BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Silvana Milione a capo della Cisl scuola: “No all’elemosina del Governo”

Sostituisce Salvo Inglima, dimesso. Primo impegno, sabato: lo sciopero nazionale contro la riforma di Renzi

Più informazioni su

Silvana Milione è la reggente della Cisl Scuola Bergamo.

Ha assunto l’incarico, dopo le dimissione di Salvo Inglima, che ha lasciato a poco più di un anno dalla sua elezione, durante il quale ha potuto mettere la firma, insieme al gruppo di operatori e della segreteria “su una straordinaria vittoria alle elezioni Rsu in provincia e all’incremento degli iscritti, che hanno confermato la Cisl di Bergamo come una delle maggiori categoria della scuola a livello nazionale”.

Inglima lascia perché ha ottenuto l’incarico di Dirigente scolastico all’Istituto Comprensivo di Costa Volpino. Il consiglio generale della categoria ha accolto le dimissioni, e ha dato mandato alla segreteria nazionale per la nomina di un reggente, che sappia continuare il percorso avviato e avvii il lavoro per l’individuazione di un nuovo segretario e di una nuova squadra di segreteria.

Silvana Milione, 59 anni, tesserata Cisl da oltre 30, e in segreteria della Cisl Scuola dal 2006, diventa quindi reggente di un categoria tra le più importanti, con oltre 8000 iscritti.

“Mi assumo questa responsabilità – ha dichiarato Milione – nella certezza di poter contare sempre sulla collaborazione di tutta la categoria, della segreteria uscente e del consiglio generale. Sin da oggi, proseguiremo il lavoro avviato lungo le direttrici stabilite dal congresso e continueremo a dedicare tutto il nostro impegno sia per rispondere ai bisogni immediati dei nostri iscritti, sia per affrontare le sfide che ci attendono rispetto a tutte le criticità insite nella legge della “Buona Scuola”, sia, infine, per tentare di modificare la linea di politica economica del Governo che, allo stato attuale, secondo la legge di stabilità, riserverebbe al pubblico impiego, e quindi anche alla nostra categoria, una mancia di ben cinque euro”. E

la Cisl Scuola di Bergamo sarà già da sabato sulle barricate, con la partecipazione allo sciopero  in programma a Milano nella mattinata del 24 ottobre. Un appuntamento importante, che simultaneamente si svolge in tutte le Regioni d’Italia per rivendicare la valorizzazione professionale del personale che lavora nella scuola attraverso in rinnovo del contratto di lavoro scaduto da ormai sette anni; la stabilità del lavoro per il personale precario che per anni ha garantito il funzionamento della scuola pubblica; il rispetto di una scuola fondata sulla cooperazione, la partecipazione e la corresponsabilità. “Vogliamo ripartire dalle professionalità della scuola, dal rispetto del lavoro, dall’ampliamento degli spazi di compartecipazione alle scelte”, hanno dichiarato i promotori nella presentazione dell’iniziativa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da in bocca

    La partita non è calda, rovente… occorrono occhi di ghiaccio e cuore pulsante….=)//

  2. Scritto da Roberta Vavassori

    Auguri vivissimi per questo tuo nuovo incarico. Conosco la tua serietà e grande professionalità e sono certa che farai bene. Buon lavoro!