BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il sindaco di Sorisole: “Prendiamoli a fucilate ‘sti decerebrati islamici”

Il sindaco di Sorisole Stefano Vivi, forse dimenticando di ricoprire un ruolo istituzionale, esterna su Facebook la sua posizione contro l'Islam con un commento eloquente: “Prendiamoli a fucilate 'sti decerebrati islamici”.

Il sindaco di Sorisole Stefano Vivi, forse dimenticando di ricoprire un ruolo istituzionale, esterna su Facebook la sua posizione contro l’Islam con un commento eloquente: “Prendiamoli a fucilate ‘sti decerebrati islamici”.

La frase è stata scritta per commentare un articolo de Il Giornale in cui si racconta che in Svezia “un ristoratore cristiano assiro, Markus Samuelsson, ha trovato i muri del proprio locale imbrattati con frasi come "convertitevi o morirete" e "il Califfato è qui".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giuseppe

    È ovvio che la violenza sia verbale che fisica non serve a nulla. Come è lo stesso ovvio che la vendetta non serve a nulla. Ognuno dovrebbe essere rispettato e rispettare. Probabilmente questo succederà quando l’essere umano sarà estinto!

  2. Scritto da planets

    è imbarazzante il livello culturale infimo che certe persone esternano con commenti razzisti e ignoranti. Quello che invece è interessante è l’ingenuità o spirito di sopportazione che dimostra l’elettorato leghista, che abbocca a certi ignobili suoi rappresentanti che vivono alle spalle di tutti noi,strapagati e perfettamente integrati in un sistema mafioso che contribuiscono da decenni a mantenere uguale, alla faccia di chi li sostiene

    1. Scritto da Roberto

      Immagino come sia strapagato il sindaco di Sorisole…. L’unica cosa che l’elettorato leghista (e non) deve sopportare è l’arroganza e la disonestà intelletuale di certi commentatori.

      1. Scritto da gisi

        un sindaco è pagato con i soldi dei suoi concittadini, deve mantenere un alto profilo istituzionale ed evitare di esprimersi come un decerebrato, è possibile che venga apprezzato da qualcuno innamorato del turpiloquio ma nella maggior parte dei casi è offensivo nei confronti del suo elettorato, che sicuramente apprezza gesti ed esternazioni civili, le garantisco che la maggior parte delle persone prediligono che un sindaco si esprima in maniera piu’ educata ed intelligente

  3. Scritto da fk

    Stefano, vivi, lascia vivere e non spararle così grosse. Qualcuno potrebbe abboccare, e allora?

  4. Scritto da Stefano Vivi

    Quanto alle fucilate, mi risulta che il Ministro della Difesa abbia esternato l’ipotesi di condurre raid aerei contro le postazioni del Califfato, su richiesta degli USA, i francesi lo abbiano già fatto e i russi lo stiano facendo. Nessun passo indietro contro chi vuole portare il terrorismo a casa nostra.

    1. Scritto da incompreso

      L’articolo parlava di un caso puntuale, di un ristorante svedese imbrattato. Quando lei scrive “questi islamici”, c’è da supporre che lei faccia riferimento agli autori dell’imbrattamento. Viene quindi da pensare che lei ritenga legittimo, in nome delle azioni militari in corso in Siria, prepararsi a prendere a fucilate i primi imbrattamuri che passano. Chapeau.

  5. Scritto da Stefano Vivi

    L’articolo parlava dei simpatizzanti/aderenti al Califfato Islamico, alias Isis. Definirli decerebrati è fin troppo gentile, visto che per il diritto internazionale sono terroristi. Il nazismo iniziò marchiando i negozi degli ebrei e finì per sterminarli, non dimenticatevelo.

    1. Scritto da incompreso

      Quindi per lei uno sconosciuto che scrive una frase su un muro è automaticamente un rappresentante dell’Isis. Non fa una piega, le lascio la sua opinione. Mi permetto solo di sottolineare che il paragone storico che propone, per quanto retoricamente efficace per il suo target, sia piuttosto triste e fuori luogo. Per rispetto delle tragedie che furono, proporrei di evitare un paragone come questo.

  6. Scritto da Patrizio

    Purtroppo abbiamo continuamente FATTI E PAROLE che dimostrano quanta gente su questo pianeta che è sprovvista di cervello o semplicemente non lo usa.
    Ma non siete stanchi di sentire parlare e vedere tutte le guerre che ci sono nel mondo? Non sentite il bisogno di PACE? Eppure abbiamo esempi come Israele e Palestina che dimostrano che la forza non porta la pace. I forti trovano il modo per fare la Pace, le armi e la violenza sono il peggior nemico di essa.

  7. Scritto da memoria

    Già fatto: durante la guerra di Libia del 1911, molti italiani ( tra cui una buona quota di padani) hanno preso a fucilate donne e bambini. Per poi ripetersi nella guerra di Etiopia, e non contenti, hanno aggiunto i gas, bombardando gli abissini

  8. Scritto da Kurz

    Can che abbaia non morde, il sindaco le sparate le fa solo a parole, come quando le camicie verdi sbraitavano “secessione! e un fucile per ogni padano!”. Purtroppo così facendo ha trovato il modo migliore per aspettarsi inimmaginabili reazioni da chi ha stuzzicato…

  9. Scritto da Luca

    D’accordo con il sindaco. Imparare a fare dei titoli più corretti invece mi sembra più arduo.

  10. Scritto da Paolo Locatelli

    Le solite sparate usate a mò di distrazione di massa così, forse, ci dimentichiamo che domani Maroni verrà sfiduciato perchè il suo vice si è dimesso per corruzione? A casa!

  11. Scritto da ennesimo

    l’ennesimo pirla a ricoprire un ruolo di rappresentanza, oltre che decisionale… io mi farei delle domande

  12. Scritto da pavidi

    Alle fucilate e agli sgozzamenti come si reagisce?Con il dialogo dei pavidi? Ma fatemi il piacere.
    Queste sono normali reazioni di un uomo con le palle: se vengo aggredito rispondo con gli stessi mezzi

    1. Scritto da Shaun

      E tu alle scritte sui muri rispondi con le schioppettate?! Miiii Rambo!

    2. Scritto da vacario

      Forse il Sindaco è stato vittima di un’aggressione?
      Qualche cittadino di Sorisole è stato sgozzato o fucilato da qualche terrorista islamco? Giusto per capirsi perchè io sarò anche pavido ma tu e tutti quelli come te a quest’ora dovrebbero essere in Siria, Iraq, Libia (scegliete un po’ voi) a fare gli impavidi.

      1. Scritto da il polemico

        calcolando che l’isis sta facendo strage di turchi,siriani e iracheni,libici,secondo il tuo ragionamento l’italia non dovrebbe preoccuparsene,perchè non stanno toccando noi….pulire a fare i denti se sono sani?mai sentito di prevenzione?immagino di si,ma meglio dire no

      2. Scritto da La verità fa male

        La differenza è che il sindaco di Sorisole spara cavolate (innocue) su Facebook e la storia finisce con qualche polemica sui social network, mentre c’è qualcuno (anche in Italia) che ascolta le prediche di qualche mullah, si fa lavare il cervello, si fa crescere una bella barba islamica e parte per la Siria (oppure per l’Iraq o per la Libia, scelga lei) a sparare fucilate vere contro “i crociati” e “gli infedeli”. Tra le cavolate e le fucilate vere, fanno meno male le cavolate

    3. Scritto da pablo

      amico mio… guarda che il sindaco commentava delle scritte sui muri di un locale svedese… mi rendo conto che voialtri avete un’idea di “leggittima difesa” abbastanza allargata, ma qui non c’è stata nessuna aggressione nei confronti del sindaco. detto questo, vi credete sempre migliori di questi “beduini sgozzatori” (cit.) ma appena ne avete occasione, subito pronti a dire che fareste la stessa identica cosa. complimenti!

  13. Scritto da pota....

    faccio mia una battuta di Aldo Giovanni e Giacomo:
    “cosa c’hai nella testa? le scimmie urlatrici???!!”

    Sindaco appena eletto mi risulta…. bella scelta Sorisolesi!

  14. Scritto da stefano b.

    purtroppo la madre degli imbecilli è sempre in cinta.
    le fucilate le stanno tirando gli americani da qualche decennio.
    i morti per mano dell’Isis sono di più quelli islamici che i cristiani.
    l’unica è essere atei.

    1. Scritto da giuseppe

      E ridaie… Ma lo volete capire o no che non esiste l’ateismo?

  15. Scritto da giulio

    Condivido il sindaco!

  16. Scritto da anna

    Cos’ha detto di strano ? Forse doveva dire decapitiamo ?

    1. Scritto da stefano

      Da uno che vuol fare il sindaco ci si aspetta eloquenze da sindaco da uno che si chiama Vivi ci si aspetta che non parli di morte

  17. Scritto da vacario

    Si è messo a lanciare una fatwa come un mullah qualunque.

    1. Scritto da La verità fa male

      #STATE SERENI. A dialogare con i mullah (per loro natura moderati e tolleranti) e a chiedere loro il rispetto dello Stato laico ci pensa il “vacario”

      1. Scritto da vacario

        Io non ho alcun interesse o voglia di parlare con un mullah, neanche se padano.
        Mi danno fastidio le generalizzazioni. Ad esempio vorrei sapere se anche i bambini musulmani andrebbero fucilati.
        Quanto a lei, Sciaboletta, perché non si arruola e mantiene fede ai propositi?