BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cavalcata delle Orobie, tutto pronto: domenica la 44esima edizione

La Cavalcata dal 1961 è la regina delle non competitive ed ogni anno riunisce migliaia di appassionati non solo provenienti da Bergamo, ma anche dalla Lombardia, dalle regioni limitrofe e persino dalla Svizzera. Un classico appuntamento di chiusura, per salutare la bella stagione e darsi appuntamento in primavera dopo il “letargo” invernale.

Più informazioni su

Torna domenica la Cavalcata della Cavalcata delle Valli Orobiche, giunta alla sua 44esima edizione, organizzata in collaborazione con la Scuderia Fulvio Norelli. La Cavalcata dal 1961 è la regina delle non competitive ed ogni anno riunisce migliaia di appassionati non solo provenienti da Bergamo, ma anche dalla Lombardia, dalle regioni limitrofe e persino dalla Svizzera. Un classico appuntamento di chiusura, per salutare la bella stagione e darsi appuntamento in primavera dopo il “letargo” invernale.

La partenza della Cavalcata delle Valli Orobiche 2015 si terrà domenica 18 ottobre alle 10 dalla concessionaria Honda Dall’Ara in via Carducci a Bergamo, dove si radunerà anche un gruppo di motociclisti con moto Gold Wing (10.30 per le moto d’epoca, considerato il percorso ridotto). Il serpentone percorrerà circa 150 km (115 km per le moto d’epoca) e attraverserà la Valle Imagna, passando per Berbenno, Blello e Gerosa, e la Val Brembana. I percorsi per le moto di strada e le moto d’epoca saranno gli stessi fino a Zogno, dove poi si divideranno. Le moto da strada procederanno verso San Pellegrino, mentre le moto d’epoca si dirigeranno verso Aviatico dove ci sarà, per entrambi i percorsi, una sosta con ristoro in comune. Le moto da strada procederanno poi verso Gazzaniga, mentre quelle d’epoca proseguiranno in direzione Selvino, da dove scenderanno poi verso Nembro per poi proseguire in direzione arrivo, previsto nella piazza antistante de Le Due Torri shopping center di Stezzano.

Una volta arrivati a Le Due Torri (attorno alle 13) i partecipanti avranno la possibilità di scegliere – tra gli oltre dieci ristoranti situati al primo piano della struttura – il locale preferito dove pranzare in compagnia, gustando offerte culinarie tradizionali, etniche o fast-food. Il pranzo è compreso nella quota d’iscrizione (15 euro per gli iscritti FMI, 20 euro per i non iscritti), con la quale i partecipanti avranno inoltre diritto al pettorale, alla mappa del tracciato, al ristoro intermedio e a un gadget, che consiste in un pratico ed utilissimo contenitore termico.

Il direttore de Le Due Torri Roberto Speri ha dichiarato: "Anche quest’anno abbiamo deciso di affiancarci a questa importante manifestazione, che ci consente di consolidare il nostro rapporto con il territorio. Per raggiungere le presenze record di qualche anno fa, quando furono quasi 2.000 i centauri che si radunarono per il pranzo presso il nostro centro, serve che il meteo sia clemente. So quanto lavoro ed organizzazione ci sia dietro l’evento da parte del Moto Club Bergamo. Perciò mi auguro che domenica sia una bella giornata".

Il presidente del Moto Club Bergamo Andrea Gatti ha dichiarato: "La Cavalcata è un avvenimento che chiude la stagione per la maggior parte dei motociclisti, soprattutto quelli che viaggiano su strada. È una tradizione che dura da oltre cinquant’anni e per questo vogliamo continuare ad organizzarla nonostante le tante difficoltà. La Cavalcata è una passeggiata, un tour panoramico che consente ai partecipanti di ammirare le bellezze delle nostre valli. Non è una competizione, perciò raccomando prudenza e spero in una massiccia partecipazione, sia per quanto riguarda gli aficionados, sia per coloro che non hanno mai partecipato".

La manifestazione, riproposta dal 2005 nella versione “solo asfalto” per via di una serie di permessi e garanzie che rendevano ormai impossibile la sua continuazione su percorso non stradale, ha una tradizione che risale al 1961 anno in cui Fulvio Maffettini, brillante tecnico del Moto Club Bergamo, inaugurò la prima edizione della Cavalcata. Una manifestazione non competitiva creata ad hoc come “premio” per tutti coloro che lavoravano dietro le quinte nelle diverse gare e manifestazioni organizzate all’epoca. Cronometristi, addetti ai controlli, responsabili dei percorsi, segnalatori, meccanici, direttori sportivi e soci del Moto Club Bergamo che, per un giorno, avevano la possibilità di vestire i panni dei protagonisti. Inizialmente aperta ai soli enduristi, la partecipazione fu presto allargata a tutte le categorie di motociclisti, con percorsi differenziati per motivi sportivi e organizzativi.

Dalla prima edizione sono passati oltre 50 anni, ma lo spirito è rimasto lo stesso: trascorrere una giornata di sport in compagnia e in allegria, attraversando alcuni dei luoghi più suggestivi delle Valli Bergamasche.

La scheda d’iscrizione, le mappe del percorso e tutte le info sono disponibili al sito www.motoclub.bergamo.it. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Moto Club Bergamo al numero di telefono e fax 035-4592744 o inviare una mail a info@motoclub.bergamo.it.

Qualora la giornata di domenica 18 ottobre fosse caratterizzata dal maltempo, la Cavalcata si terrà nella primavera 2016.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da chiara

    Farò la danza della pioggia!!

  2. Scritto da Paola

    Finalmente un po di vita nelle Nostre vallate , che noia

    1. Scritto da bella vita

      eh già, sai che spasso sentire (rumore e odore) centinaia di moto che passano per la valle… quasi quasi porto su anche i miei figli

  3. Scritto da Gaetano Bresci

    migliaia di moto, tutte assieme, a 40 km/h nei paesini di montagna delle nostre povere valli antropizzate e violentate. Ma vi si deve aprire la terra sotto i piedi per capire di farla finita con queste pratiche innaturali, pericolose e …asfissianti?
    Ve lo chiede un “lone wolf biker”…così…giusto per capirci.

    1. Scritto da bartolomeo vanzetti

      possiamo sempre sperare nella pioggia! solo un appunto, sei sicuro che il modo più semplice per capirci sia la definizione “lone wolf biker”? :-)

      1. Scritto da Gaetano Bresci

        per un motociclista credo (spero) di si!