BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Resistenza come categoria etica”, al centro La Porta incontro su padre Turoldo

Giovedì 15 ottobre alla sede della fondazione La Porta si tiene un incontro dal titolo “Padre Turoldo tra Resistenza e dopoguerra - L’Uomo e gli anni della Corsia dei Servi”, dedicato alla figura di padre David Maria Turoldo. L'iniziativa rientra tra le proposte della rassegna "La Resistenza come categoria etica".

Più informazioni su

La Resistenza al nazifascismo ha costituito una frattura storica, un evento nel senso forte del termine. Diverse le motivazioni soggettive e diversi i livelli di coscienza della scelta, sottesi ai quali si coglie un’implicita visione complessiva dell’umano.

Giunge al terzo e ultimo incontro il ciclo dedicato alla “Resistenza come categoria etica”, proposto da Fondazione Serughetti-La Porta e biblioteca Di Vittorio della Cgil di Bergamo, in collaborazione con il Priorato sant’Egidio, comunità dei Servi di Maria di Sotto il Monte, e con il patrocinio del Comune di Bergamo.

L’appuntamento è giovedì 15 ottobre, alle 17.30, nella sede della Fondazione La Porta in viale Papa Giovanni XXIII, 30 a Bergamo. L’incontro, dal titolo “Padre Turoldo tra Resistenza e dopoguerra – L’Uomo e gli anni della Corsia dei Servi”, vedrà la partecipazione del professor Paolo Zanini, autore di “David Maria Turoldo. Nella storia religiosa e politica del Novecento (Milano, Paoline, 2013, collana “Donne e uomini nella storia”).

“Sarà un’importante occasione per conoscere un aspetto fondante di uno dei testimoni del Novecento, quello di antifascista e resistente, dalle parole di uno dei suoi studiosi contemporanei più intelligenti” – sottolineano gli organizzatori. “I tre incontri nel loro complesso hanno guardato alla Resistenza come categoria interpretativa del vivere, con lo sguardo sulla sua dimensione antropologica ed etica. A settant’anni dalla Liberazione, si è proposta una riflessione che intrecciasse l’indagine storica con percorsi filosofici e letterari, accanto alla narrazione di figure e memorie partigiane ancora poco esplorate, come la storia dei 12 monaci certosini fucilati dai tedeschi nel 1944”.

Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare la fondazione Serughetti-La Porta chiamando il numero di telefono 035.219230 oppure consultando il sito internet www.laportabergamo.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.