BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dimore antiche e palazzi, nuova giornata per scoprire i tesori della Bassa

Domenica 18 ottobre nella Bassa Bergamasca si tiene il secondo appuntamento di "Andar per dimore antiche e nobili palazzi", con aperture speciali alla scoperta dei luoghi di interesse del territorio.

Domenica 18 ottobre nella Bassa Bergamasca si tiene il secondo appuntamento di "Andar per dimore antiche e nobili palazzi", con aperture speciali alla scoperta dei luoghi di interesse del territorio.

Per l’occasione, dalle 15 alle 17 viene proposta l’apertura con visite guidate di palazzo Visconti a Brignano Gera D’Adda, palazzo Gallavresi a Caravaggio, villa Giavazzi a Verdello e dei palazzi Galliari a Treviglio.

Le visite guidate si svolgeranno in 3 turni – alle 15, alle 16 e alle 17 – in tutti e 4 i palazzi e, per chi volesse vedere più palazzi nella stessa giornata è consigliato prenotare la visita alle 15 e alle 17 per avere il tempo di spostarsi.

I palazzi Galliari a Treviglio sono situati lungo la via fratelli Galliari, che da loro prende il nome, i tre edifici furono dimora dei tre fratelli pittori, scenografi, quadraturisti, originari di Andomo (Biella), in seguito residenti aTreviglio e attivi nel Settecento nel nord Italia e in Europa. I tre palazzi, recentemente restaurati, presentano sale affrescate con ricchi apparati decorativi, dedicati a paesaggi, vedute prospettiche ed eleganti scenografie.

Il palazzo Visconti a Brignano Gera d’Adda risale alla seconda metà del Cinquecento. La struttura solida dell’edificio si ingentilisce nello slancio della loggia di gusto settecentesco che si affaccia sul cortile interno, delimitato da un porticato sorretto da pilastri bugnati. Si accede al piano nobile da uno scalone scenografico affrescato con scene inspirate alla vita cortigiana e alla mitologia classica. Nella sala del Gran Consiglio si stagliano immortalati sotto forma di statue o busti monocromi i ritratti austeri degli esponenti più illustri della dinastia viscontea che resse la signoria di Milano. Nelle altre sale scene mitologiche, cavalleresche e paesaggistiche si rincorrono sotto gli alti soffitti lignei finemente decorati. Il palazzo Gallavresi a Caravaggio, edificio di stile tardo gotico lombardo, risale alla seconda metà del XIII secolo; dal 1947 è sede dell’amministrazione comunale e della pinacoteca civica. Il portico si compone di eleganti archi a sesto acuto risalenti al XV secolo; la facciata presenta a fianco delle finestre gotiche tracce di finestre rinascimentali e al centro una parlera. Lo scalone d’onore conduce all’attuale sala consiliare, di stile barocco, con soffitto a cassettoni e una loggia popolata da putti alati musicanti.

La villa Giavazzi a Verdello venne fatta costruire da Carlo Maria Gambarini come residenza personale durante la dominazione francese (1797-1815). Alla sua morte, la proprietà passò al nipote Carlo Girolamo e quindi nel 1850 a Rosa Gambarini, ultima erede della famiglia, che sposò il nobile milanese Giovanni Battista Cagnola. Ad inizio Novecento la villa con le pertinenze fu acquistata da Giovanna Giavazzi, durante la seconda guerra mondiale conobbe l’occupazione dei tedeschi. Dopo decenni di abbandono nel 1972 la villa e il parco divennero proprietà comunali, dal 1980 l’edificio ospita il municipio e il parco aperto al pubblico.

Il biglietto d’ingresso costa 5 euro, mentre l’ingresso è gratuito per i ragazzi under 12 e per i pensionati over 65. Per chi volesse il carnet per le 4 visite può ancora approfittare della promozione: dopo la terza visita la quarta è gratuita.

Al termine delle visite guidate a Treviglio, il panificio Ripamonti di via Galliari, 6 offrirà una degustazione a tutti i partecipanti.

Si ricorda, inoltre, che domenica 18 ottobre aprirà anche il nuovo museo Verticale nella Torre Civica di Treviglio, ci saranno i negozi del centro aperti e il mercatino della terza domenica “Antico in Via”. È gradita la prenotazione.

Per avere ulteriori informazioni e per prenotare le visite telefonare all’ufficio Informazioni e Accoglienza turistica di Treviglio al numero 036345466 oppure inviare un’email all’indirizzo di posta elettronica info@prolocotreviglio.it oppure contattare la Pro Loco di Brignano Gera d’Adda, scrivendo a brignano.proloco@tiscali.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.