BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nord ostaggio del maltempo A Bergamo oltre 100mm di pioggia in tre giorni previsioni

Correnti umide e fredde portano sul Nord Italia forti precipitazioni e la neve oltre i 1500 metri: a Bergamo tra martedì e giovedì cadranno 100 millimetri di pioggia. Dalla Regione, per ora, nessun avviso di criticità.

Su Bergamo sono attesi oltre 100 millimetri di pioggia in tre giorni: è l’effetto di correnti umide e fredde che interessano il Nord Italia e che si stanno concentrando soprattutto sul Nordest e sulla fascia prealpina, portando precipitazioni anche di forte intensità e a carattere nevoso attorno ai 1500 metri.

Nella giornata di martedì la pioggia ha caratterizzato gran parte della giornata ma a Bergamo non si è andati oltre i 25 millimetri: ben più pesante sarà la situazione mercoledì quando, tra il pomeriggio e la sera, potrebbero caderne quasi 60. Se in città le previsioni parlano di 49 millimetri, a Foppolo spetta la palma di località più piovosa con 54.

Per giovedì il rischio è anche quello di rovesci a carattere temporalesco con altri 40 millimetri di pioggia che potrebbero cadere sul capoluogo: una situazione che inizierà a placarsi venerdì, con sabato e domenica che si preannunciano invece più asciutte. I cieli sereni nel weekend, però, coincideranno con un ulteriore abbassamento delle temperature anche fino a 7-8 gradi.

Per ora la Regione non ha diramato alcun avviso di criticità ma nelle prossime ore la situazione potrebbe essere valutata nuovamente dai tecnici della protezione civile che, nel frattempo, hanno messo in guardia dalle condizioni meteo avverse i residenti in Friuli Venezia Giulia.

“Italia ostaggio del maltempo con piogge e temporali per buona parte della settimana – conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara – sarà colpito soprattutto il Centronord bersaglio di rovesci persistenti anche nella giornata di mercoledì. Saranno possibili fenomeni localmente intensi carattere di forti piogge o violenti temporali: attenzione particolare a Nordest, Toscana, Lazio e Campania dove non escludiamo nubifragi, specie su Friuli Venezia Giulia, basso Lazio e nord Campania. Qui saranno possibili picchi pluviometrici anche superiori ai 100-150mm in poche ore con conseguenti allagamenti”.

“Tornerà inoltre a cadere la neve sotto i 2000 metri sulle Alpi ma con fiocchi anche sull’Appennino settentrionale – prosegue l’esperto – L’arrivo infatti di aria più fredda dal Nordest Europa favorirà nevicate fin verso i 1400-1700 metri sulle Alpi di confine entro mercoledì, ma con quota neve in calo fin verso i 1000-1300 metri sulle Alpi occidentali entro giovedì. Sempre giovedì saranno possibili le prime spruzzate di neve sull’Appennino tosco-emiliano fin verso i 1400-1500 metri. Le temperature saranno così in deciso calo portandosi anche sotto le medie del periodo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alberto

    In barba alle previsioni, finora non ha nemmeno piovuto. ore 13 di mercoledì

  2. Scritto da Pluto

    Sarebbe finalmente il caso che il BuonDio si desse una regolata e per il tempo meteo facesse adeguati sondaggi sulle nostre preferenze e necessità. E’ l’ora de il “tempo2”: lassù non c’é l’wifi?