BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cosa ci fa un cammello “parcheggiato” a Ponte San Pietro?

Secondo qualcuno era scappato dal Parco Faunistico Le Cornelle, in realtà si è scoperto essere appartenente alla compagnia circense da poco giunta in paese

Che ci fa un cammello a Ponte San Pietro? Se lo saranno chiesto in molti passando per strada e osservando il gobbuto mammifero ‘parcheggiato’ in via San Clemente, nelle vicinanze del centro ‘La Proposta’.

C’era chi addirittura ipotizzava una fuga dal Parco Faunistico Le Cornelle di Valbrembo, distante lo spazio di pochi chilometri. E invece, nulla di tutto ciò: il simpatico animale si è scoperto appartenente alla compagnia circense da poco giunta in paese. Senz’altro una bella trovata pubblicitaria che – inutile dirlo – piacerà gran poco agli animalisti bergamaschi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Contardo

    Ai cani, gatti, cavalli, asini, muli e buoi è mai stato chiesto cosa ne pensano quando vengono adibiti ad animali di compagnia o da lavoro. Provate a farlo, ma con buone maniere e da persone civili. Poi raccontatemi che cosa vi hanno risposto

  2. Scritto da federica

    Ma al di la dei soliti commenti… è stata fatta denuncia per maltrattamento???

  3. Scritto da cinzia

    Prima di prendervela con gli animalisti, voi che andate al circo, informatevi su COME gli vengono fatte imparare le cose. Vengono picchiati e maltrattati, fare i pagliacci non è nella natura animale. Ignoranti, informatevi.

  4. Scritto da Marco

    sono il proprietario del circo il dromedario non lo abbiamo messo lì per pubblicità ma è stato lo scherzo di un gruppo di extracomunitari che allontanati perché ubriachi e pretendevano di entrare senza pagare il biglietto hanno aperto il recinto facendolo fuggire ma essendo abituato non si è allontanato se non di 20 mt fino a raggiungere il supermercato qua affianco. Dopo pochissimo è rientrato da solo nella sua recinzione. Vogliate comunicarlo ai giornalisti grazie a tutti

  5. Scritto da Ciccio Ciccio

    Ci risiamo… ma vi siete guardati intorno? Visto quanti animali bipedi … che pensano di essere umani…. SE SOLO AVESSIMO la stessa CURA PER GLI UMANI COME “PENSIAMO” DI AVERLA PER GLI ANIMALI … SAREMMMO IN UN MONDO IDILLIACO! Animalisti da strapazzo! Andate al circo e godete del piacere di vedere come quelli che voi chiamate animali sono molto più CAPACI E INTELLIGENTI di VOI!!!

  6. Scritto da Geppo

    Il cammello è un animale domestico…..allora impediamo ai possessori di cani di tenerli in giardino???

  7. Scritto da Giovanna

    Gli animali non sono cose, né soprammobili. Ci sono tanti modi di fare pubblicità senza utilizzare esseri che non possono neanche scegliere se essere d’accordo o no…… Un pupazzo sarebbe andato benissimo…… se proprio.

  8. Scritto da Nicola

    I circhi con animali sono una barbarie.
    Da chiudere subito.
    In molti Paesi d’Europa ed in molti comuni italiani non sono ammessi.