BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Conferenze e flash mob: La biblioteca Angelo Mai celebra i 750 anni di Dante

La commissione culturale della biblioteca "Angelo Mai" e l'Associazione Amici della Biblioteca "Angelo Mai" promuovono un ciclo di conferenze e un flash mob per celebrare il 750esimo anniversario della nascita di Dante Alighieri.

Più informazioni su

La commissione culturale della biblioteca "Angelo Mai" e l’Associazione Amici della Biblioteca "Angelo Mai" promuovono un ciclo di conferenze e il flash mob "Dante a mezzogiorno" per celebrare il 750esimo anniversario della nascita di Dante Alighieri.

Alle conferenze interverranno dantisti provenienti da varie Università italiane.

Al primo incontro, venerdì 23 ottobre alle 17, parteciperà la medievista dell’Università di Siena, Natascia Tonelli, autrice di numerosi studi su Cavalcanti, Dante, Petrarca. Il titolo è "Dante e la fisiologia della passione", tema al quale ha dedicato il suo ultimo libro di imminente pubblicazione.

Si proseguirà venerdì 6 novembre alle 17 con il dantista Rino Caputo, dell’Università "Tor Vergata" di Roma. Direttore della rivista internazionale "Dante" e membro della “Dante Society of America”, parlerà de "La pace al centro della Commedia".

Nell’ultimo incontro, venerdì 13 novembre alle 17, sarà presente il professor Marco Santagata, dell’Università di Pisa, sul tema "Il saluto di Beatrice". Il docente, curatore delle opere di Dante nell’edizione Meridiani Mondadori, è anche scrittore, autore della biografia romanzata del poeta ("Dante. Il romanzo della sua vita") e del romanzo "Come donna innamorata", ispirato ancora alla vita di Dante e finalista al premio Strega.

Il flash mob "Dante a mezzogiorno" è un’iniziativa che si collega a un’analoga manifestazione nazionale, promossa dal Ministero dei beni culturali, dal Ministero per l’Istruzione, dal Centro per il libro e la lettura, dall’Associazione degli Italianisti. A Bergamo è organizzato e coordinato dal professor Luigi Cepparrone, membro della commissione culturale della biblioteca "Angelo Mai" e rappresentante nella nostra provincia dell’associazione Adi-Sd (Associazione degli Italianisti Italiani – Sezione Didattica). Cepparrone spiega: "Ho proposto l’iniziativa all’interno della Commissione Culturale della Biblioteca ‘Angelo Mai’ e all’associazione Amici della Biblioteca ‘Angelo Mai’ e tutti hanno accolto la proposta con entusiasmo, tra questi l’assessore Nadia Ghisalberti, che ha preso molto a cuore l’iniziativa. In modi e in tempi diversi tutti i membri della commissione hanno dato un contributo alla realizzazione della manifestazione. Decisivo è stato il contributo del presidente dell’Associazione Amici della Biblioteca ‘Angelo Mai‘, Maurizio Mossali, e della professoressa Annalisa Barzanò, che ha coordinato la rete di rapporti con le scuole e con i docenti".

Dalle 12 alle 13 di giovedì 29 ottobre saranno attivati numerosi presìdi di lettura in vari luoghi della città. A piazza Dante le letture saranno coordinate dai "Giovani della Dante – Gruppo giovani del Comitato di Bergamo della Società Dante Alighieri", mentre tutti gli altri presìdi saranno gestiti da studenti delle scuole superiori della città e della provincia, affiancati dai loro docenti. La manifestazione "Dante a mezzogiorno" vedrà protagonisti studenti e cittadini in un flash mob. Non si tratterà di lezioni, ma di vere e proprie letture, magari anticipate da brevi contestualizzazioni. Alcuni docenti hanno previsto con i loro alunni letture intorno a temi particolari, nella maggior parte dei gruppi, invece, studenti e cittadini leggeranno brani della "Divina Commedia" o di altre opere di Dante.

Cepparrone prosegue: "Vogliamo dare voce a quella parte di Dante che è intimamente legata alla memoria e ai sentimenti di ognuno di noi". Anche l’evento più strutturato, che si svolgerà al Natta con la partecipazione della professoressa Giuliana Nuvoli, dell’Università Statale di Milano, non avrà connotati accademici, ma intende coinvolgere gli studenti in una "tramatura teatrale", ideata e scritta dalla docente stessa. Il testo sarà letto con l’aiuto di un attore e la partecipazione attiva degli studenti.

Cepparrone conclude: "Porteremo la voce di Dante anche in quei luoghi dove tutti esploriamo e sperimentiamo le dimensioni antropologiche di nuove forme di aggregazione, come sono quelle sorti di nuove piazze presenti all’Oriocenter. In questa stessa prospettiva allestiremo un presidio anche nella Sala d’aspetto del tram delle Valli. Tra le attività previste mi sta particolarmente a cuore segnalare quelle che si svolgeranno nel carcere e nell’ospedale ‘Giovanni XXIII’. Qui un gruppo di allievi dell’Istituto alberghiero di Nembro, coordinati dalla professoressa Mariarosaria Lamacchia, leggerà dei testi nell’Hospital Street, ma anche in alcuni reparti che ospitano ragazzi e bambini, dove gli studenti indosseranno dei costumi adatti e animeranno delle letture di brani della Commedia adattata per i più piccoli".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.