BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Abiti che cambiano colore, reggiseni antistress: la moda è hi-tech

Creato il vestito interattivo che cambia colore in base alle proprie esigenze, numerose sono infatti le iniziative per la creazione di abiti hi-tech, una nuova moda che cambierà il nostro modo di vestire e vivere la giornata.

Sono ormai molti gli stilisti che usufruiscono della tecnologia per proporre interessanti iniziative nel campo dell’abbigliamento come quella creata da due giovani francesi che hanno realizzato un tessuto neutro che, grazie a dei sensori, è in grado di cambiare colore una volta indossato, in base alle proprie esigenze. Si può quindi decidere di scegliere il colore del proprio abito azionando un semplice dispositivo che si trova alla base di questa nuova startup creata da Manuel Deneu, programmatore, e Claire Eliot, stilista.

L’idea, anche se è ancora artigianale, è sicuramente molto promettente anche se i due giovani hanno affermato di non voler puntare su una produzione di massa ma bensì di nicchia e pret a porter, cui un abito avrà il costo di oltre 300 euro.

Si possono quindi definire abiti hi-tech, capaci di sfruttare le potenzialità di Arduino (scheda elettronica di piccole dimensioni utile per creare prototipi) per poter interagire con l’ambiente e con la persona che li indossa, adattandosi alle varie situazioni climatiche e ambientali cui ci si trova ad affrontare nel corso della giornata.

Numerosi Istituti di Ricerca di tutto il mondo, anche italiani, stanno progettando e realizzando prototipi di questo genere come ad esempio un reggiseno antistress in grado di monitorare il battito del cuore, oppure calzature hi-tech in grado di trasformare l’energia cinetica “passiva” dei movimenti corporei, in energia elettrica così da accumularla e utilizzarla per ricaricare smartphone e altri dispositivi mobili, in questo modo si potrà rimanere in forma e ricaricare il proprio cellulare allo stesso tempo.

Stefania Boschini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Kurz

    Stupendo, stavo giusto cercando dei calzini che sfruttassero “l’energia cinetica passiva” per produrre profumo di lavanda.