuno.

– Sino a sabato 31 ottobre nell’atrio della biblioteca civica Angelo Mai è possibile visitare la mostra "Fabrica anatomica – Il corpo umano nei codici manoscritti e nelle edizioni antiche della Biblioteca Angelo Mai". L’esposizione è aperta dalle 8.45 alle 13. L’iniziativa rientra tra le proposte della 13esima edizione di "BergamoScienza".

– Sino a domenica 17 gennaio alla Gamec, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo è possibile visitare la mostra "Malevic". L’esposizione è aperta da martedì a domenica dalle 9 alle 19; giovedì dalle 9 alle 22; lunedì chiuso. Per avere ulteriori informazioni è possibile consultare il link www.gamec.it/it/mostre/malevic.

– Sino a domenica 1° novembre al polo fieristico di Bergamo è possibile visitare la “Fiera campionaria 2015”. L’ormai tradizionale appuntamento autunnale in fiera festeggia la 37esima edizione con una serie di novità. La manifestazione multisettoriale di Promoberg con il più alto numero di settori merceologici rappresentati torna presentando tre nuove aree tematiche. La prima, che occuperà quasi interamente il padiglione A del polo fieristico e la sua parte esterna (quest’ultima aperta solo durante i fine-settimana), è dedicata al settore dell’edilizia, con uno sguardo particolare al tema delle ristrutturazioni e riqualificazioni. La seconda area riguarda invece lo strategico settore delle “Startup”, ovvero quelle realtà in possesso dei requisiti di “neoimpresa”, interessate a lanciare sul mercato prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico. La terza area tematica è dedicata ai bambini e alle loro famiglie. In una sorta di preview della prossima edizione in programma dal 17 al 20 marzo sempre in Fiera Bergamo, nella hall Ingresso Padiglione A saranno attive una ventina di realtà che animano Lilliput – il famoso villaggio creativo/educativo di Promoberg dedicato ai bambini -, che si alterneranno durante la giornata per la gioia dei più piccoli. Molte le proposte presenti, che vanno dalle attività didattiche in generale, ai laboratori, passando per diversi momenti “spettacolari”, come nel caso dell’esibizione di un coro di bambini. Sempre per i più piccoli saranno a disposizione alcuni gonfiabili, per far divertire i bambini in tutta sicurezza (aperti nei giorni festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; mentre nei feriali dalle 16.30 alle 19. Inoltre, da annotare che, dopo il debutto dello scorso anno, si ripresentano con alcune novità anche i due ristoranti dedicati ai piatti tipici e specialità della Bergamasca e della Valtellina (Ristorante delle Valli, nel padiglione C). Due grandi opportunità enogastronomiche per il pubblico della Campionaria, che potrà così deliziarsi con una gustosissima pausa durante la visita in Fiera. Ad affiancare Promoberg nella realizzazione della 37esima edizione della Campionaria, Credito Bergamasco Gruppo Banco Popolare, Camera di Commercio di Bergamo, Ubi Banca Popolare di Bergamo, Selene Gruppo A2A, Casinò Campione d’Italia, Ascom Bergamo. Gli orari di apertura della Campionaria sono: sabato e domenica dalle 10 alle 22.30; e nei giorni feriali dalle 16.30 alle 22.30; domenica 1 novembre dalle 10 alle 20. L’ingresso è gratuito e il ticket del parcheggio è di 3 euro. Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare Ente Fiera Promoberg telefonando al numero 035.3230911, inviando un fax allo 035.3230910, inviando un’e-mail a info@promoberg.it oppure consultando il sito internet www.promoberg.it.

– Sino a sabato 31 ottobre, nella sede storica dell’ateneo, in piazza Duomo, è possibile visitare la mostra "Rino Ferrari/Inferi". Sabato l’esposizion è aperta dalle 10 alle 19, con ingresso libero. L’esposizione è promossa dall’ateneo di scienze lettere arti di Bergamo e la Fondazione Credito Bergamasco per ricordare Dante Alighieri a 750 anni dalla sua nascita e per ripensare all’abilità di Ferrari. Per avere ulteriori informazioni è possibile consultare il link http://www.rinoferrari.it/inferi/.

– Sino al 5 dicembre alla galleria Ceribelli è possibile visitare la mostra di Lino Mannocci "Stanze". L’esposizione è aperta dal martedì al sabato dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19,30. – Alle 11 e alle 17.30 alla Domus Bergamo di piazza Dante si rinnova l’appuntamento con gli "Show cooking".

– Sino al 1° novembre, al museo Bernareggi, mostra di Franco Bianchetti dal titolo "La via migliore". L’esposizione è aperta da martedì a sabato dalle 15 alle 18; domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 18. Lunedì chiuso.

– Sabato 31 ottobre e domenica 1° novembre prosegue il Festival del pastoralismo, che proporrà eventi sino tutti i week-end sino al 12 dicembre. Sabato 31 ottobre il programma prevede: alle 15 a Porta sant’Agostino un laboratorio di autocostruzione di un corno pastorale musicale di capra o di bovino  che ogni partecipante potrà portare a casa. L’iniziativa è tenuta da Giovanni Mocchi (è previsto un contributo spese di 20 euro per il materiale). È necessaria la prenotazione inviando un sms al numero 3284819895. La sera, alle 20.30 alla sala sopra la porta Sant’Agostino, in viale delle Mura, viene proiettato il film documentario “Alpsummer” di Thomas Horat (Svizzera, 2013, 90 minuti, con sottotitoli in italiano), a cura di Brescia Winter Film Festival. Presenta Davide Torri). Il film illustra in dettaglio la vita quotidiana sugli alpeggi delle Alpi della Svizzera centrale raccontando la storia di quattro famiglie di allevatori. Pur appartenendo a diverse generazioni, gli alpeggiatori gestiscono gli alpeggi secondo le pratiche tradizionali. La loro è una vita orgogliosa, dignitosa ma modesta che contrasta con l’immagine di grande benessere della Svizzera. La pratica dell’alpeggio scandisce un ritmo di attività agricola che rimane legato alle stagioni influenzando profondamente anche gli stili produttivi e di vita nel resto dell’anno e differenziando gli alpeggiatori da altri allevatori. Autentiche musiche tradizionali fanno da colonna sonora al film insieme agli onnipresenti scampanellii dei campani da pascolo di capre e pecore. Per avere ulteriori informazioni e per consultare il programma con i prossimi appuntamenti del festival del pastoralismo accedere al link http://festivalpastoralismo.org/.

– Sino al 14 novembre alla galleria Thomas Brambilla è possibilke visitare la mostra "Der Beste Anfang – Il miglior inizio". L’esposizione è aperta da martedì a sabato dalle 14 alle 19.

– Sino a domenica 1° novembre allo spazio didattico dell’accademia Carrara è possibile visitare la mostra "Oltre i margini, dipinti dal carcere di Zomba". L’esposizione è aperta dalle 10 alle 19.

– Sino a domenica 15 novembre all’oratorio di San Lupo, in via San Tomaso, 7 è possibile visitare l’installazione ambientale Interrelazione cromospeculare realizzata nel 1969 dall’artista Getulio Alviani. L’esposizione è promossa dalla Fondazione Adriano Bernareggi e dalla Gamec, presso cui l’opera è in deposito, e si tiene in occasione della retrospettiva che il museo d’arte contemporanea della città dedica a Kazimir Malevič, maestro dell’astrattismo che, insieme a Mondrian, è stato artista di riferimento per Alviani. "Interrelazione cromospeculare" è tra le opere più significative dell’artista, composta da strutture-specchio verticali che ruotano al passaggio del fruitore e che trasformano l’ambiente in uno spazio caleidoscopico e sempre differente, essendo le pareti colorate con i tre colori primari (rosso, giallo e blu). Un’opera attiva e in continuo divenire, in cui è evidente la costante ricerca di regole e proporzioni geometriche generate da calcoli matematici e contrasti di colori primari o complementari: arte e scienza diventano così campi di ricerca di un rigore estetico che le denota entrambe. L’evento è parte del progetto Tutti Pazzi Per Malevič e del programma di BergamoScienza 2015. L’esposizione è aperta da martedì a domenica dalle 15 alle 18, con ingresso gratuito.

– Sino al 10 gennaio, fa tappa alla sala Viscontea dell’orto botanico "Lorenzo Rota" la mostra itinerante "Seduzione repulsione. Quello che le piante non dicono" organizzata dalla Rete degli Orti botanici della Lombardia. L’esposizione è aperta nelle giornate di sabato, dalle 15 alle 18, e domenica, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

– Sino a sabato 21 novembre, alla galleria Marelia arte moderna e contemporanea è possibile visitare "Parallélépipèdes", mostra dell’artista francese Jean Charasse aperta fino al 21 novembre. Cubi, rettangoli, spazi, sono i resti di architetture, torri, città. Frammenti isolati, assemblati partendo dal basso, dalla terra, posti uno sull’altro fino a slanciarsi verso il cielo e ad immobilizzarsi nelle più disparate direzioni. Il tutto diventa grigio, bianco, ocra e poi nero, congelandosi in un silenzio invisibile. Rivelatori sono i viaggi a New York e in Toscana dove Jean Charasse si trova rispettivamente faccia a faccia con lo skyline avanguardistico di Manhattan e con le torri imponenti di San Gimignano. Architetture che segnano profondamente l’artista portandolo verso quello che diverrà il periodo dei Palallelepipedes. In queste sue sculture, ombre di bianchi e di grigi, quasi monocromi, manifestano una logica sensibile alla sua storia, così da renderci partecipi delle sottili tracce da lui appositamente lasciate, tracce di un racconto che si è andato formando passo dopo passo, forma dopo forma, una sorta di accesso all’essere, e quindi alla vita. L’esposizione si può visitare da lunedì a sabato dalle 15 alle 19,30. Per avere ulteriori informazioni è possibie consultare il link www.galleriamarelia.it/pag.aspx?id=327.

– Sino al 1° novembre all’accademia "Carrara" è possibile visitare la mostra "Oltre i margini – Dipinti dal carcere di massima sicurezza a Zomba, Malawi", promossa a cura di Patrizia Lavaselli e Giovanni Valagussa. Il carcere di massima sicurezza di Zomba in Malawi è stato costruito nel 1905 per accogliere un massimo di 200 prigionieri. Oggi  sono presenti circa 2.300 persone che vivono in condizioni al limite della sopravvivenza. Una condizione comune a diversi carceri del Paese. Gli organizzatori evidenziano che collaborare con queste persone significa scambiare esperienze, imparare reciprocamente, seguire i bambini che vivono rinchiusi con le madri, proporre una possibilità di attività una volta usciti dal carcere. La creazione artistica di oggetti, dipinti, maschere si rivela come uno dei momenti più efficaci. Questi lavori vengono presentati in occasione dell’esposizione per ricordare che sempre, in diversi modi, l’arte è necessaria ed è formidabile motivo di libertà, per non dimenticare la propria identità. La mostra è aperta da martedì a sabato dalle 15 alle 19 e domenica dalle 10 alle 19. A latere della mostra, sabato 24 ottobre dalle 16 alle 18 viene proposto il laboratorio "Danze e percussioni africane", mentre domenica 25 ottobre, sempre dalle 16 alle 18 "Le maschere". Per avere ulteriori informazioni e per effettuare prenotazioni telefonare al numero 035234396 oppure inviare un’email a cobespa@cobespa.it.

– Alle 16 al punto vendita della Libreria Ibs di Bergamo via XX settembre, 93 si tiene un laboratorio creativo per realizzare una fantastica mascherina per il giorno di Halloween con le sabbie colorate dei Sabbiarelli. La partecipazione è gratuita. L’età consigliata è 4-6 anni. Per avere ulteriori informazioni è possibile inviare un’email all’indirizzo di posta elettronica eventibergamo@ibs.it oppure telefonare al numero 035230130.

– Dalle 16 alle 18.30 alla Domus Bergamo di Piazza Dante si rinnova l’appuntamento con "La gioiosa", spazio interamente dedicato ai bambini (0-6 anni), giochi e laboratori dedicati a Expo 2015. – Sabato 31 ottobre dalle 16.30 alle 22 e domenica 1° novembre dalle 14.30 alle 21 all’oratorio di Borgo Santa Caterina si rinnova l’appuntamento con la castagnata. Sarà possibile gustare ottime caldarroste, pane e cotechino, vin brulè, zucchero filato, frittelle e patatine fritte. Sabato sera, inoltre, si potrà cenare in oratorio con uno speciale menù famiglie.

– Alle 16.30 alla Domus Orobica, l’associazione culturale "Alle Radici della Comunità" ospiterà il giornalista e scrittore Maurzio Blondet, che farà una panoramica sugli aspetti di geopolitica e politica interna riguardanti la Russia di Vladimir Putin. La situazione sul Donbass, le attualissime manovre militari in Siria e le riforme interne in merito ad economia, famiglia e crescita demografica sono solo alcuni degli argomenti che verranno toccati durante la conferenza. La Domus Orobica – Spazio sociale identitario è a Bergamo in via Mascagni, 85. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet www.domusorobica.com oppure visualizzare l’evento Facebook al link https://www.facebook.com/events/490756104417950/

– Alle 18 nel complesso monumentale di Astino si tiene una tavola rotonda nella quale ciascuno potrà esprimere la propria esperienza e che cosa ha rappresentato la stagione di Expo in Astino. Intervengono Gian Arturo Rota – Decennale Veronelli, S-Link oltre agli altri operatori presenti nella struttura, Elav, Forme, Istituto Musicale “Donizetti”, Dott. Gabriele Rinaldi dell’”Orto Botanico”, Agnelli Metalli, Foppapedretti, Dronica, Mario Rovaris per il complessivo progetto agrario, un rappresentante degli affittuari (Azienda Agricola Arrigoni Beatrice), un rappresentante della StraBergamo, un rappresentante dell’Usci Bergamo – Unione Società Corali della Lombardia, il Gruppo Guide Città di Bergamo e gli altri operatori che intendono partecipare.

– Dalle 19, al circolo Maite, in vicolo sant’Agata (Bergamo Alta): "Cinetwin", dj set con i Twin Bros. – Alle 21 all’auditorium del centro sociale di Loreto si inaugura il nuovo progetto di Pandemonium Teatro, che quest’anno, oltre al consueto teatro ragazzi, attiva sul territorio una rassegna dedicata a giovani e adulti con una programmazione serale che presenterà novità e riprese del Pandemonium Teatro. "Posto unico" propone infatti produzioni storiche, lavori mai visti e altri spettacoli che nella nostra città sono stati poco visti (o per nulla) in fascia serale. Un cartellone che proseguirà fino ad aprile confermando il motto che spinge il lavoro della Compagnia di quest’anno: “Nativi Teatrali, un teatro per tutti”. L’obiettivo è quello di raggiungere il pubblico nei luoghi e nelle diverse fasce d’età, con una proposta accessibile anche nel prezzo, 6 euro, per promuovere il teatro e stimolare la presenza dei giovani. Il primo spettacolo della serie, in scena sabato 31 ottobre alle 21 all’auditorium del centro sociale di Loreto, è “Barbablù”, portato in scena da Albino Bignamini nel dicembre 1995 e presentato poi ufficialmente nell’ambito di Segnali (maggio 1996). Vent’anni di vita di uno dei lavori più rappresentativi di Bignamini, che ancora oggi non smette di stupire per la sua grande capacità di comunicare la contemporaneità. Una fiaba horror per bambini e adulti coraggiosi dove grasse risate si alternano a momenti di grande suspense, mentre a tratti, qualche incognita stimola riflessioni inattese. Per avere ulteriori informazioni e per prenotarsi contattare Pandemonium teatro telefonando al numero 035.235039 o inviando un’email a info@pandemoniumteatro.org.

– Alle 21, al Barrio (Campagnola) si tiene un concerto di Daniele Isola. Dopo l’uscita del disco “Luna di Miele per 3″, la partecipazione al Capitalent di Radio Capital, al Deejay OnStage di Radio Deejay e al Mei di Faenza, il cantautore si esibisce live in acustico al Barrio.

– Alle 21, al Cineteatro San Giovanni Bosco di Colognola, avrà luogo lo spettacolo "Sotto spirito" di e con Alberto Patrucco. L’artista alternerà monologhi a canzoni (tradotte in italiano ) di Georges Brassens. I testi sono di Alberto Patrucco e Antonio Voceri, mentre le musiche di Georges Brassens. Ad accompagnare la serata sarà la musica di Daniele Caldarini (pianoforte, tastiere e programmazione) e di Francesco Gaffuri (contrabbasso e basso elettrico). Un’alchimia di comicità e di emozioni in cui all’incalzante ritmo del monologo segue la genialità e l’ironia di Brassens. Un’esibizione che parte da lontano per approdare sulle sponde della più stretta attualità Uno sguardo comico, disilluso, a volte corrosivo, che non rinuncia alla poesia e alla musica. Il biglietto di ingresso è di 10 euro (intero) e di 7 euro (ridotto). Il cineteatro San Giovanni Bosco è a Bergamo in via San Sisto, 9. Per avere ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero 035.312588, inviare un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica infosansist@alice.it oppure consultare il sito internet www.parrocchia-colognola.it.

– Alle 21, alla basilica di Sant’Alessandro in Colonna, l’Unione Nazionale Cavalieri d’Italia – U.N.C.I. organizza un concerto con il Coro Val San Martino di Cisano Bergamasco. L’iniziativa, promossa in commemorazione del centenario dell’inizio della grande guerra mondiale (1915-18), si propone come occasione per ripercorrere la nascita ed alcune vicende legate agli Alpini e a ciò che amano più di ogni altra cosa: il cappello. Ecco di seguito un elenco indicativo dei canti che il Coro propone intercalati al racconto: "Aprite le porte" (Paci), "Sul cappello" (Cordini), "La leggenda del Piave" (Paci), "Dove" (Maiero), "Ai preat" (Pigarelli), "Monte Canino" (Pigarelli), "Tapum" (Tiberi), "Sul ponte di Perati" (Gervasi), "Monte Pasubio" (De Marzi), "L’ultima notte" (De Marzi), "Ti ricordo" (Maiero), "Benia Calastoria" (De Marzi), "Io resto qui" (Vacchi), "La ballata" (Giacuzzo) e "Sul Pajon" (Appiani). – Dalle 21.30 allo spazio Polaresco l’appuntamento è con "Psycho Fluo Halloween party", promossa da Uni+, Gruppo Risciò e Bar del Polaresco – Café de la Paix. In programma un concerto di "Minosse Sexy Club", per una serata all’insegna dell’alternative rock. A seguire Dj set trash/commerciale. L’entrata è libera, con gadget fluo gratuiti per tutti. È previsto un premio per il miglio costume della serata. – Dalle 22.30 all’Edoné: "Halloween invasion at Edon", con zombie Buskers, mostri e sputafuoco, stand per trucco horror gratuito e 4 diversi dJ set.

– Dalle 23, al Clash Club: "Halloween erasmus party", promosso da Aegee – Association des Etats Généraux des Etudiants de l’Europe – European Students’ Forum (Forum degli Studenti Europei) e Bergamo Spring Break. Nella sala 1 l’appuntamento è con "The Color Party crew", serata all’insegna della musica di Stefan G (commerciale/edm), Pog (commerciale / pop), con Epo The Thaker (voice), mentre nella sala 2, "I Fought the Law – Big Boss Maciste" (Indie/Rock/Pop). Da ricordare che quest’anno al Clash Club la tessera non si paga (per ulteriori informazioni e per il tesseramento accedere al sito internet www.clashclub.it). Il biglietto di ingresso è di 10 euro (con tessera universitaria e drink incluso); 12 euro, con consumazione (ridotto, con ingresso entro le 22.15); e 15 euro, con consumazione (intero). Per avere ulteriori informazioni e per prenotarsi telefonare al numero 3349987933. Bisogna portare con sè un documento di riconoscimento.

DOMENICA 1° NOVEMBRE

– Dalle 9 alle 18 in piazzale Goisis (vicino allo stadio) vengono allestite "Le bancarelle del Forte", del consorzio Forte dei Marmi, impegnato per portare nelle varie città italiane l’alta qualità dei prodotti e i prezzi convenienti. Sarà possibile trovare capi d’abbigliamento in stock, passando per quelli pret-a-porter, fino a qualsiasi stoffa firmata; non mancano poi scarpe, borse, portafogli e accessori in pitone e coccodrillo, biancheria per la casa, articoli vintage, capi artigianali e maglieria in cachemire, intimo e porcellane, proponendole a tutte quelle persone che per questioni di lavoro, tempo o distanza, non possono visitarlo nella sede storica del mercoledì in Versilia.

– Domenica 1° novembre prosegue il Festival del pastoralismo, che proporrà eventi sino tutti i week-end sino al 12 dicembre. Domenica 1° novembre il programma propone: alle 10 alla sala convegni di Porta Sant’Agostino si tiene la presentazione-dibattito del volume "Cibo e identità locale", di Michele Corti, Sergio de la Pierre e Stella Agostini edito dal Centro Studi Valle Imagna (2015). Polenta (di mais antichi) e stracchino all’antica sono due pilastri dell’alimentazione contadina bergamasca (e lombarda) e di una rinascita locale, non solo agroalimentare ma culturale e sociale: se ne parla in occasione dell’iniziativa. Oltre a Michele Corti, Sergio de la Pierre e Antonio Carminati (direttore Centro Studi Valle Imagna) ci saranno i protagonisti delle esperienze (illustrate nel libro) di Corna Imagna (recupero e valorizzazione dello stracchino all’antica) e di Gandino (recupero e valorizzazione del mais spinato). Non mancheranno i prodotti con il loro inconfondibile gusto. Si ricorda che domenica non è possibile salire in auto a città alta tra le 10 e le 12 e tra le 14 e le 19. Prima delle 10 e tra le 12 e le 14 è possibile entrare in città alta (dalla Porta Sant’Agostino) e parcheggiare  sul Viale delle Mura o su Via della Fara. Per avere ulteriori informazioni e per consultare i prossimi appuntamenti con il festival del pastoralismo è possibile accedere al link http://festivalpastoralismo.org/.

– Dalle 14.30 si rinnova l’appuntamento con la tradizionale castagnata in Valverde. Sarà possibile degustare le caldarroste e specialità d’autunno.

– Alle 16.30 al teatro San Giorgio va in scena lo spettacolo "1,2,33 cosa c’è nel palazzo del re", a cura del Teatro Prova, all’interno della rassegna "Giocarteatro". Principi e principesse, re e regine, tavole imbandite per ogni occasione: questo è molto altro si trova nei palazzi reali. Tante sono le storie del mondo principesco e ci sono anche regole speciali da rispettare. Ma quali sono i compiti di un principe? Lo spettacolo è rivolto ad adulti e bambini dai 3 anni in su.

– Alle 16.30 all’auditorium di Piazza Libertà va in scena lo spettacolo di etatro epr bambini "Il lupo, l’orco e la strega" con Sergio Rocchi e Osvaldo Arioldi, a partire dai 3 anni. Per avere ulteriori informazioni: inviare un’email a iteatrideibambini@gmail.com oppure telefonare al numero 339.6721522.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.