BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Notte rossa, BgScienza, festa di via Angelo Maj e… il weekend in città

In città comincia un fine settimana ricco di iniziative ed eventi. In programma ci sono numerose proposte, per grandi e piccini, giovani e famiglie. Ecco la panoramica degli appuntamenti promossi a Bergamo sabato 17 e domenica 18 ottobre.

È ricco di iniziative il fine settimana a Bergamo. In programma ci sono numerose proposte, per grandi e piccini, giovani e famiglie. Il calendario prevede appuntamenti in Città Alta e in Città Bassa, volti a soddisfare ogni preferenza, con svariati eventi aggregativi a carattere ludico, dedicati all’intrattenimento, ideali per rilassarsi, trascorrere del tempo in compagnia e divertirsi. Ne rappresenta un esempio la festa di via Angelo Maj, in programma domenica 18 ottobre, con bancarelle e negozi aperti e alle 13.30 la sfilata lungo la via. Non mancheranno giochi, musica dal vivo e una grande castagnata benefica il cui incasso sarà devoluto per il potenziamento del centro diurno disabili di Botta di Sedrina. L’iniziativa è promossa dall’associazione Via Angelo Maj.

Sabato 17 ottobre, invece, al Circolino della Malpensata proseguono gli appuntamenti de "La notte rossa", serie di iniziative che si tengono in tutta Italia. Nel corso della serata, alle 18,30 si comincia con la presentazione della ricerca: “Fascismo, l’assalto ai Circoli Cooperativi” a cura dell’ autore Alberto Scanzi e a seguire, alle 20 buffet. Infine, alle 21 musica dal vivo con "Sugarcandy mountains".

Nel capoluogo orobico, poi, non mancano opportunità per approfondire la propria conoscenza del mondo che ci circonda e per esplorare il sapere, con un approccio concreto: in diversi spazi e strutture bergamasche prosegue l’edizione 2015 di "BergamoScienza", con tanti incontri e laboratori per quest’ultimo weekend della manifestazione. È possibile visualizzare il cartellone completo e dettagliato di tutti gli eventi, con le indicazioni su come prenotarsi al link www.bergamoscienza.it/ita/Default.aspx?SEZ=5&PAG=18&MOD=CAL2012.

Inoltre, in diversi luoghi della città, sono allestite mostre ed esposizioni, come quella di “Girolamo Romanino, il testimone inquieto”, che si può visitare sino al 30 ottobre alla sede storica del Palazzo Creberg. Per quanto riguarda la musica, vi sono proposte volte ad accontentare le diverse fasce di pubblico.

Sabato 17 ottobre, alle 19, la chiesa di santa Maria Immacolata delle Grazie in Largo Porta Nuova ospita il concerto "L’organo a colori", con l’organista Paolo Oreni.

Di tutt’altro genere, sempre sabato 17 ottobre, invece, è la serata all’Edoné, con "Caso presenta il disco ‘Cervino’ – special guest: Montana". Dopo una vita solitaria da cantautore folk-punk Caso presenta il suo disco elettrico: Cervino. Alternerà pezzi con batteria, basso e amplificatori potenti a momenti più intimi di sola chitarra e voce.

Da annotare, per concludere, itinerari alla scoperta delle bellezze del territorio, come la nuova visita guidata ad Astino domenica 18 ottobre. Organizzata dal gruppo “Guide Turistiche Città di Bergamo”, propone un percorso che si snoda dalla chiesa del Santo Sepolcro al complesso del Monastero e alle mostre in programma. Ecco la panoramica degli appuntamenti promossi a Bergamo sabato 17 e domenica 18 ottobre.

BERGAMO

SABATO 17 OTTOBRE

– Sabato 17 e 24 ottobre alle 8 alla chiesa del patronato san Vincenzo in via Gavazzeni, 3 proseguono le lectio di don Davide Rota, superiore del Patronato San Vincenzo. Sabato 17ottobre viene proposta una rilettura biblico-sapienziale del libro di Tobia, dal titolo "Tobia e Sara: al’amore". L’ingresso è libero. Al termine è possibile effettuare la colazione insieme. L’iniziativa rientra tra le proposte di "Molte fedi sotto lo stesso cielo"; la rassegna culturale promossa dalle Acli provinciali di Bergamo. Per avere ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet www.moltefedi.it.

– Dalle 9 alle 12.30, all’auditorium "Radici" della Cittadella dello Sport, in via Gleno, 2/l, si tiene il seminario “Progetto Bi.O.S: Studio, tutela e promozione della biodiversità in alta Valle Seriana: il Fiume Serio e la Val Sanguigno”. I responsabili del progetto faranno il punto su quanto realizzato. In particolare, dopo i saluti del Presidente del Parco delle Orobie Bergamasche, Yvan Caccia, del Consigliere della Provincia di Bergamo, Denis Flacadori, del Rappresentante di Fondazione Cariplo, Carlo Vimercati e dei rappresentanti delle autorità locali, seguiranno interventi incentrati sullo studio idrobiologico sull’alto corso del Fiume Serio e valutazione dei possibili effetti generati dal rilascio delle cascate, l’applicazione del metodo MesoHabsim per la valutazione ambientale del Dms, l’analisi dei laghi di Cardeto e l’eradicazione delle specie ittiche alloctone presenti, l’approfondimento sul status attuale e le operazioni di restocking interessanti la fauna ittica autoctona nel torrente Sanguigno.

– Dalle 9 alle 10.30 e dalle 11 alle 12.30 ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Arduino e dintorni (costruisco e programmo)", che si tiene all’istituto "Paleocapa a Bergamo in via Gavazzeni, 29. Gli studenti dell’Esperia invitano a toccare con mano le novità del 2015: nuovi progetti con Arduino e Raspberry, le nostre stampanti 3D, programmazione con App Inventor. Nella sezione Arduino troverete oggetti collegati ad Internet che si muovono controllati da Arduino o dal minicomputer Raspberry. Come si stampa un oggetto 3D? Dall’idea all’oggetto finale i partecipanti verranno condotti attraverso il processo di stampa tridimensionale con le 3Speria, le stampanti costruite nell’istituto. Inoltre, sarà possibile cimentarsi con App Inventor, il programma del Mit che permette a chiunque di realizzare un’App per il proprio smartphone. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dagli 11 anni in su.

– A partire dalle 9.30, la Domus Bergamo Wine di piazza Dante diventerà palcoscenico del primo Street Golf™ Bergamo Piacentiniamo: un’insolita partita di golf in cui sport e architettura si fonderanno per portare giocatori e spettatori a scoprire Bergamo da nuove prospettive. Ogni buca, infatti, porterà il nome di una via o di una zona interessata: “Buca del Quadriportico”, “Buca Gaetano Donizetti”, “Buca della Fontana della Fiera” e il ricavato della manifestazione sarà devoluto all’Associazione senza scopo di lucro “Dedicato a te” che ha l’obiettivo di raccogliere fondi per la ricerca a sostegno di terapie innovative per la lotta ai tumori.

– Dalle 9.30 alle 10.20, dalle 10.30 alle 11.20 e dalle 11.30 alle 12.20 al Blue Temporary Lab – Ex Cinema Nuovo, a Bergamo in via Largo Belotti 23, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Fammela in testa". Uno degli argomenti più “piccanti” per i bambini è la cacca: attraverso la narrazione del libro “Chi me l’ha fatta in testa?” di Werner Holzwarth e Wolf Erlbruch, l’analisi delle forme e il gioco modellando pasta di cioccolato si vuole far capire al bambino come funziona il processo digestivo. In questo laboratorio si vuole accompagnare il bambino alla scoperta di quello che per loro è un divertimento ma che in realtà è un processo fondamentale nella vita di uomo. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata ai bambini dai 3 ai 6 anni.

– Dalle 9.30 alle 17.30 al Red Temporary Lab – Ex Ciao, a Bergamo in piazza Vittorio Veneto 15, è allestito il percorso "Quanto fa cibo + cuore", mostra-laboratorio dedicato a salute e alimentazione. È possibile consultare il programma completo al link www.bergamoscienza.it/ita/Default.aspx?SEZ=5&PAG=18&MOD=CAL2012&FILTER=tpo,M&ANN=2015&CURDATE=20151003&TODATE=20151004&EVE=1477

– Dalle 10 alle 17 al circolo Arci Maite di Bergamo, in vicolo Sant’Agata, 6 (Città Alta) si tiene “Nati per leggere”, seminario di costituzione della rete Arci Book Lombardia. Un seminario per analizzare le motivazioni per cui è importante promuovere la lettura, per confrontarsi sulle prospettive future dei circoli Arci della lettura e su come creare un marchio di qualità per le presentazioni che consenta di promuovere autori che sono abitualmente fuori dalle attenzioni del mercato. L’obiettivo è dare un profilo unitario e definito di quella che è una vera propria galassia di circoli che operano in questo ambito. Interverranno esperti del mondo del libro: chi lo scrive, chi lo pubblica, chi lo promuove, lo diffonde o semplicemente lo legge. Hanno già confermato la loro partecipazione la giornalista e scrittrice Luciana Castellina, Luca Ferrieri (direttore del sistema bibliotecario del nord Ovest milanese); e Federico Amico (Commissione cultura Arci nazionale), mentre devono ancora confermare la loro presenza Ginevra Bompiani (Edizioni Nottetempo) e Marco Formenton (edizioni Il Sagittario). Per avere ulteriori informazioni telefonare al numero 035–099 0101 oppure inviare un’email all’indirizzo di posta elettronica info@maite.it.

– Sino a domenica 18 ottobre, dalle 10 alle 19 all’accademia Carrara di belle arti di Bergamo: "Cinque restauri guida in accademia Carrara". Cinque filmati sui restauri più significativi realizzati in Accademia Carrara per la riapertura. Sono stati scelti i dipinti di: Carlo Crivelli, Raffaello, Altobello Melone, un ignoto Maestro caraveggesco veronese, Gian Battista Tiepolo. Ciascun filmato segue le fasi principali del lavoro, dalle analisi preliminari, ai saggi di pulitura, alla soluzione dei principali problemi, fino alla conclusione del lavoro. Le spiegazioni sono affidate alle restauratrici che hanno eseguito gli interventi. Una occasione per vedere il racconto nei particolari di come si svolge il complicato e delicatissimo lavoro che poi offre il risultato dei capolavori che si vedono nelle sale. L’iniziativa, promossa dall’accademia Carrara in collaborazione con Fabio Fassini, rientra tra le proposte della nuova edizione di BergamoScienza.

– Dalle 10 alle 20 alla Fabbrica dei Sogni in via San Giorgio 1 si terrà il Mercatino dell’usato solidale. Alle 18.30 l’Apericena "Prodotti del mondo e della tradizione", organizzati dalla rete Q6 per invitare i cittadini a sostenere le attività del progetto. Al mercatino dell’usato solidale si potranno trovare abiti, accessori, giocattoli, oggetti per la casa e molto altro. Un’occasione per portare a casa qualcosa a cui donare una seconda vita. Un piccolo gesto di solidarietà nell’ottica della sostenibilità e del riciclo. Nella serata, dalle 18.30 alle 20, si terrà poi l’apericena "Prodotti dal mondo e della tradizione". Con un offerta minima di 10 euro si potranno gustare specialità di vari paesi del mondo preparati dalle famiglie del quartiere. Prelibatezze multietniche per condividere, attraverso il linguaggio universale del cibo, sapori e saperi. Per info mercatino e prenotazione apericena telefonare al numero 349.1386543 oppure inviare un’email a info@fabbricasogni.it.

– Dalle 10.45 alle 12.45 all’istituto "Natta", a Bergamo in via Europa, 15, è possibile partecipare a "In movimento con i gruppi di cammino", camminata per le strade di Bergamo organizzata dall’Asl di Bergamo, in collaborazione con i gruppi di cammino e con gli studenti e docenti del Natta, sul tema dell’ambiente e delle bellezze storiche della zona. Si parte da via Europa (sede dell’istituto "Natta") e si prosegue verso via Gavazzeni, si percorre la via a fianco Morla, si entra in via Gasparini, osservando le ville antiche e visitando il museo degli Alpini con interessanti esposizioni di reperti delle guerre. Il rientro è da via Gasparini – Parco delle Rane – Via Boccaleone – uscita cavalcavia e via Gavazzeni fino a Via Euro. Per avere ulteriori informazioni è possibile telefonare ai numeri 338.8310157 e 035.2270490 oppure inviare un’email all’indirizzo di posta elettronica p.brambilla@asl.bergamo.it e grocca@asl.bergamo.it.

– Alle 11 e alle 17.30 alla Domus Bergamo di piazza Dante si rinnova l’appuntamento con gli show cooking Kenwood, condotti questa volta dalla responsabile della scuola L’Arte del cucinare e insegnante AICI – Associazione Insegnanti di Cucina, Manila Foresti. Sarà lei a cimentarsi in un menù dal tema “Ricette sfiziose con i funghi”. Con l’ausilio di alcuni strumenti Kenwood che rendono le preparazioni più semplici e veloci – come il Cooking Chef e il Food Processor, sarà all’opera con un gustoso flan di funghi alle erbe aromatiche e con un’appetitosa Zuppa di funghi con crostini al formaggio.

– Dalle 11.30 alle 13, al seminarino di Città Alta, in via Tassis 12 si tiene la conferenza "Meb 2015: una rete internazionale per valorizzare colture e culture del mais". Intervengono: Ricardo Ampudia (Commissario Generale Padiglione del Messico a Expo 2015), Andrea Milesi (presidente del Celim – Centro Laici Italiani per le Missioni Ong, Bergamo), Rita Redaelli (Cra-Mac Unità di Ricerca per la maiscoltura, Bergamo); Paolo Valoti (Cra-Mac Unità di ricerca per la maiscoltura, Bergamo) e Karen Velasco (direttore del padiglione della Bolivia a Expo 2015). Introduce e modera Carlotta Balconi (Cra-Mac Unità di Ricerca per la maiscoltura, Bergamo). Il mais è un cereale con ampia biodiversità, variabilità genetica e potenzialità produttiva per uso zootecnico; inoltre costituisce una pianta preziosa, dato che assicura la materia prima da impiegare per una molteplicità di prodotti alimentari e industriali, con possibilità di sviluppo nei progetti di “chimica verde” e come risorsa energetica rinnovabile (biocarburanti). L’obiettivo del Progetto Meb 2015 (Mais Expo Bergamo) è quello di costruire un network tra Enti di Ricerca, Enti locali e i Paesi partecipanti all’Esposizione Universale del 2015 di Milano, interessati a promuovere il mais come uno dei cereali simbolo del tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, in quanto legato alle dimensioni della natura, identità, economia e cultura di diverse comunità e Paesi del mondo. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dagli 11 anni in su.

– Sabato 17 e domenica 18 ottobre si gioca l’ottava edizione del torneo di basket in carrozzina "Kcs – Città dei Mille”. La palestra di via dei Carpinoni ospiterà sabato 17 e domenica 18 il quadrangolare tra la Sbs Bergamo, Varese, Parma e Padova, tre importanti squadre per questa disciplina in Italia. La prima palla a due sarà sabato alle 12, con il primo confronto tra la compagine di Bergamo e quella di Parma. La Sbs scenderà in campo anche alle 18 di sabato contro Padova e chiuderà il girone all’italiana alle 11 di domenica contro Varese. Alle 14 si giocherà la finale terzo quarto posto e alle 16 l’attesa gara conclusiva che sancirà la squadra vincitrice del torneo, organizzato in collaborazione con il Comune di Bergamo, Montello e appunto Kcs.

– Dalle 14 alle 15 a Porta sant’Agostino ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Enigma. Esploriamo l’impensabile". Ogni giorno nuovi consumatori sempre più esigenti mettono alla prova i grandi designer nei diversi ambiti dei processi creativi. Solo chi è in grado di scrutare al di là del semplice oggetto può donargli una nuova luce che lo renda appetibile al grande pubblico. Il percorso si propone come un’opportunità per scoprire le proprie potenzialità creative nascoste. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata ai ragazzi dai 17 ai 18 anni.

– Dalle 14 alle 15.30 e dalle 15.30 alle 17 ci sono ancora posti disponibili per partecipare alla mostra- laboratorio "Dritti o curvi? Come viaggiano i raggi di luce", che si tiene al liceo scientifico statale "Filippo Lussana". L’esposizione si propone come un’opportunità per scoprire come viaggiano i raggi di luce. Nella maggior parte dei casi, più comuni e familiari, sembra che si propaghino in linea retta ma, a ben guardare, le cose non sono sempre così semplici. Per saperne di più, basta visitare la mostra: all’inizio, il percorso prevede l’osservazione, poi i visitatori potranno sperimentare in prima persona, ma ci saranno delle guide ad accompagnarli. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dai 10 ai 15 anni.

– Dalle 14 alle 15.30 all’istituto "Paleocapa" di Bergamo in via Gavazzeni 29, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Dentro la materia – Laboratorio di scienza dei materiali". Dopo una breve introduzione esplicativa, il laboratorio entrerà nella fase di sperimentazione. Verranno manipolati vari materiali (carta, materie plastiche, metalli, ecc.) ed espresse considerazioni personali che, confrontate con quelle del gruppo, consentiranno di comprendere gli aspetti scientifici e tecnologici in modo induttivo, senza partire da presupposti teorici prefissati. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dai 9 ai 13 anni.

– Dalle 14 alle 15.30 e dalle 15.30 alle 17 alla scuola d’arte applicata "Fantoni", a Bergamo in via Angelo Maj 35, ci sono ancora posti disponibili per partecipare ad "Archilab 2.0". Il laboratorio indaga come si può comprendere lo sforzo delle civiltà passate nel costruire edifici, templi, cattedrali sempre più imponenti e complesse e perché si sono scelte alcune geometrie invece che altre per realizzare aperture sempre più grandi. Per la loro resistenza, alcune forme sono usate più spesso in architettura rispetto ad altre. Può un uovo sostenere il peso di 10 mattoni? L’obiettivo è quello di avvicinarsi alla statica delle costruzioni realizzando vari tipi di costruzioni con l’ausilio di plastici preparati appositamente. Verranno prese in considerazione strutture quali l’arco, l’architrave e la cupola, per svelare il funzionamento della capriata e del travetto precompresso. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dagli 11 ai 14 anni.

– Dalle 14 alle 15.30 alla scuola d’arte applicata "Fantoni", a Bergamo in via Angelo Maj 35, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Il caleidoscopio: la visione del bello nelle simmetrie". Quando ammiriamo un fiore, una stella marina, un quadrifoglio, ne apprezziamo la bellezza senza renderci conto della loro perfezione. Gli artisti si sono ispirati alla natura e alle regole geometriche per realizzare i loro progetti. In aula, oltre alla presentazione di esempi naturali ed artificiali, verranno illustrati alcuni sistemi interattivi per indagare questi schemi e divertirsi con le immagini riflesse. Si costruirà un caleidoscopio, con il quale creare sempre nuove forme simmetriche e colorate. Una volta costruito il Caleidoscopio, si passera alla costruzione del magico taumascopio, attraverso il quale si potrà guardare il mondo con un “occhio diverso”, scoprendone tutte le sfaccettature. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dagli 11 ai 14 anni.

– Dalle 14 alle 15.30 e dalle 15.30 alle 17 all’istituto ImiBerg, a Bergamo in via santa Lucia 14 ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Suoni tutti da vedere". In quanti modi diversi si producono suoni e rumori? Come si propagano e sovrappongono? Come fa la nostra voce a cantare? Si può riconoscere il timbro di uno strumento sullo schermo di un computer? Si può imparare a riconoscere un tono? E un semitono? Questi rapporti tra i suoni si possono anche vedere oltre che sentire? Accompagnati dagli studenti della secondaria è possibile mettersi in ascolto. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza".

– Dalle 14 alle 15.30 al convento San Francesco, a Bergamo in piazza Mercato del Fieno, 6/a, ci sono ancora posti disponibili per partecipare a "Mangia che ti mangio". Una “caccia al bruco”, all’interno di diversi ecosistemi, per riflettere sul delicato equilibrio tra preda e predatore. Attraverso giochi e immagini vedrete, da una lato, gli adattamenti per la caccia che si sono evoluti nei predatori e, dall’altro, i sistemi difensivi delle prede: il camaleonte, la cavalletta e l’insetto stecco ci aiuteranno a capire i vari tipi di mimetismo, meccanismo per cui gli organismi assumono un aspetto che li aiuta a nascondersi nell’ambiente circostante, non solo attraverso i colori, ma anche nella forma in cui si presentano. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata ai bambini dai 5 ai 9 anni.

– Dalle 14 alle 16, all’istituto "Leonardo da Vinci, a Bergamo in via Moroni 255, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "DNAtura". Osservare, toccare e annusare la Natura, per capire analogie e differenze del mondo che ci circonda: il percorso accompagna i partecipanti nell’osservazione e nella “manipolazione” dei fenomeni legati alla genetica. Gli studenti dell’istituto accompagneranno nell’orto, raccontandovi le tecniche e le cure che hanno adottato. Alla visita faranno seguito alcune esperienze laboratoriali dove, attraverso l’estrazione di pigmenti e del Dna, cercheremo di capire cosa sta alla base della peculiarità di ogni specie. Effettueremo inoltre analisi chimico-fisiche del terreno per comprendere gli aspetti legati alla territorialità, con particolare riferimento alla coltivazione del mais spinato di Gandino. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata a un pubblico dai 12 anni in su.

– Dalle 14 alle 16 e dalle 16 alle 18, all’istituto Leonardo da Vinci, a Bergamo in via Moroni 255, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Ottica-mente". I ragazzi del corso di ottica hanno allestito, con la supervisione dei loro insegnanti, un laboratorio interattivo sull’ottica e i suoi principali fenomeni. Dopo una spiegazione sul percorso della mostra e i vari esperimenti, si procederà alla visita della mostra e delle varie esperienze. Al centro dell’attenzione ci sono i principali fenomeni di ottica geometrica come la riflessione, la rifrazione, la riflessione totale e le leggi sulle lenti sottili e di colorimetria, interferenza, diffrazione della luce fino ad arrivare alle più moderne fibre ottiche. Infine i ragazzi di quarta e quinta con la supervisione dei docenti di optometria eseguiranno ai visitatori un visita optometrica e mostreranno come si realizza un occhiale da vista. L’iniziativa si tiene tra le proposte di BergamoScienza ed è dedicata a un pubblico dai 12 anni in su.

– Dalle 14 alle 16, all’istituto Leonardo da Vinci, a Bergamo in via Moroni 255, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Robot-land". Un’opportunità per cimentarsi nella programmazione di un robot sfruttando il software Lego Education. Osservate robot assemblati secondo differenti configurazioni che si muovono e compiono azioni nell’ambiente in cui si trovano, in base agli stimoli ricevuti dai sensori di cui sono provvisti. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 12 anni in su.

– Dalle 14 alle 16, al liceo scientifico statale "Lorenzo Mascheroni" a Bergamo in via Alberico da Rosciate, 21/a, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Arte, scienza e tecnologia – Light (light interaction games high tecnology)". È possibile accendere luci attraverso un computer? Ed è possibile trasmettere un segnale attraverso un laser? Che cosa può fare una fibra ottica? Che cosa succede alla luce dal 1850 in poi? È la stessa luce che aveva studiato Newton prima e Cartesio poi? La luce è un’onda o un corpuscolo? Ma è vero che la luce viaggia così velocemente? E’ vero che la luce emessa dagli atomi è stata fonte di ispirazione per la teoria di Bohr? Che relazione lega Einstein a Klee? Cos’ha a che fare Schönberg con Kandinsky e con la luce? “Light” ripropone alcuni esperimenti storici, come la misura della velocità della luce, l’effetto fotoelettrico e l’analisi spettroscopica degli idrogenoidi, ed esperimenti moderni, come l’accensione di una matrice di led, la trasmissione del segnale attraverso laser e fibre ottiche o il riconoscimento di colori attraverso webcam, che vogliono far conoscere alcune nuove scoperte sulla luce dal 1865 in poi, alternati con l’analisi di opere coeve che testimoniano la ricerca di un nuovo ruolo della luce nell’arte. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dai 15 anni in su. – Dalle 14.30 alle 15, dalle 15 alle 15.30 e dalle 15.30 alle 16 ci sono ancora posti disponibili per partecipare alla mostra-laboratorio "Percezione e illusione", che si tiene al liceo scientifico statale "Filippo Lussana". Perché in una stanza apparentemente normale da un lato si è giganti e dall’altro gnomi? Attraverso la camera di Ames, vengono illustrati i principi che regolano le percezioni ottenute dal nostro senso principale: la vista, e le illusioni che ne derivano in condizioni particolari. I visitatori potranno capire attraverso alcune illusioni ottiche che a vedere non sono gli occhi ma il cervello, il quale applica distorsioni secondo le abitudini acquisite nel corso degli anni. Questa mostra è legata al tema della luce, in comune con il laboratorio “Dritti o curvi? Come viaggiano i raggi di luce”, presentando i risvolti inaspettati del modo in cui la luce si comporta. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dai 6 anni in su.

– Sino a domenica 18 ottobre al museo di scienze naturali in piazza Cittadella in Città Alta viene allestita la mostra con visita libera per le scuole e per i privati da lunedì a venerdì, e visita guidata per privati sabato e domenica "La didattica scientifica dell’Ottocento: un patrimonio ritrovato". Come si è formata la cultura scientifica nelle menti di coloro che ci hanno preceduto? In che modo le Scienze sono entrate a fare parte del bagaglio culturale dei nostri antenati? La presenza di una ricca collezione di strumenti didattici di fisica provenienti dalla più antica scuola della città e oggetto di un recente lavoro di approfondimento e restauro, fornisce risposte alle domande formulate. Già nel Settecento si era diffusa la convinzione che la comprensione dei fenomeni naturali dovesse passare attraverso l’esperienza diretta, cioè attraverso i sensi: la vista soprattutto, ma anche il tatto e l’udito. Gli allievi delle scuole ottocentesche non dovevano soltanto studiare sui libri i concetti teorici ma dovevano imparare attraverso l’esperienza. Furono così costruiti per la didattica, da valenti artigiani e con materiali pregiati, strumenti che, riproducendo i fenomeni naturali, ne rendevano evidenti le leggi. L’iniziativa rientra tra le proposte che il museo di scienze naturali organizza in occasione di BergamoScienza. Il museo durante BergamoScienza avrà ingresso gratuito e sarà aperto tutti i giorni. Sabato 17 ottobre è possibile effettuare visite guidate dalle 14.30 alle 15.30, dalle 15.30 alle 16.30 e dalle 16.30 alle 17.30; domenica 17 ottobre, dalle 10 alle 11, dalle 11 alle 12, dalle 12 alle 13, dalle 14.30 alle 15.30 e dalle 15.30 alle 16.30. Gli orari di apertura sono dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30; sabato e domenica dalle 9 alle 18. L’iniziativa è dedicata al pubblico dai 15 anni in su.

– Dalle 14.30 alle 15.30, dalle 16 alle 17, dalle 17.30 alle 18.30 al liceo scientifico statale "Filippo Lussana" è possibile visitare la mostra "A che ora passa il mio autobus?". La probabilità e la statistica sono ambiti della matematica con i quali, anche senza rendercene conto, veniamo a contatto ogni giorno. Questa mostra è l’occasione per capire quanto, in realtà, essi ci siano quotidianamente d’aiuto. Quanto tempo occorre per trovare un determinato posto, in una città sconosciuta, muovendosi a caso? A che ora passa il mio autobus? Queste domande fanno capo sostanzialmente a due argomenti studiati trasversalmente in diversi campi: i tempi di attesa e gli eventi rari. Modelli di traffico, previsione degli eventi naturali (come le frane), teoria delle code (siano esse al casello autostradale o alla cassa di un supermercato), moti browniani, titoli azionari, estrazioni del lotto. In questa esposizione sarà possibile trovare questo e molto altro, passando dalla costruzione dei modelli alla loro applicazione alla realtà, un’opportunità di scoprire che la matematica è presente là dove non si immaginerebbe. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata a un pubblico dagli 11 anni in su.

– Dalle 14.30 alle 16 al convento di san Francesco – Museo Storico, a Bergamo in piazza mercato del fieno, 6/a, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "A tutto gas! Scopriamo l’universo dei gas tecnici". Cosa sono e come si formano il “ghiaccio secco” e l’aria liquida? Si può congelare all’istante un oggetto? In una sala appositamente attrezzata con bombole, cappa, termocamere e diversi exhibit, aiutati dai tecnici Siad e da divulgatori scientifici, i partecipanti potranno scoprire le proprietà dei gas e le loro applicazioni nella vita quotidiana: alimentazione, salute, trasporto e tante altre curiosità per i visitatori di tutte le età. Fumi e galleggiamenti “invisibili”, giochi e palloncini avvicineranno gli studenti delle primarie ad una divertente sperimentazione; mentre i più grandi, con esperienze e strumenti professionali, sempre spiegati con un linguaggio semplice, avranno un’opportunità in più per osservare e comprendere le principali proprietà chimico-fisiche dei gas. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dagli 8 anni in su.

– Dalle 14.30 alle 16, al convento di San Francesco – Museo Storico, a Bergamo in piazza Mercato del Fieno, 6/a, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Click… e luce fu!". Tre ambienti allestiti con exhibit permettono un approccio interdisciplinare al tema della luce: storico (fotocamere da campagna, stereoscopie, carte-de-visite, alcune tra le più celebri macchine del Novecento- Leica, Contax), fisiologico (messa a fuoco, dilatazione della pupilla, permanenza immagini sulla retina, …), psicologico (gli inganni dell’occhio e del cervello), fisico (ombre, colori, energia, rifrazione). La ricostruzione di una camera oscura di grandi dimensioni dà la possibilità agli utenti di entrare per capire il funzionamento della macchina fotografica. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dai 9 anni in su.

– Dalle 14.30 alle 17.30 all’istituto "Mario Rigoni Stern" a Bergamo in via Borgo Palazzo, 128 ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Coltivare, trasformare, produrre – Nutrire il mondo con le biotecnologie tradizionali". Il progetto, connesso con la storia e la cultura del territorio bergamasco, si relaziona direttamente con la sua realtà produttiva agro-alimentare ed è nel cuore delle tematiche Expo 2015; esso si pone l’obiettivo di indagare, con semplici esperienze di laboratorio, i principi nutritivi presenti negli alimenti e l’uso che, da migliaia di anni, l’uomo ne fa. L’intento è di far acquisire conoscenze nel “Coltivare, Trasformare, Produrre” come condizioni imprescindibili per “nutrire il mondo”, consapevoli che una corretta informazione porta a stili di vita sani e sostenibili nel rispetto del delicato equilibrio dell’ambiente. L’attenzione si concentrerà sulla preparazione del pane, del formaggio e del vino. Gli esperimenti vengono proposti ed eseguiti dai partecipanti in modo interattivo, con il contributo degli studenti dell’istituto. Al termine del percorso si gusteranno il pane, il vino ed il formaggio preparati durante il laboratorio. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dai 12 ai 13 anni.

– Sino a domenica 15 novembre all’oratorio di San Lupo, in via San Tomaso, 7 è possibile visitare l’installazione ambientale Interrelazione cromospeculare realizzata nel 1969 dall’artista Getulio Alviani. L’esposizione è promossa dalla Fondazione Adriano Bernareggi e dalla Gamec, presso cui l’opera è in deposito, e si tiene in occasione della retrospettiva che il museo d’arte contemporanea della città dedica a Kazimir Malevič, maestro dell’astrattismo che, insieme a Mondrian, è stato artista di riferimento per Alviani. "Interrelazione cromospeculare" è tra le opere più significative dell’artista, composta da strutture-specchio verticali che ruotano al passaggio del fruitore e che trasformano l’ambiente in uno spazio caleidoscopico e sempre differente, essendo le pareti colorate con i tre colori primari (rosso, giallo e blu). Un’opera attiva e in continuo divenire, in cui è evidente la costante ricerca di regole e proporzioni geometriche generate da calcoli matematici e contrasti di colori primari o complementari: arte e scienza diventano così campi di ricerca di un rigore estetico che le denota entrambe. L’evento è parte del progetto Tutti Pazzi Per Malevič e del programma di BergamoScienza 2015. L’esposizione è aperta da martedì a domenica dalle 15 alle 18, con ingresso gratuito.

– Dalle 15 alle 16 e dalle 16 alle 17, con percorsi della durata di un’ora ciascuno, allo spazio Viterbi della Provincia di Bergamo sono ancora disponibili posti per "X al quadrato". Un percorso dedicato alla parabola, senza numeri, formule, calcoli, problemi o difficili dimostrazioni, ma con una serie di dispositivi interattivi, che illustrano le idee e i concetti in modo semplice, piano, intuitivo ed efficace, ovvero tanti divertenti “giocattoli matematici”. Il percorso si snoda fra concetti geometrici, algebrici e fisici, mescolati in modo funzionale, per osservare la stessa realtà da una varietà di punti di vista differenti, per avere una migliore e più estesa comprensione dell’argomento. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dagli 11 anni in su.

– Dalle 15 alle 16.30 ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Molecole tra storia e leggenda", che si tiene alla Coop Eco Store Bergamo, in via Autostrada, organizzato dall’istituto "Natta". Attraverso, filmati, diapositive, esperienze, modelli, oggetti… verranno presentate le caratteristiche e le conseguenze generate dall’uso di molecole chimiche e molecole d’interesse biologico. In particolare si presenteranno: capsaicina, acido ascorbico, glucosio, cellulosa, nitroderivati, naylon, fenolo, isoprene, acido salicilico, alcaloidi, sale, acido oleico, chinino, idrocarburi alifatici e aromatici. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata a un pubblico dai 6 ai 13 anni.

– Dalle 15 alle 16.30, dalle 16.30 alle 18 e dalle 18 alle 19.30 alla sala Manzù di Bergamo, in via Camozzi, passaggio Via Sora, sono ancora disponibili posti per partecipare al laboratorio "L’ordine del caos". Un percorso alla scoperta dell’"effetto farfalla", per il quale si dice che il minimo battito d’ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo. Ma di cosa si tratta? È davvero impossibile prevedere il comportamento di alcuni sistemi che sembrano imprevedibili come condizioni meteorologiche e i terremoti? Queste e altre domande troveranno risposta attraverso la matematica del caos. In un percorso fatto di pendoli multipli, attrattori strani, oggetti frattali, verranno definiti alcuni sistemi dinamici caotici. Ci si addentrerà in modelli matematici che, seppur semplici, sono in grado di generare andamenti estremamente complessi, tanto da risultare quasi indistinguibili da processi aleatori. Dall’altra parte, come è possibile ottenere strutture ordinate a partire da condizioni aleatorie? Nel laboratorio si forniranno, attraverso simulazioni al computer, i primi strumenti per affrontare una nuova matematica. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 14 anni in su.

– Dalle 15 alle 18 alla sala viscontea, in piazza Cittadella: "Seduzione e repulsione: quello che le piante non dicono". Spine, peli, odori, aromi, rotondità, sinuosità, polposità, dolcezza, veleni, scosse, calore, inganno, cooperazione: le piante hanno evoluto sistemi affascinanti per sedurre coloro di cui hanno bisogno o per respingere i potenziali nemici. Tutto in silenzio, ai fini della sopravvivenza e della riproduzione. La mostra intende indagare e raccontare alcune particolari strategie elaborate in natura, quelle meno eclatanti o meno visibili ma fondamentali per mantenere gli equilibri della vita sul pianeta – che si traducono in chiari messaggi legati alla conservazione della biodiversità e all’ottimizzazione delle risorse. L’iniziativa rientra in "BergamoScienza".

– Alle 15.30 al teatro Donizetti di Bergamo va in scena "Don Pasquale", nell’ambito della rassegna "DoReMix". Don Pasquale, titolo cardine fra le attività Expo e la sezione dedicata a Donizetti, si “festeggia” il rientro del Teatro Donizetti nella rete dei coproduttori del Circuito Lirico Lombardo. Protagonista il baritono Paolo Bordogna. Al suo fianco un gruppo di giovani vincitori del Concorso AsLiCo e il Coro del Circuito Lirico Lombardo; sul podio dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, Benjamin Franklin. L’allestimento, coprodotto dai Teatri del Circuito Lirico Lombardo, porta la firma del regista Andrea Cigni e ha debuttato con grande successo in Francia alcuni mesi fa; le scene e i costumi sono di Lorenzo Cutuli.

– Dalle 15.30 alle 17 all’istituto Imiberg, a Bergamo in via santa Lucia 14, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Gioca, descrivi, prevedi: è matematica". La matematica è il linguaggio per descrivere fenomeni e prevedere risultati, è stuzzicante occasione di gioco e divertimento. Ecco allora l’angolo del domino matematico e la fabbrica del dieci per i più piccoli; crescendo, le piastrellature del piano, la caccia ed il moto parabolico, le carrucole e le maree. Il laboratorio propone un’esperienza personalizzabile ma sempre di totale coinvolgimento: dal gioco all’analisi quantitativa, un’occasione per studenti piccoli e grandi di conoscersi meglio e lavorare insieme. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza".

– Alle 16, "A Casa di Gaetano", rassegna di musica da camera con gli allievi del Conservatorio “Gaetano Donizetti” di Bergamo, alla Casa di Gaetano Donizetti in Città Alta. Ingresso gratuito.

– Dalle 16 alle 18.30 alla Domus Bergamo di piazza Dante si rinnova l’appuntamento con "La gioiosa", spazio interamente dedicato ai bambini (0-6 anni), giochi e laboratori dedicati a Expo 2015.

– Dalle 17.30 alle 19 al Palamonti ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Agricoltura di montagna: ricerche e visioni innovative". Il territorio montano ed alcuni aspetti legati all’economia agricola e forestale che qui si sviluppa. Al centro dell’attenzione ambiente e suolo, foresta ed ecoservizi, agricoltura in ambiente montano, colture da reddito particolari. Per questo ultimo tema, porremo un accento speciale sulle piante officinali e sul settore erboristico. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dai 14 anni in su.

– Alle 18 alla libreria Palomar si tiene l’incontro di presentazione del libro "Limite è Speranza – Lo psicoanalista ferito e i suoi orizzonti", di Rita Corsa e Lucia Monterosa. Maria Luisa Agostinelli discuterà il volume con le autrici e con il pubblico. In questo libro (Alpes edizioni), Corsa e Monterosa si sono avventurate in alcune regioni impervie dell’indagine psicoanalitica contemporanea, dove il terapeuta sperimenta i limiti del proprio operare. Limiti imposti dalla realtà: situazioni cliniche estreme, in cui sembra non ci sia niente da fare. Ma pure condizioni del tutto inedite, introdotte dai vertiginosi sviluppi tecnologici, che conferiscono al corpo umano una nuova natura, dove l’eredità genetica ed esperienziale si ibrida con la macchina. La nostra è l’era delle forme transumane, vere e proprie chimere post-moderne. I classici modelli teorici necessitano di una revisione e di un ampliamento per poter far fronte alle nuove configurazioni della clinica. La seconda parte del volume è dedicata allo straordinario tema della Speranza, una tensione imprescindibile per il pensiero umano, che accompagna in ogni suo passo il lavoro dell’analisi, con le sue luci e le sue ombre. La libreria Palomar è a Bergamo in via Angelo Maj, 10. Per avere ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero 035271323, inviare un’email all’indirizzo di posta elettronica libreria.palomar@tiscali.it oppure cliccare sulla pagina Facebook "Libreria Palomar".

– Alle 18, al punto vendita Ibs di Bergamo in via XX settembre 93, l’autore Carmine Abate presenterà il suo ultimo libro "La felicità dell’attesa" (Mondadori edizione). Dialoga con l’autore Olimpio Talarico. Il libro racconta i destini – più che mai attuali – di quanti lasciarono le sponde del Mediterraneo per cercare fortuna altrove, approdando nella “Merica Bona”: una terra dura eppure favolosa, di polvere e grattacieli, sfide e trionfi. Ritmo incalzante, quasi cinematografico, e una lingua ricca inducono il lettore a scivolare in questa grandiosa epopea tra l’Italia e “il Mondo grande”, scavando nella memoria collettiva e facendo riaffiorare ricordi di tempi lontani che ripropongono una tematica attuale quale l’emigrazione.

– Dalle 18.30, al Circolino della Malpensata proseguono gli appuntamenti de "La notte rossa", serie di iniziative che si tengono in tutta Italia e che sono organizzate dall’associazione dei circoli cooperativi, dalle Case del Popolo, dall’Arci, dall’associazione Enrico Berlinguer e da altre numerose associazioni locali. Anche la cooperativa "Dante Paci e Ferruccio Dell’Orto di Bergamo, assieme alla nuova società che gestisce il Circolino della Malpensata, vi partecipa organizzando due giorni di musica, incontri ed eventi in entrambe le giornate. Sabato 17 ottobre, invece, il calendario propone: alle 18,30 la presentazione della ricerca: “Fascismo, l’assalto ai Circoli Cooperativi” a cura dell’ autore Alberto Scanzi e a seguire, alle 20 buffet. Infine, alle 21 musica dal vivo con "Sugarcandy mountains". Tutti gli incontri si svolgeranno alla sede della cooperativa “Paci e Dell’Orto”, a Bergamo in via Luzzatti, 6/B. Per avere ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero 035327040. Sul sito www.lanotterossa.it si trovano le iniziative programmate nelle varie città d’Italia (nella home campeggia la foto del murales presente sui muri esterni del circolino).

– Alle 19, l’organista Paolo Oreni presenterà a Bergamo il concerto “L’organo a colori”illuminando la chiesa di santa Maria Immacolata delle Grazie in Largo Porta Nuova con note di calore ed emozione, pensate per seguire le orme del Romanino, da Brescia a Venezia, passando per Bergamo. Un racconto musicale che mescola i colori del Rinascimento, chiudendosi nel segno dell’improvvisazione e di spiazzanti squarci di modernità con musiche pensate per raccontare con le note la mostra “Girolamo Romanino, il testimone inquieto”, l’esposizione di grande prestigio in programma a Palazzo Creberg dal 9 al 30 ottobre. L’esposizione è aperta nella sede del Credito fino al 30 ottobre secondo i seguenti orari: da lunedì a venerdì, durante l’apertura della filiale; sabato 17 e 24 ottobre dalle 14.30 alle 20.30, con possibilità di visite guidate gratuite; domenica 18 e 25 ottobre dalle 10.30 alle 19.30 con possibilità di visite guidate gratuite. La fondazione Creberg è on line su Facebook con la pagina “Fondazione Credito Bergamasco”

– Alle 20, al Circolino della Malpensata prende il via la serata de "La notte rossa". Alle 20 si apre il buffet, mentre alle 21 inizia l’intrattenimento musicale con l’esibizione live dei "Sugarcandy mountains".

– Sabato 17 ottobre, come ogni anno, Bergamoreggae in collaborazione con centro sociale autogestito Paci Paciana rinnova l’appuntamento per la festa dedicata a chi a Marzo ha seminato e si prepara a raccogliere i frutti (o meglio i fiori) di mesi di cure e amore. L’ospite della serata è uno dei talentuosi giovani giamaicani che ancora oggi tiene viva e in evoluzione la musica reggae: Keron Salmon, conosciuto nel mondo discografico come “Kabaka Pyramid". Il 24enne nativo di Kingston nonostante l’età vanta già collaborazioni con artisti del calibro di Sizzla, Protoje, Tarrus Riley e molti altri. Il suo primo album “Rebel Music” esce nel 2011 ed è seguito due anni dopo da “Lead the way”: entrambi i suoi lavori sottolineano la passione di questo artista per l’hip hop, suo grande amore ancora prima della musica in levare, e mettono in luce le liriche di denuncia contro la classe politica e capitalista del suo paese d’origine, causa dei disagi sociali dei ghetti caraibici. Nel 2015 grazie al singolo “Well Done” viene finalmente riconosciuto come uno degli artisti top del reggae moderno. Il programma prevede: dalle 20 la cena seguita dal dibattito "Dai un taglio al proibizionismo" sulla proposta di legge per la legalizzazione della cannabis e sulle prospettive future. Intervengono Frankie (Infoshock Torino) e Elia (avvocato del movimento Antiproibizionista). Il biglietto di ingresso è di 7 euro.

– Alle 21.30 al monastero di Astino si tiene un concerto di "Aronika & The Drummer", duo composto da un dj e da un batterista jazz. Da qualche anno propongono un live set dal ritmo facile, una miscela di groove house dalle marcate linee di basso e dalle sonorità latine, incrociandosi con le fresche ritmiche tribali e con quelle introspettive della deep. Il tutto condito dalle rapide improvvisazioni che scaturiscono delle bacchette di Luca Mazzola. "Aronika" è un dj bergamasco, amante della musica elettronica in tutte le sua sfaccettature, attivo da più di una decade nel panorama locale bergamasco. I suoi dj set sono una fusione tra i ritmi più caldi della new jazz miscelati attraverso la house e la tech-house, ponendo sempre un occhio di riguardo alle ritmiche e ai suoni latini. Cofondatore e dj delle serate “Dalmen Calling” nelle quali proponeva il suono al quale è più legato, ovvero quello più veloce e ipnotico della techno. Luca Mazzola nasce a Bergamo nel 1990, intraprende lo studio della batteria all’età di 8 anni studiando con diversi insegnanti tra cui: Paolo Saltarelli, Matteo Marchese, Stefano Bertoli(con cui inizia a studiare jazz), Walter Calloni Marco Volpe(approfondendo diversi stili musicali in particolare rock, funk). Nel 2014 studia due mesi a Cuba con il maestro di batteria e percussioni JosèEladioAmat. Attualmente suona in varie formazioni: RichApes,1st Class Passengers, Pulsar Ensemble, Dadadang, Kino and the Lolalovers, Meneguinnes. L’ingresso è libero.

– Alle 22, all’Edoné: "Caso presenta il disco ‘Cervino’ – special guest: Montana". Dopo una vita solitaria da cantautore folk-punk Caso presenta il suo disco elettrico: Cervino. Alternerà pezzi con batteria, basso e amplificatori potenti a momenti più intimi di sola chitarra e voce.

DOMENICA 18 OTTOBRE

– Dalle 8.30 alle 9.05, dalle 9.30 alle 10.05, dalle 10.30 alle 11.05, dalle 11.30 alle 12.05, dalle 12.30 alle 13.05 ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Il viaggio del globulo rosso in 4D", che si tiene al Club Ricreativo Pignolo Onlus, a Bergamo in via sant’Elisabetta, 11. Una proposta per avvicinarsi al mondo della medicina e, in particolare, ad uno dei suoi temi più caldi: la circolazione e la sua stretta relazione con la nutrizione. Si potrà seguire il tragitto compiuto, in ogni momento, dal globulo rosso, in 4D, ponendosi nel cuore di una gigante arteria tridimensionale. Si potrà così visualizzare il sistema del vaso arterioso in tutte le sue forme e manifestazioni. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata ai ragazzi dai 6 ai 14 anni ed è organizzata dal collettivo Zorba in collaborazione con il club ricreativo di Pignolo Onlus.

– Dalle 8.30 alle 9.30, dalle 9.30 alle 10.30, dalle 10.30 alle 11.30, dalle 11.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 17, con percorsi della durata di un’ora ciascuno, allo spazio Viterbi della Provincia di Bergamo sono ancora disponibili posti per "X al quadrato". Un percorso dedicato alla parabola, senza numeri, formule, calcoli, problemi o difficili dimostrazioni, ma con una serie di dispositivi interattivi, che illustrano le idee e i concetti in modo semplice, piano, intuitivo ed efficace, ovvero tanti divertenti “giocattoli matematici”. Il percorso si snoda fra concetti geometrici, algebrici e fisici, mescolati in modo funzionale, per osservare la stessa realtà da una varietà di punti di vista differenti, per avere una migliore e più estesa comprensione dell’argomento. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dagli 11 anni in su.

– Dalle 8.30 alle 10 ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Il sole e la misura del tempo", che si tiene al Tag – Talent Garden, a Bergamo in via Crispi 2, Ex Sacerdote. Il sole è responsabile di aspetti fondamentali dell’esistenza: ci dona luce, energia, vita, e regola profondamente lo svolgimento della vita stessa. Le nostre giornate iniziano con il sole che sorge e si concludono al suo tramonto. Lo scorrere del nostro tempo è dato dal sole. E non solo attraverso i giorni, ma anche con ore, mesi, stagioni e anni. Misurare il tempo è sempre stata una necessità e il Sole, con la sua luce e la sua posizione nel cielo, ha permesso all’uomo di farlo. Grazie al suo ingegno e alla sua creatività l’uomo, prima che la scienza e la tecnologia fornissero metodi più raffinati e precisi, ha saputo inventare diversi strumenti per la misura del tempo con il Sole, come meridiane e orologi solari. Il laboratorio spiega come funzionano questi oggetti e si propone come un’occasione per divertirsi costruendoli. L’iniziativa rientra tra le proposte di BergamoScienza ed è dedicata a un pubblico dai 10 anni in su.

– Dalle 8.30 alle 10 ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Molecole tra storia e leggenda", che si tiene alla Coop Eco Store Bergamo, in via Autostrada, organizzato dall’istituto "Natta". Attraverso, filmati, diapositive, esperienze, modelli, oggetti… verranno presentate le caratteristiche e le conseguenze generate dall’uso di molecole chimiche e molecole d’interesse biologico. In particolare si presenteranno: capsaicina, acido ascorbico, glucosio, cellulosa, nitroderivati, naylon, fenolo, isoprene, acido salicilico, alcaloidi, sale, acido oleico, chinino, idrocarburi alifatici e aromatici. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata a un pubblico dai 6 ai 13 anni.

– Dalle 9 alle 9.30, dalle 9.30 alle 10, dalle 10 alle 10.30, dalle 10.30 alle 11, dalle 11 alle 11.30 e dalle 12 alle 12.30 all’accademia di belle arti Carrara di Bergamo ci sono ancora posti disponibili per visitare l’esposizione "Oltre i margini". Il carcere di massima sicurezza di Zomba in Malawi è stato costruito nel 1905  per accogliere un massimo di 200 prigionieri. Oggi  sono presenti circa 2.300 persone che vivono in condizioni al limite della sopravvivenza. Purtroppo ciò non accade solo a Zomba ma in tutte le prigioni del Malawi che sembrano essere una fabbrica di sofferenza, dove la parola diritto non esiste.  Collaborare con queste persone significa scambiare esperienze, imparare reciprocamente,  seguire i bambini che vivono rinchiusi con le madri, proporre una possibilità di attività una volta usciti dal carcere. La creazione artistica di oggetti, dipinti, maschere si rivela come uno dei momenti più efficaci. Gli organizzatori li presentano per ricordare che sempre, in diversi modi, l’arte è necessaria ed è formidabile motivo di libertà, per non dimenticare la propria identità. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza".

– Dalle 9 alle 10, dalle 10.30 alle 11.30, dalle 12 alle 13, dalle 14.30 alle 15.30, dalle 16 alle 17, dalle 17.30 alle 18.30 al liceo scientifico statale "Filippo Lussana" è possibile visitare la mostra "A che ora passa il mio autobus?". La probabilità e la statistica sono ambiti della matematica con i quali, anche senza rendercene conto, veniamo a contatto ogni giorno. Questa mostra è l’occasione per capire quanto, in realtà, essi ci siano quotidianamente d’aiuto. Quanto tempo occorre per trovare un determinato posto, in una città sconosciuta, muovendosi a caso? A che ora passa il mio autobus? Queste domande fanno capo sostanzialmente a due argomenti studiati trasversalmente in diversi campi: i tempi di attesa e gli eventi rari. Modelli di traffico, previsione degli eventi naturali (come le frane), teoria delle code (siano esse al casello autostradale o alla cassa di un supermercato), moti browniani, titoli azionari, estrazioni del lotto… In questa esposizione sarà possibile trovare questo e molto altro, passando dalla costruzione dei modelli alla loro applicazione alla realtà, un’opportunità di scoprire che la matematica è presente là dove non si immaginerebbe. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata a un pubblico dagli 11 anni in su.

– Dalle 9.30 alle 10.20, al Blue Temporary Lab – Ex Cinema Nuovo, a Bergamo in via Largo Belotti 23, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Fammela in testa". Uno degli argomenti più “piccanti” per i bambini è la cacca: attraverso la narrazione del libro “Chi me l’ha fatta in testa?” di Werner Holzwarth e Wolf Erlbruch, l’analisi delle forme e il gioco modellando pasta di cioccolato si vuole far capire al bambino come funziona il processo digestivo. In questo laboratorio si vuole accompagnare il bambino alla scoperta di quello che per loro è un divertimento ma che in realtà è un processo fondamentale nella vita di uomo. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata ai bambini dai 3 ai 6 anni.

– Dalle 9 alle 10.30 alla sala Manzù, in via Camozzi, passaggio via Sora – Bergamo, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Costruisci la geometria con la penna 3D". Gli oggetti matematici si vedono con gli occhi della mente: vederli e toccarli per davvero può aiutare questo processo di costruzione di immagini mentali. Il laboratorio propone la costruzione di figure geometriche solide: i partecipanti sono coinvolti in prima persona nella costruzione di modelli geometrici 3D, utilizzando un supporto tecnologico innovativo ed efficace, la penna 3D. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 13 anni in su.

– Dalle 9 alle 10.30, dalle 10.30 alle 12, dalle 16 alle 18 e dalle 18 alle 19.30 alla sala Manzù di Bergamo, in via Camozzi, passaggio Via Sora, sono ancora disponibili posti per partecipare al laboratorio "L’ordine del caos". Un percorso alla scoperta dell’"effetto farfalla", per il quale si dice che il minimo battito d’ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo. Ma di cosa si tratta? È davvero impossibile prevedere il comportamento di alcuni sistemi che sembrano imprevedibili come condizioni meteorologiche e i terremoti? Queste e altre domande troveranno risposta attraverso la matematica del caos. In un percorso fatto di pendoli multipli, attrattori strani, oggetti frattali, verranno definiti alcuni sistemi dinamici caotici. Ci si addentrerà in modelli matematici che, seppur semplici, sono in grado di generare andamenti estremamente complessi, tanto da risultare quasi indistinguibili da processi aleatori. Dall’altra parte, come è possibile ottenere strutture ordinate a partire da condizioni aleatorie? Nel laboratorio si forniranno, attraverso simulazioni al computer, i primi strumenti per affrontare una nuova matematica. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 14 anni in su.

– Dalle 9.30 alle 11, dalle 11 alle 12.30, dalle 14.30 alle 16 e dalle 16 alle 17.30, al convento di San Francesco – Museo Storico, a Bergamo in piazza Mercato del Fieno, 6/a, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Click… e luce fu!". Tre ambienti allestiti con exhibit permettono un approccio interdisciplinare al tema della luce: storico (fotocamere da campagna, stereoscopie, carte-de-visite, alcune tra le più celebri macchine del Novecento- Leica, Contax), fisiologico (messa a fuoco, dilatazione della pupilla, permanenza immagini sulla retina, …), psicologico (gli inganni dell’occhio e del cervello), fisico (ombre, colori, energia, rifrazione). La ricostruzione di una camera oscura di grandi dimensioni dà la possibilità agli utenti di entrare per capire il funzionamento della macchina fotografica. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dai 9 anni in su.

– Dalle 10 alle 10.45, dalle 11 alle 11.45, dalle 11.45 alle 12.30, dalle 15.45 alle 16.30, dalle 16.30 alle 17.15 e dalle 17.15 alle 18 all’oratorio di san Lupo, a Bergamo in via san Tomaso 7, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Intrusioni cromocinetiche". L’Oratorio di San Lupo ospita l’installazione ambientale "Interrelazione cromospeculare" realizzata nel 1969 dall’artista Getulio Alviani, tra i protagonisti dell’Arte Cinetica.  L’esposizione è promossa dalla Fondazione Adriano Bernareggi e dalla GAMeC, dove l’opera è in deposito, e si tiene in occasione della grande retrospettiva che il museo d’arte contemporanea della città dedica a Kazimir Malevic, maestro dell’astrattismo che, insieme a Mondrian, è stato artista di riferimento per Alviani. "Interrelazione cromospeculare" è tra le opere più significative dell’artista, composta da strutture-specchio verticali che ruotano al passaggio del fruitore e che trasformano l’ambiente in uno spazio caleidoscopico e sempre differente, essendo le pareti colorate con i tre colori primari (rosso, giallo e blu). Un’opera attiva e in continuo divenire, in cui è evidente la costante ricerca di regole e proporzioni geometriche generate da calcoli matematici e contrasti di colori primari o complementari: arte e scienza diventano così campi di ricerca di un rigore estetico che le denota entrambe. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza".

– Dalle 10 alle 11, dalle 11 alle 12, dalle 12 alle 13, dalle 14 alle 15 e dalle 15 alle 16 a Porta sant’Agostino ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Enigma. Esploriamo l’impensabile". Ogni giorno nuovi consumatori sempre più esigenti mettono alla prova i grandi designer nei diversi ambiti dei processi creativi. Solo chi è in grado di scrutare al di là del semplice oggetto può donargli una nuova luce che lo renda appetibile al grande pubblico. Il percorso si propone come un’opportunità per scoprire le proprie potenzialità creative nascoste. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata ai ragazzi dai 17 ai 18 anni.

– Dalle 10 alle 11 e dalle 12 alle 13 ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Oltre la terza dimensione: Odissea nello spazio 4D", che si tiene all’Urban center a Bergamo in viale Papa Giovanni XXIII, 57. La tecnologia audiovisiva ha reso familiari termini come 2D o 3D… ma ha senso andare oltre la terza dimensione spaziale? Noi percepiamo la nostra realtà come tridimensionale, e quindi per "vedere oltre" abbiamo bisogno di occhiali speciali. Dal "Mito della Caverna" di Platone al romanzo "Flatlandia" di Abbott, dalle opere d’arte di Dalì e Picasso fino all’omonimo libro di Thomas Banchoff (che ha ispirato questo laboratorio), attraverso l’analogia e i ragionamenti induttivi possiamo immaginare le dimensioni superiori. Come può un essere 2D pensare un mondo 3D? E poi, analogamente, come possiamo noi esseri 3D immaginare la quarta dimensione spaziale? Il laboratorio aiuta a costruire passo dopo passo questi occhiali speciali per la nostra mente, attraverso attività interattive: ombre cinesi, bolle di sapone, sezioni laser, modelli geometrici da costruire, video, opere d’arte e perfino giochi di strategia in 4D. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dai 10 anni in su.

– Dalle 10 alle 12, dalle 14 alle 16 e dalle 16 alle 18, all’istituto "Leonardo da Vinci, a Bergamo in via Moroni 255, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "DNAtura". Osservare, toccare e annusare la Natura, per capire analogie e differenze del mondo che ci circonda: il percorso accompagna i partecipanti nell’osservazione e nella “manipolazione” dei fenomeni legati alla genetica. Gli studenti dell’istituto accompagneranno nell’orto, raccontandovi le tecniche e le cure che hanno adottato. Alla visita faranno seguito alcune esperienze laboratoriali dove, attraverso l’estrazione di pigmenti e del Dna, cercheremo di capire cosa sta alla base della peculiarità di ogni specie. Effettueremo inoltre analisi chimico-fisiche del terreno per comprendere gli aspetti legati alla territorialità, con particolare riferimento alla coltivazione del mais spinato di Gandino. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata a un pubblico dai 12 anni in su.

– Dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18, all’istituto Leonardo da Vinci, a Bergamo in via Moroni 255, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Ottica-mente". I ragazzi del corso di ottica hanno allestito, con la supervisione dei loro insegnanti, un laboratorio interattivo sull’ottica e i suoi principali fenomeni. Dopo una spiegazione sul percorso della mostra e i vari esperimenti, si procederà alla visita della mostra e delle varie esperienze. Al centro dell’attenzione ci sono i principali fenomeni di ottica geometrica come la riflessione, la rifrazione, la riflessione totale e le leggi sulle lenti sottili e di colorimetria, interferenza, diffrazione della luce fino ad arrivare alle più moderne fibre ottiche. Infine i ragazzi di quarta e quinta con la supervisione dei docenti di optometria eseguiranno ai visitatori un visita optometrica e mostreranno come si realizza un occhiale da vista. L’iniziativa si tiene tra le proposte di BergamoScienza ed è dedicata a un pubblico dai 12 anni in su.

– Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 alla sala viscontea, in piazza Cittadella: "Seduzione e repulsione: quello che le piante non dicono". Spine, peli, odori, aromi, rotondità, sinuosità, polposità, dolcezza, veleni, scosse, calore, inganno, cooperazione: le piante hanno evoluto sistemi affascinanti per sedurre coloro di cui hanno bisogno o per respingere i potenziali nemici. Tutto in silenzio, ai fini della sopravvivenza e della riproduzione. La mostra intende indagare e raccontare alcune particolari strategie elaborate in natura, quelle meno eclatanti o meno visibili ma fondamentali per mantenere gli equilibri della vita sul pianeta – che si traducono in chiari messaggi legati alla conservazione della biodiversità e all’ottimizzazione delle risorse. L’iniziativa rientra in "BergamoScienza".

– Domenica 18 ottobre si rinnova l’appuntamento con la "Festa della via Angelo Maj", giunta alla 20esima edizione. Il programma prevede: dalle 11 bancarelle e negozi aperti e alle 13.30 la sfilata lungo la via. Non mancheranno giochi, musica dal vivo, bancarelle e una grande castagnata benefica il cui incasso sarà devoluto per il potenziamento del centro diurno disabili di Botta di Sedrina. L’iniziativa è promossa dall’associazione Via Angelo Maj.

– Dalle 11 alle 12.30 all’istituto Imiberg, a Bergamo in via santa Lucia 14, ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Gioca, descrivi, prevedi: è matematica". La matematica è il linguaggio per descrivere fenomeni e prevedere risultati, è stuzzicante occasione di gioco e divertimento. Ecco allora l’angolo del domino matematico e la fabbrica del dieci per i più piccoli; crescendo, le piastrellature del piano, la caccia ed il moto parabolico, le carrucole e le maree. Il laboratorio propone un’esperienza personalizzabile ma sempre di totale coinvolgimento: dal gioco all’analisi quantitativa, un’occasione per studenti piccoli e grandi di conoscersi meglio e lavorare insieme. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza".

– Dalle 11.30 alle 13 al teatro Sociale ci sono ancora posti disponibili per partecipare alla conferenza: "La rivoluzione dei non-coding rna nella ricerca e terapia del cancro". Interviene Pier Paolo Pandolfi (Bidmc/Harvard Medical School, Boston, Usa) e introduce Martino Introna (segretario del comitato scientifico dell’associazione BergamoScienza). È ormai stato chiarito come il tumore non sia una sola malattia ma tanti tipi diversi, causati da difetti molecolari diversi. Questo ha permesso lo sviluppo di farmaci mirati ed intelligenti atti al riparo del difetto molecolare specifico. Questo approccio è stato perciò definito “Terapia di Precisione” del cancro. Un’ulteriore enorme opportunità è offerta dalla scoperta che il genoma umano e quello del tumore sono molto più complessi di quanto si credesse. Ci sono infatti molte più unità geniche e molecole di rna nelle nostre cellule che non codificano per proteine ma sono estremamente rilevanti per lo sviluppo delle neoplasie: i cosiddetti Non-Coding rna. Queste recenti scoperte rivoluzionarie portano la Terapia di Precisione del cancro ad livello di accuratezza tale da permettere lo sviluppo di nuove terapie per il tumore. L’iniziativa rientra tra le proposte di BergamoScienza.

– Alle 13, al circolo Arci Maite di Bergamo, in vicolo sant’Agata 6 (Città Alta) prosegue il percorso di consapevolezza reciproca avviato tra residenti e rifugiati basato su momenti ludici e di quotidianità. Questa domenica viene proposto il “Luch sarin – Pranzo condiviso”, uno scambio gastronomico, con pietanze portate dai partecipanti locali e piatti cucinati dai rifugiati. Il pranzo è gratis in quanto ognuno porta qualcosa. Nel caso servissero, saranno disponibili un forno e un microonde. Per avere ulteriori informazioni e per comunicare la propria partecipazione telefonare al numero 035–099 0101 oppure inviare un’email all’indirizzo di posta elettronica info@maite.it.

– Dalle 14 alle 15.30 e dalle 15.30 alle 17 all’istituto ImiBerg, a Bergamo in via santa Lucia 14 ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Suoni tutti da vedere". In quanti modi diversi si producono suoni e rumori? Come si propagano e sovrappongono? Come fa la nostra voce a cantare? Si può riconoscere il timbro di uno strumento sullo schermo di un computer? Si può imparare a riconoscere un tono? E un semitono? Questi rapporti tra i suoni si possono anche vedere oltre che sentire? Accompagnati dagli studenti della secondaria è possibile mettersi in ascolto. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza".

– Dalle 14.30 alle 18 al monastero di Astino si tiene una giornata in memoria della Grande Guerra, con l’esibizione dei cori "Le due Valli", "Le voci del tempo" e "La Presolana". Nel corso del pomeriggio, alle 16 verrà celebrata una messa officiata da don Sessantini e accompagnata dai tre cori. L’ingresso è libero.

– Dalle 15 alle 16.30 al teatro Sociale ci sono ancora posti disponibili per partecipare alla conferenza "Ingegneria di precisione in genomi vegetali: nuove visioni in biotecnologia vegetale". Intervengono: Michele Morgante (Università di Udine) e Daniel Voytas (Center for Genome Engineering, Università del Minnesota). Introduce Francesco Salamini (Fondazione Edmund Mach San Michele all’Adige, Trento, Board Scientifico del Parco Tecnologico Padano di Lodi, Comitato Scientifico Associazione BergamoScienza). I metodi per modificare con precisione le sequenze di dna di cellule viventi permettono una dettagliata analisi funzionale dei geni e dei pathways genetici. Nelle piante, la variazione genomica mirata ha applicazioni che vanno dalla comprensione della funzione dei geni della pianta, allo sviluppo di colture con nuove caratteristiche di pregio. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza.

– Alle 16, "A Casa di Gaetano", rassegna di musica da camera con gli allievi del Conservatorio “Gaetano Donizetti” di Bergamo, alla Casa di Gaetano Donizetti in Città Alta. Ingresso gratuito.

– Dalle 17 è possibile partecipare a una visita guidata ad Astino. Il ritrovo è al monastero 15 minuti prima al bookshop, a seguire visita guidata organizzata in collaborazione con il gruppo “Guide Turistiche Città di Bergamo” che prevede: visita alla Chiesa del Santo Sepolcro; visita al complesso del Monastero di Astino; e visita alle mostre in programma. La quota di partecipazione è di 8 euro. Per prenotarsi scrivere a astinoexpo2015@gmail.com o telefonare al 3318806545. Le visite si effettueranno al raggiungimento di minimo 15 iscritti (massimo 30).

– Dalle 17.30 alle 19 al Palamonti ci sono ancora posti disponibili per partecipare al laboratorio "Agricoltura di montagna: ricerche e visioni innovative". Il territorio montano ed alcuni aspetti legati all’economia agricola e forestale che qui si sviluppa. Al centro dell’attenzione ambiente e suolo, foresta ed ecoservizi, agricoltura in ambiente montano, colture da reddito particolari. Per questo ultimo tema, porremo un accento speciale sulle piante officinali e sul settore erboristico. L’iniziativa rientra tra le proposte di "BergamoScienza" ed è dedicata al pubblico dai 14 anni in su.

– Alle 20.30, alla Domus Bergamo di piazza Dante, per il ciclo "Pink Dinner", l’appuntamento è con Giovanna Prandini, titolare della cantina “La Perla del Garda” e delegata regionale per la Lombardia dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, tra le espressioni più interessanti dell’imprenditoria femminile in tutte le categorie della filiera vitivinicola: dal vigneto alla cantina, dalla tavola alla comunicazione. La cantina guidata da Giovanna, infatti, vanta 30 ettari di vigneto tra Desenzano e Sirmione, gestiti con raccolta a mano dei grappoli e vinificazione a caduta, veri e propri segni distintivi di un modus operandi attento alla qualità e alla tradizione. Fil rouge dell’incontro dedicato a tutti i wine lover di Bergamo sarà il menu “50 Sfumature di Lugana” con proposte culinarie abbinate ai vini della cantina come Perla 2014, Madre Perla 2010, Madonna Della Scoperta 2010, Lugana Vendemmia Tardiva 2011. La quota di partecipazione è di 30 euro a persona all inclusive, necessaria la prenotazione a info@alta-qualita.it o tel. 340.1929798.

– Alle 21.30 al circolo Arci Maite di Bergamo, in vicolo Sant’Agata 6 (Città Alta) si tiene un concerto teatrale di Folco Orselli e i Mercanti di Storie, con il maestro Giovanni Melucci. Gli artisti presenteranno una collezione di racconti, storie e canzoni d’amore e libertà, affabulazioni in tempo di crisi. Favole popolate da santi, operai, poeti, disoccupati, in bilico fra satira e poesia, reale e immaginario. Tre personalità uniche e originali che si confrontano sul palco per raccontare e raccontarsi alternando canzoni, racconti e improvvisazioni. I Mercanti di Storie sono un consorzio informale di artisti precari e indipendenti, che propone una personale forma di teatrocanzone in bilico fra satira, musica e poesia, diretta da Massimiliano Loizzi (protagonista de “Il Terzo Segreto di Satira”) e Giovanni Melucci.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Notte Nera

    Se organizzassero una NOTTE NERA, chissà che casino da questi antifascisti senza fascismo.