BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Se non è stato il vicesindaco Gandi, chi ha autorizzato il blitz alle moto in stazione?”

I consiglieri comunali della Lega Nord Alberto Ribolla e Luisa Pecce chiedono all'amministrazione di chiarire la natura della raffica di multe che si è abbattuta sui motorini giovedì scorso in stazione.

Più informazioni su

I consiglieri comunali della Lega Nord Alberto Ribolla e Luisa Pecce chiedono all’amministrazione di chiarire la natura della raffica di multe che si è abbattuta sui motorini giovedì scorso in stazione. Un caso che ha scatenato una bufera sul web. “Il rispetto della legge va perseguito sempre e comunque; ma in taluni casi è necessario anche per il buon senso e la ragionevolezza – si legge nel documento depositato dal Carroccio -; da anni esistono certe situazioni, cogenti anche alla conformazione urbanistica della nostra città, e se l’attuale amministrazione vuole fare un “cambio di passo” anche in questa direzione, è necessario attuarlo con la prevenzione, attraverso degli avvisi, e solo successivamente con la repressione; altrimenti si tratta di veri e proprio agguati/blitz/raid solo per fare cassa sulla pelle dei cittadini; Chiediamo all’amministrazione se non intenda procedere attraverso una seria politica educativa di prevenzione, prima di passare alla repressione attraverso le sanzioni amministrative; se il Comando di Polizia Locale risponda ancora alle direttive dell’Amministrazione Comunale, visto i non brillanti rapporti degli ultimi mesi; se effettivamente l’Assessore Gandi, come dichiarato alla stampa, non era al corrente, chi allora ha autorizzato il blitz”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da usiamo il cervello

    Si è scatenata la claque radical chic. Gente che probabilmente non va a Milano col treno e in stazione col motorino. Infatti i divieti di sosta per i SUV davanti alla Montessori, o davanti ai Ristoranti in San Vigilio, o per le ZTL di via Tasso, via Zambonate, via Orio etc. Ma questa ovviamente non è illegalità “sempre e comunque”.

    1. Scritto da radical choc

      Ahhh, grazie, cervello! Hai sanato la mia pericolosa crisi di astinenza dalla parolina magica…

    2. Scritto da Pablo

      per fortuna che sei arrivato tu con il tuo commento lucido, preciso e puntuale, a pareggiare i conti… grazie che metti il tuo cervello a disposizione di noi poveracci che non lo sappiamo usare.

  2. Scritto da Sara

    Adesso per fare le multe serve il permesso dell’assessore e bisogna rendere conto all’opposizione? Non avete mai sentito parlare della legge bassanini??????

  3. Scritto da il polemico

    se è vero che le moto erano parcheggiate da mesi in divieto e che pure dal giorno dopo erano di nuovo in divieto,significa che le forze dell’ordine non fanno bene il loro lavoro.o si multano sempre,o si danno autorizzazioni giornaliere.che senso ha multare un giorno dove forse il capo-vigili o chi doveva decidere,si è alzato con la luna di traverso?

  4. Scritto da giggi

    “Il rispetto della legge va perseguito sempre e comunque”… punto e consiglieri leghisti a casa con le loro parole. regole regole regole, certezza della pena!

  5. Scritto da Riccardo

    Vorrei fare un’interpellanza all’amministrazione per sapere dove i solerti assessori leghisti trovano queste idee… ma non hanno qualcosa di più importante da fare?

  6. Scritto da roberta

    Qualcuno glielo spiega a questi della Lega che il contrasto delle illegalità non deve essere “autorizzato dalla politica” ma deve essere effettuato sempre e comunque? Sia che si tratti di veicoli in divieto di sosta o di lauree false.

    1. Scritto da il polemico

      verande abusive no o si?

  7. Scritto da coniatore

    I loro simili con i suv fuori dalla Montessori non li vedono certo, vuoi mettere essere a cena con i tuoi amici coi suv e doverti giustificare perchè li hai multati!

  8. Scritto da ridicolo

    per quanto tempo pensano di proseguire con questa ridicola polemica? persino i multati, almeno in parte, hanno dovuto ammettere di essere nel torto… ma evidentemente i consiglieri di minoranza si divertono così.

  9. Scritto da Narno Pinotti

    «Rispetto della legge sempre e comunque; ma». Direi che possiamo fermarci al «ma», anzi subito prima.

    1. Scritto da La verità fa male

      Concordo con il “rispetto della legge sempre e comunque”. Fermiamoci prima del “ma”, verande abusive comprese!

  10. Scritto da nico

    Rispondo io per l’assessore Gandi chiedendo ai simpatici Ribolla e Pecce (ormai dimenticati da tutti) se all’epoca i vigili quando ricevevano una segnalazione da parte di un cittadino che chiedeva il loro intervento prontamente avvisavano e informavano il sempreverde ass. Invernizzi chiedendo l’autorizzazione per intervenire… alà cinema tela fò! Forse è per quello che non c’erano mai interventi tempestivi… è finita l’epoca del toca negòt

    1. Scritto da gigi

      E’ finita l’epoca del toca negòt??? Ma Lei non ha mai provato a girare per la città? Ha mai provato a passare per la ZTL di via per Orio, dove OGNI GIORNO passano almeno 3000 auto in divieto (dati del Comune) nella più totale indifferenza di Vigili e Assessori? Già ma questi vanno all’aeroporto e all’oriocenter, mica a Milano a studiare o a lavorare…

      1. Scritto da nico

        …perfettamente d’accordo con lei: pur non essendo un intervento prioritario le multe a i motorini “invadenti” e disposti in modo caotico ci possono stare, anche io preferirei vedere la stessa solerzia con i gli automobilisti prepotenti e maleducati (v. ZTL orio – e non solo , montessori, bar, ristoranti,ecc…) L’idea di rifare in un modo poco funzionale il piazzale della stazione di chi è stata? se la lega ha qualcosa da lamentarsi potrebbe guardare alla sua dx nel banco delle opposizioni.

  11. Scritto da Maurizio

    Per fare rispettare le regole e sanzionare i trasgressori bisogna prima interpellare ( secondo la Lega Lombarda) gli amministratori comunali?!.. Ecco perché in Bergamo come viabilità facciamo pena.

  12. Scritto da gigi

    Ribolla e Pecce, ma che dite ? Il comandante della polizia locale ha l’ autorita’ di disporre le sanzioni senza disturbare Gandi. Detto questo siete favorevoli all’ impunita’, magari solo per le moto dei padani doc ? Si ricorda ai leghisti smemorati che di fronte alla stazione autobus ci sono, da tempo, molti parcheggi moto, gratis, bisogna solo fare 50 metri a piedi anziche 2.

  13. Scritto da pecce e ribolla???

    Ma non li vedete i cartelli di divieto di sosta sul piazzale della stazione? Ma sono solo io che trovo tutta questa polemica assurda? Certo, è necessario trovare altri posti per le moto. Ma che qualcuno debba autorizzare le multe laddove c’è un divieto di sosta è un’idea da idioti.