BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna Albanoarte teatro festival, tra gli ospiti anche Raul Cremona

A partire da sabato 17 ottobre ad Albano Sant'Alessandro prende il via la 25esima edizione di "Albanoarte teatro festival". In programma numerosi spettacoli dagli svariati generi teatrali. Tra gli ospiti di quest'anno anche l'attore, comico e illusionista Raul Cremona.

Ad Albano Sant’Alessandro si rialza il sipario di "Albanoarte teatro festival".

Anche quest’anno il programma propone numerosi spettacoli dagli svariati generi teatrali, con giovani talenti e nomi già affermati, come l’attore, comico e illusionista Raul Cremona.

La rassegna, giunta alla 25esima edizione, prende il via sabato 17 ottobre al teatro "Don Bosco"; in oratorio. L’appuntamento è alle 21 con le attrici Antonella Questa, Giuliana Musso e Marta Cuscunà che si esibiranno in "Wonder Woman – Donne, denaro e super poteri", uno spettacolo in prima regionale. Un divertente esercizio teatrale per dare spazio a legittimi interrogativi sullo stato dell’indipendenza economica delle donne.

La settimana successiva, sabato 24 ottobre, alle 21, si proseguirà con "Moztri! – Inno all’infanzia", di Luna e Gnac Teatro. Uno spettacolo che cerca di parlare contemporaneamente ai bambini e ai genitori: ai primi attraverso il teatro di figura, che apre al mondo fantastico del protagonista e ai secondi attraverso le situazioni paradossali in cui loro stessi si cacciano per fare in modo che il figlio possa corrispondere all’ideale che di lui si erano costruiti.

Quindi, sabato 31 ottobre alle 21 sarà la volta di "Ora no, tesoro", commedia dialettale della compagnia "Franco Barcella" di San Paolo d’Argon, che quest’anno festeggia 50 anni di teatro.

Ad aprire il mese di novembre, sabato 7 alle 21, sarà il gruppo teatrale "Albanoarte" con “La Fortuna di chiamarsi Abdul”, spettacolo che, giocando in modo paradossale su alcuni luoghi comuni radicati nella nostra società, sfrutta gli ingredienti del comico senza cadere nello stereotipo.

Sabato 14 novembre alle 21 si continuerà con "Le belle idee per cui si muore…", reading di Albanoarte Teatro e Associazione Musicale Amadeus sulla Prima Guerra Mondiale, con Grazia Vecchi, Adriana Vismara, Gianluigi Corna ed Enzo Mologni, accompagnati dal maestro Giovanni Andreani al pianoforte e da Alice Andreani al violoncello. Nel centenario dall’entrata in guerra dell’Italia, testimonianze, letture, e poesie insieme a brani celebri e inediti riaccendono la memoria, dando voce e vita alle persone che hanno dovuto affrontare e conoscere gli orrori della guerra e della violenza.

Il giorno dopo, domenica 15 novembre, alle 21, sarà la volta de "Il nulla – The void", di Aia Taumastica, per un’esibizione consigliata a un pubblico adulto. Una drammaturgia originale dello sforzo inumano che quotidianamente affrontiamo qualora l’unica risposta di cui siamo capaci è “non pensarci”. Le relazioni, i cambiamenti del corpo, i telegiornali, la forza di gravità, le economie, il rifiuto del conflitto, la menzogna, il silenzio che a sua volta è menzogna, la paura, il respiro corto, la moda, l’essere genitori, il mio vicino, ciò che mangio… un flusso di situazioni a spirale.

Il calendario, successivamente, propone: sabato 21 novembre alle 21 "…Racconta", spettacolo di danza della scuola di ballo "Je danse"; e sabato 28 novembre alle 21 la prima provinciale di "Ti amo, sei perfetto, ora cambia" con l’ironia degli A.M.O. (Attori Momentaneamente Occupati), che concluderà la prima parte di stagione.

La seconda parte inizierà sabato 6 febbraio alle 21 con lo spettacolo "Prestigi", di e con Raul Cremona che, utilizzando in chiave comica l’arte della magia, rappresenta le frustrazioni e le velleità del prestigiatore medio, creando personaggi buffi e dissacranti.

Nelle settimane successiva, il cartellone annovera: sabato 13 febbraio alle 21 la prima provinciale di "Boîte à surprises – volume II" dei "The Bumble Beetles", omaggio ai Fab Four; domenica 21 febbraio alle 15 "Pòvra zet ma onèsta", commedia dialettale di Giuseppina Cattaneo, con la compagnia “Le Peonie”; e sabato 27 febbraio alle 21 "La storia del santo traditore", con Teatrattivo, in cui il personaggio di Carcino Carciofoli racconta la sua amicizia con Vincenzo Pacchiana, meglio noto come “Paci Paciana”.

Quindi, sabato 28 alle 21 andrà in scena "Animali da bar", consigliato a un pubblico adulto, che racconta di un bar abitato da personaggi strani, con le loro frustrazioni; e "La Barca dei Comici", altra prima provinciale, sabato 5 marzo alle 21 e domenica 6 marzo alle 15.

Per concludere, sabato 12 e 19 marzo alle 21 e domenica 13 marzo alle 15, va in scena "Risvegli", spettacolo sulla ricerca della felicità da parte dell’uomo, che spesso non si rende conto che la vita è meravigliosa in ogni istante: è unica, irripetibile e piena di buone occasioni.

Per ulteriori informazioni e per consultare il calendario completo: www.albanoarte.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.