BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stop ai contenziosi tra gli aeroporti di Bergamo, Brescia, Verona

Le società Sacbo, Catullo e Save, che gestiscono rispettivamente gli aeroporti di Bergamo-Orio al Serio, Verona e Montichiari, hanno comunicato di aver perfezionato tutti gli adempimenti volti a rimuovere i contenziosi pendenti tra le tre Società e legati alla concessione dell’aeroporto di Brescia Montichiari

Le società Sacbo, Catullo e Save, che gestiscono rispettivamente gli aeroporti di Bergamo-Orio al Serio, Verona e Montichiari, hanno comunicato  di aver perfezionato tutti gli adempimenti volti a rimuovere i contenziosi pendenti tra le tre Società e legati alla concessione dell’aeroporto di Brescia Montichiari, arrivando così alla definitiva composizione delle controversie pendenti rispettivamente davanti al Consiglio di Stato ed al Tribunale Civile di Milano.

Già nei giorni scorsi si parlava di una "pace" tra Bergamo, Brescia e Verona dopo la lite per la gestione di Montichiari. Una intesa legata all’intervento del ministro delle infrastrutture e trasporti Graziano Delrio che, in sintonia con l’Enac stava lavorando affinché la Sacbo, la società di gestione dell’aeroporto di Bergamo, ritirase il ricorso nei confronti di Save e Aerogest, società di gestione dell’aeroporto di Verona, per la gestione dell’aeroporto di Brescia, oggetto del contendere. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gigi

    A me pare che il contenzioso fosse uno solo ed era quello intentato da SACBO. E solo la paura che gli si potesse ritorcere contro (mettere in gara europea anche lo scalo di Orio) li ha convinti a ritirarlo.
    Non mi sembra che SAVE abbia ritirato il commento di “furbetti del quartierino” rivolto a SACBO e ai suoi azionisti.
    Nulla comunque impedisce alla Corte di Giustizia Europea di metterci gli occhi, e allora ne vedremmo delle belle…

  2. Scritto da Volemossebbene

    Non è che l’ipotesi che dalla corte europea potesse arrivare l’obbligo di una gara pubblica ha fatto diventare tutti amici ?

  3. Scritto da www

    Vai. Vai Delrio, sicunt sit meliora tempora