BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Accecato dalla gelosia mette microspia in auto alla moglie: condannato

E' stato condannato a due mesi con pena sospesa il 45enne bergamasco che, esasperato dalla gelosia, controllava la moglie con una microspia nella sua auto e un programma installato nel suo telefonino per intercettare chiamate e messaggi.

Più informazioni su

E’ stato condannato a due mesi con pena sospesa il 45enne bergamasco che, esasperato dalla gelosia, controllava la moglie con una microspia nella sua auto e un programma installato nel suo telefonino per intercettare chiamate e messaggi.

La vicenda risale allo scorso anno. L’uomo aveva messo sotto controllo la consorte, dopo un periodo di discussioni e in cui il rapporto era ormai logoro. La donna, una 40enne di Bergamo si era però accorta dell’apparecchio nella vettura e, sospettando che fosse stato l’uomo a metterlo, si è rivolta ai carabinieri per sporgere denuncia.

Il 45enne è così finito sotto inchiesta con l’ipotesi di reato di interferenza illecita nella via altrui. Al termine del processo, celebrato con il rito abbreviato (che prevede lo sconto di un terzo sulla pena finale), l’ormai ex marito della 40enne (sono in via di divorzio) è stato condannato a due mesi con pena sospesa solo per l’episodio dell’auto.

Il giudice per l’udienza preliminare, Ezia Maccora, ha però riqualificato l’accusa in violenza privata, perchè non ha considerato la vettura come luogo di privata dimora, come attestato da una sentenza della Corte di Cassazione per una vicenda simile.

Per l’episodio del cellulare, invece, l’uomo è stato assolto: il giudice non ha ritenuto provato che fosse stato lui a inserire il programma per controllare i movimenti della consorte.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.