BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il bus del tempo tra gli scolari di Castelli Calepio

Patrizio Merelli da Colmurano (MC), ideatore del progetto museo itinerante della Scuola Antica, ha portato anche nel comune di Castelli Calepio il bus del tempo. Un viaggio nel passato, precisamente nella scuola dell'800, per i bambini delle scuole primarie del comprensorio Fra Ambrogio da Calepio.

Patrizio Merelli da Colmurano (MC), ideatore del progetto museo itinerante della Scuola Antica, ha portato anche nel comune di Castelli Calepio il bus del tempo.

Un viaggio nel passato, precisamente nella scuola dell’800, per i bambini delle scuole primarie del comprensorio Fra Ambrogio da Calepio.

Una campanella diversa, sicuramente, quella che ha dato il via ad una mattinata scolastica particolarissima. Il fascino del passato e della ricerca ha conquistato da subito i piccoli scolari, che nel salire sul lungo pullman ambientato con mobili d’epoca originarli, si sono letteralmente trovati catapultati in un altro secolo.

Laura, la guida, li ha accolti ed introdotti in un mondo completamente diverso dal nostro, dove il silenzio, l’autorità dei maestri e il senso del dovere erano regole imprescindibili che nessun bimbo dell’800 , ma anche del 900 , avrebbero mai osato violare. Penne, calamai, inchiostri tratti dal mallo di noce, e ancora pallottolieri, piccole lavagnette, e le temutissime bacchette per le mani per chi faceva il "cattivo", hanno riempito gli occhi dei piccoli visitatori.

Le maestre hanno voluto far rivivere una parte della storia della scuola che fu,- ci spiega una mamma che accompagnava la scolaresca di seconda elementare-, e noi genitori abbiamo accolto con piacere questa pregevole iniziativa, organizzando una vendita torte per autofinanziare questo progetto, che merita di essere portato in più paesi possibili.

Il viaggio di questo bus speciale non si ferma nella provincia di Bergamo, anzi, ha già varcato i confini di più regione ed accolto migliaia di scolari, con un messaggio importante, quello di appassionarsi alla storia e alle origini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.