BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Vermi nella pasta in mensa” Un avvocato del Comune analizzerà verbali dell’Asl

Il sindaco di Scanzorosciate Davide Casati ha dato incarico ad un avvocato di analizzare i verbali dell'Asl che verranno presentati nella Commissione Mensa di lunedì 12 ottobre: “Ci riserviamo di prendere ogni tipo di provvedimento” ma ogni decisione deve essere basata su cose certe”.

La Commissione Mensa in programma lunedì sera a Scanzorosciate è chiamata a dare risposte maggiori su quanto successo alla scuola “De Sabata” di Tribulina martedì 6 ottobre quando nei piatti di pasta di una quarantina di piccoli alunni della Primaria sono stati trovati dei vermi: un appuntamento a cui, oltre ai membri eletti rappresentanti del Comune, della scuola e delle famiglie, parteciperà anche l’Asl di Bergamo per illustrare gli esiti dei sopralluoghi effettuati all’indomani della sgradevole scoperta nei locali del refettorio, dei centri cottura e dei magazzini di conservazione delle derrate alimentari.

Un caso scoppiato subito a Scanzorosciate e che il sindaco Davide Casati, dopo aver inviato formale contestazione alla ditta Sir Sistemi Italiani Ristorazione Scolastica, sta seguendo in prima persona: nel pomeriggio di lunedì 12 ottobre il primo cittadino ha pubblicato sulla propria pagina facebook un aggiornamento sulla situazione.

L’emotività e l’istinto in queste fasi sono da eliminare anche se è difficile, me ne rendo conto ma è mio dovere farlo – ha scritto Casati -. Anche io sono arrabbiato e preoccupato ma è mio dovere guardare le carte ed i verbali ed ad oggi c’è solo una lettera del Comune sottoscritta anche da me che riassume gli interventi fatti. Parliamo di un servizio importante con un contratto oneroso, ancora di 3 anni. Nella lettera ci siamo riservati di prendere ogni tipo di provvedimento (fino alla risoluzione del contratto se ci sono le condizioni!) ma ogni decisione deve essere basata su cose certe, provate, verbali, sopralluoghi, normative, ecc e non si può decidere in pochi giorni. Ci siamo infatti presi un avvocato che avrà il compito di analizzare il tutto”.

Ecco perchè anche il sindaco, che non può partecipare alla Commissione Mensa, è in attesa di capire cosa abbiano riscontrato i tecnici Asl nella mensa della scuola di Tribulina, elemento fondamentale per muovere qualsiasi altro passo: “Sono scelte delicate che richiedono studio, razionalità perché ogni scelta porta conseguenze che possano ricadere, se mal impostate, poi su tutta la comunità. La responsabilità è forte e ce ne stiamo facendo carico 24h24. Quando tutto sarà chiaro, quando adotteremo dei provvedimenti, con la massima trasparenza lo scriveremo e se necessario e utile lo faremo incontrando le famiglie che fruiscono di questo servizio. Sono abituato a stare tra la gente, lo si fa nei momenti belli e in quelli difficili, perché non c’è nulla da nascondere e la trasparenza premia sempre”.

“Non sono giorni facili – ha concluso il sindaco Casati – ma stiamo uniti per affrontare al meglio questo brutto problema non voluto da nessuno. Vi chiedo fiducia e pazienza. Per chi non l’avesse mi dispiace, ma più di così è difficile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da francesco

    come direbbe Bear Grylls sono tutte proteine

  2. Scritto da GT

    Vermi nella pasta? Ho i miei dubbi. Di solito sono larve di insetti coleotteri o lepidotteri.

    1. Scritto da Giosuè

      – Cucciolo, cosa hai mangiato oggi in mensa?
      – Vermicelli al sugo.

      1. Scritto da gt

        Buono il gioco di parole ma in sostanza c’è una bella differenza tra “camole” della pasta e vermi. Questi ultimi sono indicatori di putrefazione e quindi di alta tossicità alimentare per gli uomini, figuriamoci per i bambini! Le larve degli insetti dei cereali sono invece “commensali” delle madie e dei magazzini e le nostre nonne le eliminavano setacciando la farina prima di usarla ma questa si poteva consumare senza conseguenze. Invece i cibi con presenza di vermi venivano gettati.

        1. Scritto da Luca

          Sono CAMOLE DA FARINA sorte in pasta biologica che scadeva nel 2018. Nessuna tossicità quindi.

  3. Scritto da Giosuè

    Chissà che lavoro immane per il consulente per l’immagine del Comune…