BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Processo a Calderoli, il pm: “Il Senato non doveva discutere della diffamazione”

Il pubblico ministero Gianluigi Dettori ha chiesto ai giudici di sollevare il conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato di fronte alla Corte costituzionale in merito al processo che vede imputato Roberto Calderoli.

Più informazioni su

Il pubblico ministero Gianluigi Dettori ha chiesto ai giudici di sollevare il conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato di fronte alla Corte costituzionale in merito al processo che vede imputato Roberto Calderoli. Il senatore leghista è accusato di aver offeso l’ex ministro Cécile Kyenge per le parole pronunciate dal palco della festa della Lega di Treviglio il 13 luglio del 2013. «Ogni tanto smanettando con Internet, apro “Governo Italiano”, e mi viene fuori la Kyenge — aveva detto Calderoli — Io resto secco. Io sono anche un amante degli animali, per l’amor del cielo. Ho avuto le tigri, gli orsi, le scimmie, e tutto il resto. I lupi anche ho avuto. Però quando vedo uscire… delle sembianze da orango, io resto ancora sconvolto”.

Come riporta il Corriere della Sera Bergamo il magistrato sostiene che la scelta del Senato di discutere nel merito l’accusa a Calderoli, processabile non più per aggravante razziale ma solo per diffamazione, sia sbagliata. I giudici decideranno il 24 novembre se sollevare il conflitto di fronte alla Suprema Corte.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da romano67

    Degli scandali di mafia capitale se ne parla 3 giorni, di un ridicolo insulto 12 mesi…..
    Italiano popolo bue.

    1. Scritto da Benaltrista

      Come benaltrista professionista questa volta stai proprio deragliando , TV e giornali non fanno altro che parlare di Marino quando mafia capitale in termini di polotici e di birbantoni matricolati è tutta roba degli amici tuoi con i quali condividevi le pajate !! L’articolo parla di Calderoli , stai sul pezzo.

      1. Scritto da romano67

        Secondo me sei tu che deragli, innanzitutto io non ho amici tra politici,nemmeno Calderoli, per quanto riguarda mafia capitale e scandalo immigrati non ho ancora visto un condannato,anzi chi deve dare le dimissioni ci ripensa puntualmente…..

        1. Scritto da Benaltrista

          Ti ricordo che forrest gump Marino non è neppure indagato , sono gli altri che hanno una pesantissima indagine in corso e stanno per andare a processo. Tra i politici è’ la destra e l’estrema destra il nocciolo dei grandi protagonisti di mafia capitale.Tanto per la precisione.

          1. Scritto da romano67

            Vedo che lei continua a schierarsi ,ma a me della sua tendenza politica non frega niente, destra o sinistra non mi importa,vedremo come va a finire, ma lo so già, nessuno farà un giorno di carcere! Questa è l’Italia.

  2. Scritto da peter

    per me il vero problema è che siamo qui ancora a parlare (ed a spendere soldi pubblici) per questa storia… l’insulto è stato talmente evidente e pesante che secondo me, in un paese normale, per arrivare ad un giudizio (definitivo) ed una condanna (eventuale) sarebbe dovuto bastare un giudice di pace.

  3. Scritto da Kurz

    Certo che fra le “sparate” dell’allora Ministro per le semplificazioni, e quelle del suo collega Buonanno, che si presenta in TV con la pistola per incentivare la detenzione di armi, siamo già oltre la soglia della decenza.

    1. Scritto da argomento

      Lei avrà anche ragione ma l argomento è un altro..altrimenti finiamo come sempre al trota e ai diamanti!

  4. Scritto da Scapigliato

    Io invece trovo scandaloso che un potere dello Stato (il legislativo) abbia gestito così una vicenda di inqualificabili insulti.

  5. Scritto da vacario

    O aveva un pessimo insegnate o era un pessimo studente. Si legga la costituzione prima di commentare.

  6. Scritto da Arturo

    Una volta a scuola mi avevano insegnato che lo stato italiano era diviso in 3 poteri il potere legislativo del parlamento, il potere esecutivo del governo che agiva in base alle decisioni del parlamento, il potere giudiziario che applica le leggi approvate dal parlamento.Tutti e 3 autonomi tra loro!Trovo che un magistrato che dice al parlamento sovrano ed eletto dal popolo,a differenza sua,ciò che deve fare sia uno scandalo!

    1. Scritto da dionigi

      Bravo! A scuola hai proprio capito tutto sulla separazione dei poteri: sono tre distinti ed autonomi. Solo che due stanno sopra e uno sotto. Perché non eletto dal popolo sovrano.

    2. Scritto da Baloo

      E la Corte Costituzionale che ci sta a fare ?

    3. Scritto da Ein Audi

      La Costituzione Italiana specifica di ciascun soggetto dello Stato poteri e limiti. Ed è l’art. 134 che attribuisce alla Corte Costituzionale il potere di giudizio sui conflitti di competenza tra gli organi repubblicani.