BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Multe, nuovi spazi: ma le moto insistono a due passi da un parcheggio vuoto

Pubblichiamo la lettera di un lettore che, passando dalla stazione, mercoledì ha visto e documentato come, dopo la raffica di multe e dopo i nuovi spazi per la sosta delle moto, che una serie di parcheggi a due passi dalla stazione rimangono vuoti mentre molti scooter continuano a sostare in aree vietate.

Più informazioni su

Pubblichiamo la lettera di un lettore di Bergamo che, andando in stazione mercoledì, ha visto e documentato come, dopo la raffica di multe (leggi) e dopo i nuovi spazi per la sosta delle moto (leggi), che una serie di parcheggi a due passi dalla stazione rimangono vuoti mentre molti scooter continuano a sostare in aree vietate.

Buongiorno Bergamonews,

vi scrivo in merito alla questione dei parcheggi per le moto che mi coinvolge direttamente perché spesso utilizzo lo scooter per recarmi in stazione, per poi prendere il treno che mi porta sul posto di lavoro.

Ammetto che per molto tempo ho parcheggiato in divieto di sosta un po’ per pigrizia un po’ perché oggettivamente non c’era alcun posto in cui lasciare la moto, almeno fino a quel giorno, quello della serie di multe che ha coinvolto anche il mio mezzo.

Subito dopo la multa ho provato rabbia e penso che tale sentimento sia stato condiviso da gran parte dei “trasgressori”.

Di posti non ce n’erano e quello è abbastanza comodo in quanto vicino alla stazione, ma soprattutto non penso sia un ostacolo per nessuno.

In ogni caso, da quel momento ho cercato di parcheggiare, per quanto possibile, in zone consentite, anche nei nuovi posti che, seppur pochi, possono aiutare oppure nella zona di fronte alla stazione delle autolinee.

Stamattina, come al solito, è iniziata la “caccia al parcheggio”, ma sfruttando la pioggia che porta molti a muoversi in auto, ho potuto parcheggiare tranquillamente alla stazione delle autolinee, dove c’erano molti posti liberi.

Camminando verso la stazione ho notato che molte moto erano parcheggiate nei soliti posti in divieto. Incuriosito e sfruttando il ritardo, ormai abituale, del treno ho fatto un rapido giro intorno alla stazione e nei dintorni.

Oltre a quelle lasciate contro il muro dell’area metropark o sul marciapiede di Via Papa Giovanni XXIII, molte moto e scooter sono stati parcheggiati nella zone riservate alle biciclette.

A quel punto mi sono chiesto: perché? Perché parcheggiare in zone non consentite quando a 50 metri, nella via che costeggia il deposito del tram, ci sono posti in cui poter lasciare regolarmente il proprio mezzo?

Ho cercato di darmi delle risposte: qualcuno potrebbe non saperlo, altri, molti, semplicemente perseverano e non rispettano le regole.

Sono consapevole che quella di oggi è stata una situazione particolare e che quando non piove trovare parcheggio è difficile se non impossibile, ma almeno quando ci sono le condizioni per farlo, perché non rispettare le regole?

Saluti

A. B.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da motobiker

    Perchè in viale V.Emanuele altezza semaforo via Zelasco ci
    sono tutti i giorni moto parcheggiate sul marciapiedi, in bellavista anche ai turisti, e i vigili non le hanno MAI multate? Mistero!!!!

  2. Scritto da nico

    Fossi stato nel lettore avrai fatto una fotografia anche alle sue spalle dove risulta/va parcheggiata una minicar che pur essendo inclinata seguendo le strisce sporge/va con il retro sulla carreggiata stradale al di là della linea bianca: in quel caso paradossolamente darebbe meno fastidio se si parcheggiasse parallela al marciapiede (occupando 3 posti moto invece di due) in compenso così come è “regolare” ostruisce e crea disagio a tutto il traffico veicolare e non solo…

  3. Scritto da XXX

    Il verbalizzato moralizzato,che diventa moralizzatore. Ma allora le multe servono!

  4. Scritto da Patrizio

    Spero che l’amministrazione valuti bene il problema, migliorando per i parcheggi di biciclette e moto.
    La precedenza senza dubbio è per chi arriva in bicicletta e poi per le moto evidente il perchè.
    Quando le moto parcheggiano al posto delle bici sia giusto multarle, quando parcheggiano al posto delle auto perchè non ci sono posti liberi per le moto, la multa non va fatta.
    Come si regolano i vigili?