BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna l’ora solare: sabato notte lancette indietro di un’ora

L'appuntamento, non benvoluto da una larga fascia della popolazione, interesserà il Bel Paese ma anche gli stati membri dell'Unione Europea e la vicina Svizzera.

Più informazioni su

Buone notizie per gli amanti del sonno: alle 3.00 della notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre l’ora solare subentrerà a quella legale e gli italiani dovranno portare le lancette dell’orologio indietro di un’ora.

L’appuntamento, non benvoluto da una larga fascia della popolazione, interessarà il Bel Paese ma anche gli stati membri dell’Unione Europea e la vicina Svizzera.

Si tratta della seconda staffetta annuale tra ora solare e ora legale, che ci abbandonerà per ritornare solo alla fine di marzo 2016, quando le lancette faranno un nuovo salto in avanti di un’ora. Introdotta in Italia per la prima volta nel 1916, l’ora legale fu abolita e ripristianata diverse volte prima dell’applicazione definitiva attuata dal 1966, sancita da una legge dell’anno precedente.

Ad accompagnare il cambio dell’ora sarà la percezione di un vero e proprio ‘cambio di stagione’.

Giornate più corte dunque (il sole tramonterà un’ora prima) che ci proietteranno dritte dritte nella sempre più prossima stagione invernale. Importante lo scopo della manovra: portare le lancette del tempo indietro di un’ora permetterà di sfruttare al meglio le ore di luce della giornata, il che comporta un notevole risparmio energetico dato dal minor utilizzo dell’illunimazione elettrica.

Riduzione dei consumi che tuttavia non basta ad accontentare gli italiani, particolarmente restii al cambio dell’ora.

Disturbi e alterazioni del sonno, stress, cali di concentrazione e problemi d’umore sono solo alcuni dei sintomi riscontrati a causa della variazione oraria.

Giulia Donati

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.