BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Siglata nel nome di Malevic intesa confindustriale tra Bergamo e Russia fotogallery

Si è svolto nella mattinata di mercoledì 28 ottobre l'incontro tra i leader di Confindustria Bergamo e Confindustria Russia per la firma del patto che sancisce ufficialmente la collaborazione tra le due realtà.

Si è svolto nella mattinata di mercoledì 28 ottobre l’incontro tra i leader di Confindustria Bergamo e Confindustria Russia per la firma del patto che sancisce ufficialmente la collaborazione tra le due realtà.

Nel contesto esclusivo della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo (GAMeC) il Presidente di Confindustria Russia Ernesto Farlenghi e il Presidente di Confindustria Bergamo Ercole Galizzi hanno reso noto l’interesse concreto  ad approfondire e sviluppare i rapporti di business tra le due Associazioni.

A fare gli onori di casa il Presidente di GAMeC Alberto Barcella, orgoglioso di ospitare l’incontro proprio nel periodo in cui la Galleria è interamente dedicata all’esposizione delle opere del grande artista sovietico Maleviĉ.

“La collaborazione tra Bergamo e Russia fa fede ad un grande spirito di amicizia che ci lega, – afferma Ferlenghi – Si tratta di un percorso naturale, un ponte che lega le industrie bergamasche e quelle russe le cui basi sono state gettate molti anni fa”.

“Il nostro è un rapporto di cooperazione storico – continua Galizzi – soprattutto in termini di export. Si lavorerà nella direzione di un ampliamento e rafforzamento dei legami economici, nell’identificazione di nuove oppurtunità di business”.

All’incontro sono intervenuti anche il Direttore generale di Confindustria Bergamo, Guido Venturini, e John Motta, Representative of ­Confindustria Russia. “Se ci si muove assieme nella stessa direzione, le cose avvengono, il patto ne è un esempio. Stiamo costruendo il dopo crisi con l’unico obiettivo di far tornare le nostre industrie a fatturati importanti – spiega Venturini – la collaborazione con la Russia rappresenta una grande oppurtunità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.