BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Movimento 5 Stelle e Forza Italia insieme per il registro della bigenitorialità

Il Movimento 5 Stelle e Forza Italia ribadiscono con forza la richiesta di istituzione di un registro della bigenitorialità.

Più informazioni su

Una comunicazione al padre e una alla madre per garantire una pari opportunità negli interessi dei figli. Il Movimento 5 Stelle e Forza Italia ribadiscono con forza la richiesta di istituzione di un registro della bigenitorialità. La mozione è stata presentata qualche mese fa, ma è finita nel dimenticatoio.

Ora, forti dell’alleanza tra i due gruppi consiliari, si pone nuovamente il tema all’attenzione del Consiglio. “E’ un’iniziativa che nasce da lontano, soprattutto per merito delle associazioni – spiega il capogruppo del Movimento 5 Stelle Marcello Zenoni -. Come purtroppo avviene per le nostre iniziative è stata messa nel dimenticatoio. Era un documento costruttivo e condivisibile. Ci crediamo molto”. Fabio Gregorelli, consigliere pentastellato, spiega la proposta: “Il registro in realtà mette al centro il figlio. Prevede l’obbligo di una doppia comunicazione da parte delle istituzioni per informare entrambi i genitori. Sembra una banalità eppure ci sono stati più volte problemi”.

“Quando ho visto che il Movimento 5 Stelle ha presentato questa mozione ne sono stata estremamente felice – commenta la consigliera Alessandra Gallone -. E’ una battaglia che porto avanti da molto tempo per cui abbiamo deciso di rompere gli indugi e di far conoscere questa iniziativa. In Senato sono stata relatrice di un disegno di legge che andava all’affido condiviso”.

Francesco Dauria dell’associazione Adiantum, plaude l’iniziativa dei due gruppi consiliari: “La bigenitorialità è un diritto del bambino e non del genitore. Un diritto di ricevere cure e affetti dai genitori indipendentemente dallo stato civile. Non sempre la legge attuale garantisce pari opportunità ai padri e alle madri. Averla nella città di Bergamo sarebbe un grande inizio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.