BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sconto del 50% per arabi ed ebrei se mangiano hummus allo stesso tavolo

Un ristorante israeliano propone uno sconto del 50% se ebrei ed arabi mangiano allo stesso tavolo. Un modo, questo, per far ritornare la calma dopo gli innumerevoli scontri che hanno fatto tremare Israele nelle ultime settimane.

Più informazioni su

Sono giorni ormai che in Israele e nei territori palestinesi continua ad esserci paura tra la gente a causa dei numerosi scontri ed attacchi terroristici. Dall’inizio di ottobre si contano 44 arabi morti,1800 feriti e sette gli israeliani rimasti uccisi.

Ma un ristorante Israeliano, Hummus Bar di Kfar Vitkin (città a nord di Tel Aviv), ha dato avvio ad un’iniziativa alquanto significativa per far tornare la calma tra i due popoli: ebrei ed arabi che decidono di sedersi a pranzare allo stesso tavolo, hanno diritto ad uno sconto del 50%.

Il proprietario del ristorante, Kobi Tzafrir dice: “Avete paura degli arabi? Avete paura degli ebrei? Da noi non ci sono arabi e nemmeno ebrei. Da noi ci sono solo persone e un hummus arabo, originale ed eccellente”.

Il ristorante avverte però che il locale, oltre a dare piatti prelibati, serve anche la birra che potrebbe infastidire gli avventori islamici. La decisione viene però lasciata al tatto dei clienti ebrei, che, in un gesto di amicizia possono comunque ordinare bevande non alcoliche. Questa iniziativa ha avuto un grande consenso: molte persone sono giunte al ristorante per sostenere questa causa, infatti Kobi Tzafrir racconta: “sono rimasto sorpreso quando ho visto che la notizia ha fatto il giro del mondo”.

Parlando con il Times Israel, aggiunge: “se c’è qualcosa che può davvero unire questi due popoli quella cosa è l’Hummus”, piatto tipico di Israele, denso e saporito dal gusto che ricorda la nocciola tostata, cui modo migliore per gustarlo è spalmarlo sulla pita, un pane particolare tipico del Medio Oriente, irrorato di olio extravergine di oliva e con qualche foglia di prezzemolo fresco.

Stefania Boschini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.