BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mantovani arrestato, l’opposizione all’attacco: “Maroni se ne deve andare”

L'arresto di Mario Mantovani, vicepresidente della regione Lombardia, scatena le opposizioni che ora chiedono a Roberto Maroni di fare un passo indietro. Il Movimento 5 Stelle chiede con forza le dimissioni.

Più informazioni su

L’arresto di Mario Mantovani, vicepresidente della regione Lombardia, scatena le opposizioni che ora chiedono a Roberto Maroni di fare un passo indietro. Il Movimento 5 Stelle chiede con forza le dimissioni. “Meglio di così la Lombardia non poteva festeggiare la giornata della trasparenza: il vicepresidente Mantovani è stato arrestato, Maroni andrà a processo e, al momento risulterebbe indagato l’Assessore al bilancio Massimo Garavaglia, braccio destro del governatore. Stiamo predisponendo  una mozione di sfiducia nei confronti di Maroni che si deve dimettere immediatamente. Ci auguriamo che il Consiglio regionale faccia un atto di orgoglio e che converga sulla nostra richiesta – così Dario Violi capogruppo del M5S Lombardia -. I lombardi non si meritano questa vergogna, loro sono evidentemente meglio di chi li governa. L’arresto di oggi è la prova provata che tante denunce che abbiamo sollevato negli ultimi anni sono fondate e che Maroni non è mai stato in grado di allontanare le lobby di affaristi e corruttori dalla cassaforte dei lombardi. E’ necessario tornare al voto subito e Maroni e i suoi assessori devono tornarsene a casa a cercarsi un lavoro per la prima volta nella loro vita. Per riportare legalità, pulizia e onestà in regione c’è bisogno di una Lombardia a Cinque Stelle”, conclude Violi.

Anche il Partito democratico invita la maggioranza a valutare se andare avanti: “La Giornata della trasparenza non si può risolvere in un incontro formale ma bisogna aprire una riflessione su cosa sta accadendo nella maggioranza e se si può andare avanti", è invece il commento di Enrico Brambilla, capogruppo Pd in Regione Lombardia. "Oggi – ha detto arrivando alla giornata regionale sulla legalità che proprio Mantovani doveva aprire – non c’è Consiglio ma è opportuna una tempestiva conferenza dei presidenti dei gruppi e una discussione in aula martedì prossimo".

Duro anche Umberto Ambrosoli, Patto civico: “Chissà perchè la notizia degli arresti per tangenti nella sanità in Regione Lombardia non mi ha colto di sorpresa. Fermo restando l’esigenza di conoscere quanto prima la sua difesa, quel che più impressiona nell’arresto del Vicepresidente Mario Mantovani  che fino a qualche settimana fa ha ricoperto anche  il ruolo di assessore alla Sanità, è che l’indagine con accusa di concussione e corruzione aggravata si riferisce ad episodi tra il 6 giugno 2012 e il 30 giugno 2014: la prova provata che nessuna discontinuità c’è stata nel passaggio dalla vecchia amministrazione, crollata proprio per indagini giudiziarie,  alla Giunta attuale.   Voglio ricordare che più volte in aula e pubblicamente, sin dal programma elettorale, avevamo indicato nella discontinuità la parola chiave per ristabilire correttezza, legalità e trasparenza nella gestione della regione proprio a partire dal sistema sanitario. Lo facemmo chiedendo anche le dimissioni di Mantovani, dopo l’arresto di alcuni direttori generali di strutture ospedaliere lombarde. Ebbene più volte c’é stato invece chi ha orgogliosamente rivendicato la continuità, ed a rivendicarla era il massimo rappresentante della Giunta, oggi anche assessore alla Sanità. Non sono sorpreso, dunque. Anzi alla luce di questa indagine si possono capire anche tutti gli impantanamenti, le difficoltà e curve pericolose di quella " evoluzione" della Legge sanitaria contro cui, come opposizione,abbiamo opposto un ostruzionismo forte e compatto. Fa amaramente sorridere l’ironia della sorte: questi arresti avvengano proprio nel giorno in cui  Consiglio regionale  e Giunta celebrano  la trasparenza amministrativa! È un segno che deve indurre a considerare la trasparenza ed il rispetto delle regole come  la bussola delle attività quotidiane, e non solo specchietti in cui rimirarsi una volta all’anno”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giorgio

    e adesso lo smorfioso salvini fa il piccato perché dice che questo arresto è un attacco politico! ma và a ciapà i ratt!!

  2. Scritto da Merlino

    Son tutti uguali, morte tua vita mea! Conoscete un politico che dopo aver avuto incarichi più o meno prestigiosi non si sia arricchito? Purtroppo si è passati dalla politica per passione alla politica per convenienza!

  3. Scritto da Vergogntevi bergamonews

    Mi piacerebbe vedere su mantovani lo stesso numero di articoli che avete fatto contro il povero pezzoni. Vergogna. Giornalismo imbarazzante. E qui si parla di reati gravissimi NON DI UN TIMBRINO.

    1. Scritto da pablo

      commento imbarazzante. questo giornale, che spesso ho occasione di criticare, si chiama bergamonews e quindi è OVVIO che una notizia come quella di Pezzoni, sindaco di una importante città della ns. provincia susciti quell’interesse. se poi lei difinisce la questione “un timbrino”, e lo scrive anche in maiuscolo, il problema è un altro, cioè che lei non ha capito che si tratta di una truffa “colossale”: una carriera professionale e politica costruita su una truffa…

      1. Scritto da + verande x tutti

        No. Solo professionale.

  4. Scritto da Aldo

    Chi specula e fa cose disoneste per arricchirsi sulla salute dei malati, calcolando lo scadente servizio sanitario lombardo (code di mesi d’attesa che in passato non esistevano) è da eliminare dalle pubbliche funzioni facendogli restituire i soldi pubblici intascati

  5. Scritto da io rivoto il M5S!

    Lè colpa de chèsto lè colpa de chèl la ecc ecc. Io la prox volta come gia fatto,rivoto il M5S,0 inquisiti 0 indagati 0 condannati 0 arrestati. Fatti non pugnette del tira e mòla!

    1. Scritto da pablo

      io butterei anche un occhio su come vanno le cose a parma ed a livorno, prima di dichiarare l’amore incondizionato per qualsiasi membro del movimento in quanto non inquisito, non condannato ecc… però vedo che, anche voi che vi dichiarate così diversi dagli altri “supporters”, siete belli catechizzati… in bocca al lupo cmq

      1. Scritto da L76BG

        infatti, domandi pure.. Livorno da poco ma Parma con u ndebito precedente (del solito partito unico) da 800 milioni ha quasi estinto lo stesso amministrando in modo ONESTO ed equo. Poi qualcuno si lamenterà sempre e comunque, qualcuno dirà i problemi sono altri, qualcuno troverà altro che non và.. ma il dato resta. Certo va visto in modo obiettivo e non schierato a priori. saluti e forza M5S

        1. Scritto da Gulliver

          Sempre dedito a dichiarare il falso , vedo . Di quale partito unico parla che avrebbe creato il debito ed i problemi di parma ? Debito quasi estinto de che ? Informati

    2. Scritto da IO NO !

      Non sono mica matto , non so chi sono e so che per vocazione non fanno nulla (finora non hanno fatto nulla) . Ah si, esperti in scontrini ma non basta.

    3. Scritto da Lauro

      In parlamento dal partito ne è già uscita una bella quota , ti suggerisco ub’altra equazione : posti di potere zero = indagati zero. Se non fai niente e’ difficile che qualcuno ci caschi. Anche per FI e la Lega prima delle prime elezona della loro storia non c’è n’erano , meglio l’usato sicuro , non ci piove

  6. Scritto da La verità fa male

    Sono arrivati in forza i trolley piddini a dire “Marino non era neanche indagato” e simili fregnacce. Non servirebbe a nulla ricordare ai piddini chi era l’avversario di Formigoni nel 2010 alle elezioni regionali della Lombardia (mi sembra che era Penati, che aveva combinato qualcosa di più serio di “una bottiglia di vino e un paio di scontrini”), sicuramente loro direbbero che non era il candidato presidente di Regione ma un singolo caso personale di un politico di secondo piano

    1. Scritto da Trippa

      Nel paragonare gli oceani al Morla sei solo divertente . Amò Penati ? A me non è mai piaciuto ma ,solo per sport , che condanna avrebbe avuto Penati ? Lo sai che il teste chiave ha ritrattato tutto ?
      http://www.repubblica.it/politica/2015/01/21/news/il_teste_chiave_contro_penati_ritratta_tutto-105404260/

      1. Scritto da Repubblica

        Se la pubblicato Repubblica, siamo a posto.

      2. Scritto da La verità fa male

        Nel “sistema Penati” non era coinvolto solo lui (che si salverà grazie alla famigerata prescrizione) ma un giro vorticoso di funzionari pubblici e di imprenditori che, guarda caso, facevano certi affari mentre lui regnava a Sesto. La vicenda delle azioni della Serravalle è stata riconosciuta dalla Corte dei Conti come un clamoroso spreco di denaro pubblico. Se le basta che uno con un cavillo si salva dalla condanna mentre si buttano milioni di euro dalla finestra, beato lei

  7. Scritto da Kurz

    E bravo Maroni, ogni volta che un appartenente alla sua area politica viene pizzicato e lo sbattono dentro, subito di corsa a prendere le distanze come se avesse a che fare con marziani mai visti prima.

    1. Scritto da + verande x tutti

      Ti piacerebbe che Maroni fosse colpevole, vero? E solo perchè non è della tua parte politica. Bravo, bella presa di posizione da tifoso di calcio. Continua così. Potrei obiettare, facendo come te, che siamo vicini ad elezioni e qualche piccolo schizzo di fango ci vuole. D’altronde, come non ricordare le 7 procure 7 ad indagare sulla lega alla vigilia delle amministrative e che poi non hanno portato a niente? O la bufala sui diamanti?

      1. Scritto da poari'

        beh al di la’ di reati penali (condannato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale), di porcherie ne ha combinate parecchie pure lui: dalla corista varesina assunta all’ospedale di treviglio, al finanziamento dei campi nomadi di roma (quelli di mafia capitale!!), all’obbligare le regioni ad accogliere profughi minacciandole con la forza, al far viaggiare amichette in business class e hotel a 5 stelle a spese del contribuente, campagna elettorale milionaria e dipendenti lega licenziati

        1. Scritto da + verande x tutti

          Già. Tutti reati per il quale è stato condannato. Ah, forse no.

      2. Scritto da + Affittopoli X tutti

        Hai dimenticato il disastro della Banca del Nord, i licenziati della Padania, l’affare della Scuola Bosina, le spese pazze e il diploma acquistato dai figli del Capo, ecc. ecc. …

      3. Scritto da Kurz

        Egregio Sig. Verande X Tutti, invece purtroppo facevo parte di quegli ingenui che 20 anni fa andavano sul pratone di Pontida a urlare Roma Ladrona credendo che le Camicie Verdi avrebbero disinfettato la politica. Mi sono ravveduto e mi vergogno di aver contribuito a portare in parlamento individui che si sono omologati a quelli che facevano finta di combattere!

        1. Scritto da + verande x tutti

          Mi avvalgo della facoltà di dubitare di quanto scrivi. E molto.

    2. Scritto da Gino

      Prima di tutto non è la sua area politica perché di partito diversi… E poi se in ufficio il tuo collega viene scoperto a rubare tu che fai??

      1. Scritto da mario59

        Se fossi io il capo ufficio, avrei poco da fare… poichè chi mi ha dato l’incarico, pagandomi profumatamente, mi chiederebbe…e tu cosa stavi li a fare invece di verificare che tutto funzionasse correttamente?

  8. Scritto da La verità fa male

    Questa volta le opposizioni hanno ragione. Qui o si chiarisce alla svelta (ma in modo inequivocabile, dati e fatti concreti alla mano) che è tutta una montatura giudiziaria oppure in caso contrario è meglio dare velocemente le dimissioni, tutti a casa e nuove elezioni nel 2016

  9. Scritto da A.Z. BG

    La magistratura milanese,anti lega e Berlusconi da sempre risponde trasversalmente alla richiesta della Lombardia di maggiori autonomie,anche col referendum consultivo.Renzi ordina,milano risponde!il pd,prontissimo a chiedere le dimissioni di Maroni per bloccare il referendum,mentre a roma c’è voluto un anno per far dimettere Marino.È una mossa politico giudiziaria contro la regione che vuole autonomia.Tra poco capiterà al Veneto.Questa è la trattativa con roma secondo gori ,rossi e renzi.

    1. Scritto da pablo

      eccolo qui il solito berluschino che se la prende con la magistratura. i fatti passano in secondo piano, anzi, scompaiono proprio… è vergognoso. e poi leggiamo un commento ogni due “perchè noi italiani brava gente non mandiamo a casa questa classe politica?”…

    2. Scritto da De Che ?

      Ah ah ah , tutta colpa della magistratura , da chi l’hai imparata questa ? Di come funzionano i soldi della la sanità sulla ns pelle invece non te ne frega niente , neh ? Ti ricordo che Marino non è neppure indagato mentre qui si parla di arresto !!!!! Per uno si parla di scontrini e di bottiglie di vino, per l’altro di qualcosa di diverso , o no ?

      1. Scritto da nati ieri

        Appunto, qui sta la differenza di trattamento. Marino nemmeno indagato, e qui arrestano. Guarda un po la coincidenza.
        Passate le elezioni si parlerà di proscioglimento perchè il fatto non sussiste.
        De che? mica siamo nati ieri!

        1. Scritto da De Che ?

          forse non ci siamo capiti , la parola in uso è ARRESTATO , sai cosa significa e che presupposti ha ?

    3. Scritto da aris

      perchè invece i vari Cota e Galan si sono mai dimessi, nonostante le conclamate malefatte? Sempre buone le scuse dei leghisti forzaioli per non pagare mai dazio e gridare alle presunti persecuzioni. Smettetela, sono 30 anni ceh prendete in giro la gente per farvi gli affari vostri

      1. Scritto da + verande x tutti

        Di quali malefatte parli? Delle boutade giornalistiche MAI ACCERTATE? Cota è stato fatto decadere dai giudici. Per un caso IDENTICO invece il ricorso contro Chiamparino è stato dichiarato INAMMISSIBILE dagli stessi giudici. Ti ricordo che Maroni è stato condannato per aver preso a facciate il pugno dell’ispettore Pallaoro nella perquisizione ILLEGALE di papalia in via Bellerio e che Bossi è stato condannato più volte per reati di opinione.

        1. Scritto da aris

          scarsa memoria i legaioli. Non mi riferivo al decadimento. Cota è stato beccato sul fatto scontrini alla mano coinvolto in rimborsopli. Aveva pure comprato mutande verdi coi soldi nostri soldi, dando colpa alla segretaria….Su Galan invece niente da dire? Ti ricordo mutande verdi ed i sogni della lega…..

          1. Scritto da + verande x tutti

            1. Non è ancora stato appurato niente a livello processuale, ma solo mediatico.
            2. Per me ha solo sbagliato a consegnare UNO scontrino.
            Saranno i processi, se mai li faranno, a determinare la verità, ma sempre con ritardo ultradecennale. Con danni irreparabili per l’una o l’altra parte. Stando così le cose, si può ipotizzare l’uso delle indagini per colpire l’avversario politico, come faceva il duce e come la costituzione aveva cercato di evitare con l’immunità parlamentare

      2. Scritto da La verità fa male

        “Nonostante le conclamate malefatte” non si è ancora dimesso De Magistris a Napoli e nemmeno Crocetta in Sicilia, e prima di fare schiodare Marino dalla poltrona si è dovuto toccare il fondo del ridicolo (compreso una grottesca litigata con un Papa e un assurdo funerale show di un personaggio come Casamonica, fatti mai successi prima). Io mi auguro che Maroni fornisca spiegazioni serie oppure in caso contrario si dimetta all’istante, ma di solito i politici si incollano alle poltrone

        1. Scritto da kurt Erdam

          Forse in Gioppinia certe notizie non arrivano ma guardi che i funerali alla “CASAMONICA” ci sono sempre stati.Comunque con Marino quelli di Mafia-Capitale stanno andando in galera mentre per maroni”la mafia non esiste”.Certo che confondere qualche cena(magari anche col caffè compreso)con la BREBEMI;un arresto immediato per un vicepresidente di regione per corruzione ecc…,avvocato pagato a chi spara alle spalle di chi mancato ladro fugge disarmato,ce ne vuole neh…

          1. Scritto da La verità fa male

            “Qualche cena” (di Marino) non è un vizio solo attuale ma antico, gli americani lo sanno benissimo (ha avuto dei problemi anche con loro per i rimborsi spese). E poi la smetta di fare il citrullo, quelli di “mafia Capitale” al telefono dicevano “fino a quando resta Marino ce magnamo Roma” e non sono finiti in carcere grazie a lui ma grazie alle indagini della Procura di Roma. Ma cosa crede, che siamo tutti così fessi da credere alle sue barzellette?

          2. Scritto da kurt Erdam

            Ha sentito la telefonata sbagliata,va bene raccontare palle o non capire nulla(essere citrullo)ma lo sa anche la mamma del gatto che mafia capitale è progredita con alemanno e preferiva ancora lui,possibile che lei sia così indietro da non capire che chi fa la guerra a Marino è nel giro.Dai cresca un po’.A proposito sto ancora aspettando la mia visita oculistica.E la smetta di leggere solo i giornalini di berluska si chieda,perché la procura di Roma non li ha mandati in carcere con alemanno

          3. Scritto da + verande x tutti

            Almeno non raccontare bugie: Maroni non ha mai pronunciato quella frase. Mettiti in testa che una cosa non è vera solo perchè ti fa comodo.
            L’arresto “immediato” per fatti del 2012, giunta formigoni? Si vede che certe notizie in gioppinia proprio non arrivano, hai ragione. Brebemi? Citare fatti e nomi, prego: altrimenti si fanno solo figuracce di erdam.

          4. Scritto da mario

            chiudi la veranda e apri il cervello se ne possiedi uno…la citazione di maroni ” la mafia al nord non esiste” è proprio vera. Certo è che sostenere ancora quei saltimbanchi della lega, partito di nullità capace solo di abbaiare ( mi perdonino i cani) e non mordere ci vuole uno stomaco davvero forte.

          5. Scritto da + verande x tutti

            Le tue panzane restano tali anche se credi il contrario per partito preso. Cita le fonti, se le hai. Visto poi che sai solo insultare, ti chiedo di fornire le tue generalità a bgnews perchè ho intenzione di far partire una querela nei tuoi confronti.

          6. Scritto da kurt Erdam

            Ha ragione in Gioppinia sono sempre solo complotti delle toghe rosse,Ma mi dispiace contraddirla forse la frase non era glottologicamente la stessa ma il negare la mafia in Lombardia l’ha sentito anche la mamma del gatto.Sulla BREBEMI(sempre la mamma del gatto los)c’è un’esenzione fiscale pluriennale e contributi pubblici(non hanno ancora pagato la terra espropriata ai contadini)si informi lei prima di dire scemate.Legga qualcosa di serio non solo “IL GIORNALE”

          7. Scritto da + verande x tutti

            Piantala di offendere e smetti la spocchia di essere superiore. La frase era che la mafia non c’è nella lega. Cmq io leggo di tutto. Tu solo la pravda. E si vede. Alla fine dove sarebbe il reato con brebemi? E i colpevoli? Continua pure a raccontar panzane, dai solo ragione ai tuoi avversari. Caro furb erdam.

          8. Scritto da ciao

            entro nella discussione che secondo me rasenta il ridicolo, solo perchè il tema brebemi mi sta particolarmente a cuore. e voglio dire al sig. verande che forse, a leggere proprio tutto tutto, si rischia di dimenticare qualcosa. come ad esempio i rifiuti tossici “nascosti” sotto la brebemi…. (basta scrivere su google “rifiuti tossici brebemi”, senza andare su pravda.ru)

          9. Scritto da + verande x tutti

            A me risulta invece che i “rifiuti tossici” trovati negli scavi PRIMA di costruire erano al di sotto della media della zona. Potrei anche sbagliare, ma su brebemi hanno scritto proprio di tutto, tranne che i calabresi hanno preso tutti i lavori di spostamento terra in seguito all’arresto di locatelli.

          10. Scritto da kurt Erdam

            A me da molto fastidio sapere che mentre si pagano ticket stratosferici su medicine per l’epilessia si regalano soldi agli amici di merende della BREBEMI(senza leggere la pravda lo può sapere anche lei).Si paga l’avvocato a chi spara alle spalle e ammazza un mancato ladro e ultimamente la regione Lombardia sta cercando di penalizzare le associazioni di volontariato che contribuiscono in buona parte a sanare i buchi nella sanità(col lavoro gratuito dei volontari)il tutto col il vostro aiuto

          11. Scritto da + verande x tutti

            Ohè, benaltrista. I ticket li paghiamo perchè il tuo amico stato ci frega i soldi “lecitamente”. E il volontariato non è penalizzato dalle norme regionali, ma da quelle nazionali. Infatti Garavaglia sarebbe indagato per aver segnalato una di queste associazioni. Come vedi alla fine ti contraddici da solo. E poi son capace anch’io di benaltrare: che fine ha fatto l’inchiesta montepaschi? E quella di telekom serbija? Li si che son girati i soldini.

          12. Scritto da kurt Erdam

            La informo che la sanità è da tanto tempo gestita dalle regioni(i costi infatti sono triplicati).Nel particolare si vada a leggere la direttiva dell’AIFA del 17/09/2012 relativa ai farmaci per l’epilessia contenenti Leveticeratam e topiramato e poi mi dica come funziona in Lombardia(invece di dire citrullate).Poi vada a vedere le nuove norme riguardanti i banchetti di vendita a scopo benefico approvate il 15/9 con 30 voti a favore e 24 contro.L’ass. di garavaglia sarà come la scuola bossina

          13. Scritto da kurt Erdam

            Aspetto con ansia la sua risposta dopo aver verificato quello che le ho detto relativamente ai ticket per i farmaci per epilessia e la concessione di permessi per banchetti di vendite benefiche.Se non lo farà dimostrerà di essere un barlafuss di quelli che alle feste della birra si raccontano fra loro un sacco di palle credendoci in prima persona anche prima di raccontarle,degni del balabiott delle sue concubine ben piazzate e di tutte le altre nefandezze fatte dalla lega negli anni.

        2. Scritto da Mavalà

          A lei risulta che de magistris e/o crocetta siano stati arrestati o si siano appropriati di soldi ? Con i funerali dei casamonica che c’entra Marino ?

    4. Scritto da Diletta

      Ah ah ah, ci si aggrappa a tutto adesso: magistratura, referendum, autonomia… Con Marino non eravate così dietrologi voi destrorsi

      1. Scritto da + verande x tutti

        Marino l’ho sempre difeso, sin dalla presunta vicenda della panda rossa. L’han fatto fuori perchè non ha ubbidito ai diktat del pd e di altri poteri che mangiavano in città. Stessa cosa per Cota e adesso per la giunta Maroni, visto che si sta avvicinando il referendum per l’autonomia lombarda. Non venirmi a dire che è un caso. Infatti si tratta di fatti (presunti) del 2012, quando regnava formigoni, ma se c’è da metter di mezzo la lega non si fanno mai scrupoli.

  10. Scritto da Ste

    Bella gente……magnoni a casa nostra!

  11. Scritto da a rieccoci

    se il sindaco di Roma deve dare le dimissioni per le spese “pazze” ( ma non è stato arrestato), allora al Pirellone cosa deve succedere ?

    1. Scritto da Gino

      Che Mantovani pagherà per quello che ha sbagliato se ha sbagliato , come paga marino. Cosa c’entra Maroni?!?

      1. Scritto da mario59

        Come cosa c’entra Maroni….è il suo diretto superiore, e responsabile…e soprattutto non lo ha scoperto lui a rubare..e tanto meno denunciato…quindi il Mantovani andrà a processo, e Maroni che non è stato capace di controllare quello che stava da tempo facendo Mantovani…..a casa…altrimenti, saremmo tutti capaci di fare il presidente della Lombardia.

        1. Scritto da + verande x tutti

          Allora mettiamo in galera tutti quelli che hano votato Maroni. Poi, nel caso, vai a vedere che i fatto contestati sono riferiti al 2012 e non mi pare che Maroni fosse presidente della lombardia. Che massa di fenomeni !!!!!

      2. Scritto da bergamasca

        Cosa c’entra Maroni?Ma secondo lei Mantovani e’ stato messo li’ dal Papa?Lo sa che la sanita’ lombarda ha un giro di milioni di euro?Le ASL e le aziende ospedaliere in che modo sono state spartite in questi anni ?Quelli della lega Padroni/ Ladroni a NOSTRA si sono infilati in ogni spazio disponibile dove c’era odore di affari e soldi con relativi bacini di voti .Gia’ dimenticate le assunzioni di cantanti , autisti e varie!Maroni pero’ non ha colpa se si circonda di ladri, lui resta un puro!!

      3. Scritto da aris

        Garavaglia uguale Maroni. C’ entra c’ entra. A proposito la sua morosa lavora sempre in Regione con la Minetti? e la ex morosa di Salvini?

    2. Scritto da marinoSantosubito

      A ridaie,iè töc istès cdx csx forse nel mezzo(M5S)c’é qualcosa di sano forse,bisognerebbe azzerare tutto ma non si può,pertanto non ci resta che…

      1. Scritto da Alà Barlafüs

        Già, alcuni scontrini delle note spese di una persona a roma contro gli appalti della sanità della regione lombardia, “iè töc istès”, ma dove , ma come, ma quando , ma cosa ?

        1. Scritto da ala baciòc

          VENTIMILA EURO di scontrini! Poca roba poca roba…

          1. Scritto da mario59

            Si poca roba se ne dobbiamo fare un confronto economico tra le cene di Marino e gli intrallazzi illegali di Mantovani, dopo di che, se Maroni non è stato capace di controllare chi rubava vuol dire che non ha saputo svolgere il suo dovere..Mantovani è stato scovato da chi stava indagando, non lo ha denunciato Maroni