BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aereo russo precipita sul Sinai: 224 morti Esclusi atti terroristici

Un Airbus 321 della compagnia russa Kogalymavia decollato dall'aeroporto egiziano di Sharm el-Sheikh e diretto a Sdan Pietroburgo si è schiantato sabato mattina sul Sinai con a bordo 224 persone.

Più informazioni su

Un Airbus 321 della compagnia russa Kogalymavia decollato dall’aeroporto egiziano di Sharm el-Sheikh e diretto a Sdan Pietroburgo si è schiantato sabato mattina sul Sinai con a bordo 224 persone.

Una ventina di minuti dopo il decollo, avvenuto alle 5.51 ora italiana, il volo 7K9268 è sparito dai radar: poco prima i piloti avevano mandato un segnale di emergenza ai controllori del traffico aereo turco, chiedendo la possibilità di atterrare immediatamente nell’aeroporto più vicino.

In un primo momento si era diffusa la notizia che potesse essere stato abbattuto dalle forze dello Stato Islamico, voce poi smentita da fonti di sicurezza egiziane che hanno escluso qualsiasi tipo di atto terroristico e imputato l’incidente a un’avaria o un guasto tecnico.

I resti dell’Airbus sono stati ritrovati in una zona montuosa del Sinai centrale: l’aereo si sarebbe spezzato in due e poi sarebbe andato completamente distrutto con l’impatto al suolo. Le vittime sono tutte di nazionalità russa: il presidente Valdimir Putin ha espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime a dato mandato al ministro Medvedev di istituire una commissione di governo che faccia luce sull’incidente mentre parallelamente è stata aperta un’inchiesta.

La Kogalymavia serve anche gli aeroporti italiani di Treviso e Rimini col nome di Metrojet: in passato ha già avuto un incidente mortale nel gennaio del 2012 quando un velivolo prese fuoco nell’aeroporto di Surgut, causando tre vittime, e un atterraggio d’emergenza in Iran a causa di problemi al carrello e alla coda nel 2010 nel quale rimasero ferite una quarantina di persone.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.