BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maroni: “Sono stupito dell’arresto di Mantovani La Regione è estranea”

Prima dichiarazione del presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni dopo l'arresto del suo vice Mario Mantovani, accusato di corruzione. L'inchiesta riguarda il periodo tra il 6 giugno 2012 e il 30 giugno 2014: Mantovani all'epoca era anche senatore e sottosegretario ai Trasporti nonché sindaco di Arconate.

Più informazioni su

Prima dichiarazione del presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni dopo l’arresto del suo vice Mario Mantovani, accusato di corruzione. L’inchiesta riguarda il periodo tra il 6 giugno 2012 e il 30 giugno 2014: Mantovani all’epoca era anche senatore e sottosegretario ai Trasporti nonché sindaco di Arconate. Sono altri 9 indagati, fra cui l’assessore regionale al Bilancio, Massimo Garavaglia, braccio destro del governatore Roberto Maroni. Secondo l’accusa tra le gare truccate dal numero due della Regione ci sono anche alcuniappalti per il servizio di trasporto dei malati dializzati. "Sono rimasto stupito dell’arresto di Mario Mantovani e mi auguro che sarà in grado di dimostrare la sua correttezza. Da quanto si apprende, la gran parte delle contestazioni che gli vengono rivolte sono estranee al suo incarico in Regione – è la dichiarazione di Maroni -. Per quanto riguarda gli episodi che coinvolgono singole aziende sanitarie -ha aggiunto Maroni- ho già richiesto al Segretario Generale e al Direttore Generale della Salute di effettuare i necessari approfondimenti".

GARAVAGLIA – "Non riesco a comprendere l’accusa nei miei confronti. Non mi sono mai interessato di gare nel settore della Sanita’, non rientra nelle mie competenze, si tratta evidentemente di un errore. Sono da subito disponibile a farmi ascoltare dal magistrato che indaga e chiarire la mia assoluta estraneita’ ai fatti contestati". Lo afferma l’assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione della Regione Lombardia Massimo Garavaglia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patrizio

    Non me ne frega di che partito sono gli indagati. L’importante che venga eliminata l’immunità parlamentare e regionale. Devono essere semplici cittadini, al primo sbaglio espulsi senza stipendio e recupero dei soldi rubati con tangenti……… E la galera per loro deve essere più pesante, non cambiare incarico e tutto continua come sempre.
    Visto da come vanno le cose da decenni , credo nella magistratura, i politici indagati presuppongo che il 99% sia colpevole. I prescritti sono colpevoli!

  2. Scritto da Bensta

    Posso fare una proposta? perché i partiti non cercano nelle varie carceri italiani i prossimo candidati? avremmo comunque ladri in parlamento ma forse avremmo le carceri meno affollate …
    stupendo poi lo stupore di tutti … non c’ero e se c’ero dormivo …

  3. Scritto da tonante

    “Sono stupito”, bè io no .

    1. Scritto da Kurz

      No dai, anche Formigoni faceva lo stupito quando hanno scoperto il malaffare della Clinica Maugeri e gli altri scandali sulla salute pubblica. Poi il “Celeste” invece è stato premiato con un bel posto fisso al Parlamento Europeo, e non c’è più traccia di lui… Dove manderanno per premio Maroni?

  4. Scritto da La verità fa male

    Non mi sembrano per niente spiegazioni serie e convincenti, quindi si deve tornare a votare. E’ anche ora di fare “piazza pulita” in tutta Italia: Napoli, Roma, la Regione Lombardia, la Regione Sicilia e tutto il resto, perchè gli incapaci e gli spreconi di denaro pubblico sono uguali ai ladroni

  5. Scritto da bertoldini

    ti pareva che fosse colpa di qualcuno… e i 9 milioni di euro al bancarottiere leghista di cologno chi li ha mandati?!? Babbo natale padano?!?

  6. Scritto da L76BG

    con la “riforma” che SI STANNO votando oggi personaggi alla mantovani avrebbero l’immunità parlamentare (vedi Azzolini)..Voi continuate pure col tifo da stadio/politico PD vs Lega Vs FI ..tanto a loro frega niente e son tutti d’accordo col magna magna. Forza M5S!!!! per i cittadini, a voi lascio il tifo..

    1. Scritto da Ted.

      Non è immunità , di le cose come stanno , semplicemente serve l’autorizzazione a procedere come per gli altri parlamrntari, a patto che il personaggio regionale sia uno dei pochi eletti al senato non retribuito. Diversamente è tutto come prima. Amen.

      1. Scritto da L76BG

        vero, ma toglierei quel semplicemente..visto praticamente l’autorizzazione a procedere non la danno per reato o danno ma solo se non serve al sostegno del governo (quindi ad personam) il senato non è retribuito ma è già pagato come regionale (più rimborsi) e cmq la struttura senato resta e si paga (ed è il grosso). Tra l’altro non risolve problema “snellimento” visto che probabile si abbiano maggioranze diverse dal parlamento..resta il concetto che è un pastroccio (tanto per fare)

        1. Scritto da Perché no ?

          1) Quindi non è retribuito , puoi solo confermare 2) lo snellimento delle procedure e dell’approvazione delle leggi è semplicemente enorme , il senato interviene solo per argomenti estremamente circoscritti 3 ) oltre agli stipendi anche la struttura verrà ovviamente ridotta nel tempo perché di queste dimensioni non avrebbe senso

    2. Scritto da Speranza

      Concordo: ci resta solo la speranza dl M5S. Anche se con loro, dopo un po’, saremo da capo
      E ve lo dice uno che ha sempre votato Berlusconi.

      1. Scritto da Brad

        In effetti quelli come te votano Berlusconi, lega e adesso m5s , in pratica fate più danni delle cavallette.

      2. Scritto da Aldo

        I disonesti non devono stare nelle Istituzioni! Gli (eventuali) inesperti si faranno le ossa. D’altra parte, non è che stiamo messi bene con governi di “esperti” della politica e dell’amministrazione pubblica

        1. Scritto da Lauro

          Dunque per lei il mondo è fatto di delinquenti da una parte e “inesperti” dall’altra . Dove vuole che vada a finire una nazione con una visione di questo genere ? Ma lei quando va a votare si informa su chi vota e sulle eventi cialtronate che dice , uomo o partito che sia ? Come sarà il suo “inesperto” dopo che ha soldi che girano intorno e potere ? Certamente “inesperto” , conin mano i suoi destini , per il resto ……

  7. Scritto da Sara

    Già, cosa doveva dire: “la Regione è complice”? Dai Maroni che sei scontato e costoso al tempo stesso

  8. Scritto da tuttiacasa

    che faccia di tolla

    1. Scritto da somiglianza

      sembra Marino

      1. Scritto da risomiglianza

        Marino sembra Maroni non solo nel cognome

      2. Scritto da aris

        perchè è indagato anche lui per corruzione magari? non mi semba . pare invece che Marino somiglia a Cota con mutande verdi comprate coi ns soldi

        1. Scritto da solch

          coi tuoi soldi, io non pago le tasse

  9. Scritto da Mah !?

    https://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Mantovani
    Ho letto il suo profilo nel capitolo Biografia/imprenditore , se è vero ciò che vi è rappresentato come è possibile nominare assessore alla sanità una persona con un’enormità di interessi imprenditoriali di prossimità con il “pubblico” ? Sono sconcertato. D’accordo, niente di illegale , in termini di conflitto di interessi in italia siamo alla preistoria ma un minimo, proprio un minimo di opportunità politica !!!

  10. Scritto da GioGio

    Noooooo, Maroni non è stupito.. da “buon” politicante, crede semplicemente che tutti i lombardi sono stupiDi