BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lega Nord: “Il piano per l’aumento delle telecamere è stato ridimensionato”

"E’ sempre più evidente che la sicurezza non sia la priorità di questa amministrazione - dichiarano Massimo Bandera, Segretario Cittadino Lega Nord e Alberto Ribolla, Capogruppo Lega Nord a Palazzo Frizzoni. L'ultima conferma - rileva Bandera- l’abbiamo avuta con l’ennesimo rinvio (il terzo) della realizzazione del progetto di ampliamento del sistema di video sorveglianza".

Più informazioni su

E’ sempre più evidente che la sicurezza non sia la priorità di questa amministrazione – dichiarano Massimo Bandera, Segretario Cittadino Lega Nord e Alberto Ribolla, Capogruppo Lega Nord a Palazzo Frizzoni. L’ultima conferma – rileva Bandera- l’abbiamo avuta con l’ennesimo rinvio (il terzo) della realizzazione del progetto di ampliamento del sistema di video sorveglianza, ereditato dalla precedente Giunta e avviato ben due anni fa. Il primo annuncio sui tempi di installazione delle nuove telecamere fatto dall’Assessore Gandi, su nostra pressione (presentate a tal riguardo diverse interrogazioni), riguardava la scorsa primavera, poi rinviato a questo autunno ed ora apprendiamo che ci vorrà ancora un anno. Ma la cosa più grave – continua Bandera – riguarda il ridimensionamento del progetto ricevuto in eredità. Con il cambio di passo le nuove telecamere da installare, oltre ad essere rinviate, vengono più che dimezzate, passando dalle 44 previste dalla precedente Giunta alle sole 21 annunciate ora, per non parlare dei varchi elettronici per il controllo delle auto rubate (anch’essi previsti nel piano ereditato) promessi in campagna elettorale da Gori e ora spariti del tutto. All’appello mancano ben 23 nuove telecamere che avrebbero meglio coperto il territorio, in particolare i quartieri che sono diventati sempre più insicuri. Del resto cosa ci si può aspettare di più da una Giunta che ha lasciato che si riducessero al minimo storico il numero degli agenti di Polizia Locale, annullando bandi di assunzione ereditati già avviati, e che ha tagliato le risorse alla sicurezza dando priorità a far cassa con le multe, piuttosto che vigilare sulla sicurezza dei propri cittadini! Ancora una volta – dichiara Ribolla – l’Assessore Gandi fa marcia indietro, sancendo ora l’assoluta importanza ed efficacia del sistema di video sorveglianza, come più volte detto dalla Lega Nord e contestato in passato dal Partito Democratico: peccato che di rinvio in rinvio siano passati ormai 2 anni, ed il numero di videocamere sia ridotto a sole 20 unità in più. Stiamo anche aspettando da oltre 6 mesi che si discuta il nostro ordine del giorno per riportare l’operazione strade sicure in città, ovvero la presenza degli alpini a fianco dei nostri poliziotti. Anche su questo fronte – conclude Ribolla – ad oggi tant’è parole ma nessun fatto concreto. La sicurezza è un altro flop per la Giunta Gori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giuseppe

    Se non mi ricordo male a Brembate Sopra la sera che la povera Yara è scomparsa le telecamere c’erano ma non funzionavano! Di quale colore era l’amministrazione di quel Comune?

  2. Scritto da Sbandieratore

    Sono tornato a Bergamo mese scorso , dopo un periodo di assenza, la citta`rispetto a due anni orsono e`migliorata, chiaro, c`e` ancora molto da fare, ma quando si riparte da un disastro le difficolta`sono molte.

  3. Scritto da marco

    non mi risulta che Bergamo fosse la città più sicura d’Italia fino ad un anno e mezzo fa quando governavano “loro due”. Anzi faceva quasi schifo. politici mediocri che non avendo argomenti seri da portare avanti attaccano quelli che invece idee e iniziative serie ne hanno in abbondanza e le stanno mettendo in pratica. Solo invidia, forse perchè i loro piccoli cervelli non riescono a pensare più in là di sicurezza e immigrati.

  4. Scritto da Candid Kamera-ta

    E brave le Camicie Verdi che vogliono riaprire i concorsi del Pubblico Impiego, un tempo così osteggiato proprio da loro… dopodiché si lamenteranno che i tanti nuovi Vigili Urbani, per farsi mantenere lo stipendio, dovranno multare ancor più automobili in divieto di sosta.

  5. Scritto da Angiolinopedrini

    Le risorse alla sicurezza, alle forze di polizia e affini sono state tagliate in misura di 3,7 miliardi dal governo centrale allora Lega PDL. I poliziotti al tempo vostro mancavano di carburante nelle auto. Dai su, se volete essere credibili, siate seri. La gente non e’ piu’ boccalona…questa giunta con rutti i problemi ereditati e cose non fatte…sta cambiando l’alto alla cittta’.