BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cacciari, Sini, Ronchi e… Al via il nuovo corso di filosofia di Noesis

Da martedì 10 novembre prende il via il nuovo corso di filosofia promosso da "Noesis", libera associazione per la diffusione e lo studio delle discipline filosofiche. Sino a martedì 19 aprile in programma conferenze settimanali con docenti ed esperti come i filosofi Massimo Cacciari, Carlo Sini e Rocco Ronchi.

Massimo Cacciari, Carlo Sini e Rocco Ronchi sono tra gli ospiti del nuovo corso di filosofia promosso da Noesis, libera associazione per la diffusione e lo studio delle discipline filosofiche.

Il ciclo di conferenze dell’anno 2015-2016 si terrà da martedì 10 novembre a martedì 19 aprile, proponendo incontri settimanali con docenti ed esperti, mentre per la chiusura c’è un appuntamento finale giovedì 28 aprile a Caravaggio.

Il tema filo-conduttore di quest’anno è "Homo sum – humani nihil a me alienum puto ("Sono un uomo, e nulla di ciò che è umano mi è estraneo"), che invita a riflettere sull’esigenza umana di seguire e ampliare gli aleteìs logoi, discorsi di verità antichi, frenata ai nostri giorni dal “postmoderno”, che vuole scrollarsi il gravame dei secoli, gettando nel cestino quanto di solido si era costruito.

L’apertura è in programma martedì 10 novembre alle 20 al centro congressi "Giovanni XXIII" di Bergamo e vede protagonista Mario De Caro, professore di filosofia morale all’Università di Roma Tre e collaboratore con diversi quotidiani e Rai Scuola, che interverrà sul tema "Homo sum, quia liber".

Seguirà un ricco calendario di appuntamenti, che avranno luogo principalmente all’auditorium del liceo scientifico "Mascheroni" di Bergamo.

In cartellone ci sono 20 incontri, con numerosi e autorevoli relatori, tra i quali spiccano: il filosofo e accademico Massimo Cacciari, che martedì 23 febbraio sarà all’auditorium "Modernissimo" di Nembro per sviluppare una riflessione su "Il dramma dell’umanesimo"; il filosofo e accademico Rocco Ronchi, che martedì 1° marzo all’auditorium del liceo "Mascheroni" interverrà sul tema "L’uomo, un segno"; e il filosofo e accademico Carlo Sini, che martedì 19 aprile all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni" sul tema "L’uomo, l’animale, l’automa", per l’ultima conferenza annuale del martedì.

La chiusura, infine, sarà giovedì 28 aprile alla chiesa di sant’Elisabetta a Caravaggio, con Padre Ermes Ronchi, teologo dell’Ordine dei Servi di Maria; autore di libri su temi biblici e di spiritualità.

Ecco il calendario completo del ciclo di conferenze 2015/2016.

NOVEMBRE 2015

– Martedì 10, alle 20 al centro congressi "Giovanni XXIII" di Bergamo, si tiene l’apertura del corso 2015/2016: "Homo sum, quia liber", con Mario De Caro (Filosofia morale, Università di Roma Tre; collaboratore con diversi quotidiani e Rai Scuola);

– Martedì 17, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Il postumano: un nuovo paradigma per l’umanità del ventesimo secolo", con Giovanni Leghissa (Epistemologia delle scienze umane e Filosofia della cultura, Università degli Studi di Torino; attività di ricerca tra razionalità economica e razionalità politica);

– Martedì 24, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Umanesimo digitale: oltre le maschere dell’identità", con Adriano Pessina (Bioetica e Filosofia morale, Università Cattolica del Sacro Cuore; nel direttivo della Rivista di Filosofia Neo-Scolastica).

DICEMBRE 2015

– Martedì 1°, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Alle origini del genere umano. Sul mito di Prometeo", con Umberto Curi (Storia della filosofia, Università degli studi di Padova; membro del Consiglio Direttivo della Biennale di Venezia). Richiesta prenotazione;

– Martedì 15, alle 20 alla chiesa di San Sepolcro di Astino, a Bergamo: "’Ecce homo’, gloria di un’umanità ferita", con monsignor Patrizio Rota Scalabrini (Facoltà teologica dell’Italia settentrionale di Milano e seminario teologico di Bergamo; docente di esegesi, teologia biblica ed ebraico biblico).

GENNAIO 2016

– Martedì 12, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Nessuno è infelice se non per colpa propria", con Armando Massarenti (Logica ed epistemologia; responsabile della pagina "Scienza e filosofia" del supplemento culturale de "Il Sole 24 Ore" e membro dell’Osservatorio di bioetica della fondazione Einaudi);

– Martedì 19, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Identità e diversità nelle metamorfosi di Europa", con Mauro Ceruti (Filosofia della scienza; direttore del dipartimento di studi classici, umanistici e geografici alla Iulm di Milano);

– Martedì 26, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Magnum miraculum est homo. Spunti dal Rinascimento", con Marco Pellegrini (Storia moderna e storia del Rinascimento, Università degli Studi di Bergamo; collaboratore in una ricerca internazionale sul Collegio cardinalizio tra Medioevo e Rinascimento).

FEBBRAIO 2016

– Martedì 2, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico "Mascheroni” di Bergamo: "L’animale politico", con Gianluca Briguglia (Storia del pensiero politico medievale e moderno, Accademia Austriaca delle Scienze di Vienna; scrive per il domenicale de "Il Sole 24 Ore");

– Venerdì 12, alle 20 all’auditorium del liceo Scientifico “Mascheroni” di Bergamo, in collaborazione con la Società Dante Alighieri – Bergamo: "L’umanesimo di Dante", con Thomas Persico (Dottorando di ricerca in studi umanistici interculturali, Università di Bergamo; vicepresidente della Dante Alighieri di Bergamo);

– Martedì 16, alle 20 all’auditorium liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Più in alto della realtà, alla ricerca dell’uomo. Heidegger, Sartre, Patočka", con Vincenzo Costa (Filosofia teoretica, Università del Molise; studioso del pensiero contemporaneo e della tradizione fenomenologica);

– Martedì 23, alle 20.30 all’auditorium "Modernissimo" di Nembro: "Il dramma dell’umanesimo", con Massimo Cacciari (Fondatore, primo preside e professore emerito della facoltà di filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele; membro dell’istituto italiano per gli studi filosofici di Napoli e del Collège de Philosophie di Parigi). Richiesta prenotazione.

MARZO 2016

– Martedì 1°, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "L’uomo, un segno", con Rocco Ronchi (Filosofia teoretica, Università degli Studi dell’Aquila; critico, saggista di formazione fenomenologica; visiting professor all’ Università Hosei Tokyo);

– Martedì 8, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "L’uomo quale praxis?", con Fabio Minazzi (Filosofia teoretica ed epistemologia e filosofia della comunicazione, Università degli Studi dell’Insubria; direttore della rivista "Il Protagora");

– Martedì 15, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Vivere la distanza. L’uomo alla luce dell’alterità", con Marcello Ghilardi (Estetica, Università degli Studi di Padova; membro del gruppo di ricerca sull’immaginario "Orbis Tertius" dell’Università di Milano- Bicocca);

– Martedì 22, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Homo ridens et homo ridiculus: il riso è il proprio dell’uomo", con Andrea Tagliapietra (Storia della filosofia, Università Vita-Salute San Raffaele; collabora con varie testate giornalistiche). APRILE 2016 – Martedì 5, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Nessuna immagine mi è estranea: il godimento dell’arte", con Rolando Bellini (Storia dell’arte, museologia ed estetica, Accademia di belle arti di Brera, Milano e Università Internazionale dell’Arte di Firenze; pubblicista e collaboratore in varie riviste);

– Martedì 12, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "Meditazioni conoscitive"; con Nicla Vassallo (Filosofia teoretica, Università degli Studi di Genova; collabora con vari quotidiani e scrive regolarmente nell’inserto domenicale de "Il Sole 24 Ore");

– Martedì 19, alle 20 all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni” di Bergamo: "L’uomo, l’animale, l’automa", con Carlo Sini (Institut International de Philosophie (IIP), Parigi; Accademia Nazionale dei Lincei; membro di importanti riviste filosofiche internazionali, ha collaborato per le pagine culturali di diversi giornali e con la Rai). Richiesta prenotazione;

– Giovedì 28, alle 21 in collaborazione con la parrocchia santi Fermo e Rustico di Caravaggio, alla chiesa di sant’Elisabetta a Caravaggio, via Banfi, si tiene la chiusura del corso di filosofia 2015/2016: "In Gesù, donne e uomini nuovi", con padre Ermes Ronchi (Teologo dell’Ordine dei Servi di Maria; autore di libri su temi biblici e di spiritualità; collabora con diverse testate giornalistiche e in programmi televisivi).

Per avere ulteriori informazioni e per effettuare le prenotazioni consultare il sito internet www.noesis-bg.it oppure inviare un’email a info@noesis-bg.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giuseppe

    Per favore non dite fregnacce. Alle prossime politiche il M5S va al governo e a personaggi come Cacciari gli ride in faccia.

  2. Scritto da Narno Pinotti

    Tralasciando la ben povera pertinenza del commento, due numeri: per termometropolitico.it la media dei sondaggi al 5 ottobre dà il m5s al 24,5% e stima al 48,7% gli astenuti; perciò, come diceva giustamente Grillo a proposito dei partiti «già morti», stiamo parlando di un ipotetico consenso pari al 12,6% degli elettori.

    1. Scritto da La verità fa male

      Non sarei “allegro” a gioire su questo dato. Ormai è praticamente certo che alle prossime politiche, conteggiando anche astensioni, schede bianche e schede nulle, il partito o la coalizione vincente (bene che vada) vincerà con un consenso reale di poco superiore al 20-25% degli elettori. Questo significa che chi vincerà avrà contro tre quarti della nazione reale. Ogni singolo provvedimento sarà travolto da contestazioni furiose e ricorsi legali, con il serio rischio di immobilismo

      1. Scritto da Narno Pinotti

        Falso, perché degli astenuti si è sempre parlato per una settimana dopo il voto; dopodiché nessuno li ha mai più considerati, e sarà così anche alle prossime elezioni. Gli astenuti contano zero anche in tutte le altre nazioni europee, dove va a votare metà degli elettori o anche meno, eppure i legittimi governi si insediano e deliberano validamente, senza nessun ricorso né contestazione furiosa.

        1. Scritto da La verità fa male

          Non è in dubbio il fatto che un governo è validamente insediato anche se fosse votato dal 10% degli elettori e tutti gli altri si fossero astenuti. Il problema è che quando a un governo manca il consenso reale, ogni suo singolo provvedimento viene contestato (nella migliore delle ipotesi) oppure “boicottato con il non rispetto della legge a livelli di massa” (come accade in Italia, dove più del 50% dei cittadini considera tutti i politici come ladri, incapaci a prescindere)

          1. Scritto da sheldon cooper

            ai tempi del primo bush in america votava una percentuale di poco inferiore al 30% degli aventi diritti… e produceva il presidente degli stati uniti d’america, oltre ad una tra le persone più influenti al mondo… e non ricordo di aver visto grande opposizione, ne a livello politico ne, tantomeno, in piazza…

  3. Scritto da nino cortesi

    Cacciari è quello che fino a ieri massacrava il M5* ed ora che il Movimento viaggia sopra il 28% ne è diventato un “sincero”simpatizzante.
    Filosofo di chi ha il potere.
    C’è da disimparare a vivere con uno così.