BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Italcementi, 220 dipendenti in assemblea sindacale “Ora scendiamo in piazza”

Più di 220 dipendenti della sede di Italcementi hanno partecipato all'assemblea sindacale che si è svolta nella mattinata di venerdì 16 ottobre. Rabbia per la cassa integrazione che interessa 1.080 lavoratori del gruppo. Per mercoledì 21 ottobre è stato programmato un flash mob, dalle 12.30 alle 14.30, davanti a Palazzo Frizzoni.

Più informazioni su

"Ora basta! Scendiamo in piazza". Sarebbe questa la volontà dei dipendenti di Italcementi che si sono riuniti in assemblea sindacale nella mattina di venerdì 16 ottobre. Oltre 220 lavoratori del gruppo di via Camozzi si sono riuniti in assemblea per decidere come rispondere alla proposta dell’azienda di chiedere la cassa integrazione straordinaria per 1.080 dipendenti del gruppo. 

"Siamo al paradosso – afferma un dipendente – Italcementi chiede la cassa integrazione per 1.080 dipendenti, ma una volta trascorso questo periodo, la proprietà sarà di fatto passata al gruppo Heidelberg Cement che potrà decidere chi tenere e chi no. Una roulette russa alla quale non vogliamo sottoporci. L’attuale proprietà deve esporsi e darci tutele, non può pensare di andare al Ministero ignorando il nostro ruolo e la nostra presenza".

Un duro attacco che arriva dai dipendenti, anche se bisogna rimarcare che si tratta di 220 lavoratori su circa 750 tra la sede di via Camozzi e il laboratorio. Intanto si annunciano una serie di iniziative contro la società. Il primo è un flash mob di tutti i lavoratori Italcementi durante la pausa pranzo, dalle 12.30 alle 14.30 di mercoledì 21 ottobre davanti a Palazzo Frizzoni. 

Nel primo pomeriggio di oggi è annunciata anche una conferenza stampa da parte dei sindacati. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.