BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Presto online il patrimonio epistolare di Torquato Tasso

Martedì 13 Ottobre alle 16, Biblioteca Angelo Mai, verrà presentato il progetto, che ha appena ottenuto il finanziamento della regione Lombardia:“Lettere di Torquato Tasso e di interesse tassiano della Biblioteca 'Angelo Mai' di Bergamo: studio, riproduzione digitale, pubblicazione online nel sito Archilet­ Reti epistolari".

Studiare, catalogare, digitalizzare e pubblicare online il patrimonio epistolare di Torquato Tasso conservato alla Biblioteca “Angelo Mai” di Bergamo. E’ questo l’obiettivo del progetto, che ha ottenuto il finanziamento della Regione Lombardia: “Lettere di Torquato Tasso e di interesse tassiano della Biblioteca ‘Angelo Mai’ di Bergamo: studio, riproduzione digitale, pubblicazione online nel sito Archilet­ Reti epistolari (www.archilet.it)”.

L’iniziativa verrà presentata martedì 13 ottobre alle 16, Biblioteca “Angelo Mai”, dalla professoressa Clizia Carminati del dipartimento di Lettere e Filosofia dell’università di Bergamo, in partenariato con la Biblioteca Mai e con il CST, entro il “Bando regionale per progetti di ricerca applicata per la valorizzazione del patrimonio culturale lombardo”.

Il progetto, partito l’1 Agosto 2015 e che si concluderà entro il 31 Dicembre, si avvale anche della collaborazione del professor Emilio Russo della Sapienza Università di Roma e di tre giovani laureate titolari di borse di studio: le dottoresse Michela Fantacci, Marianna Liguori ed Elisabetta Olivadese.

L’attività potrà giovarsi della piattaforma già esistente sul sito www.archilet.it, che raccoglie i risultati di una ricerca internazionale avviata nel 2011 (“Archilet­Reti epistolari. Archivio delle corrispondenze letterarie di età moderna”) e presentata in un convegno internazionale proprio all’Università di Bergamo lo scorso dicembre.

La novità di Archilet consiste nella pubblicazione di semplici schede che espongono i risultati di uno studio di prima mano dei documenti, rendendoli comprensibili e comunicativi: nel caso di documenti antichi risulta poco produttivo pubblicare le sole riproduzioni digitali, destinate a rimanere inerti e difficili da intendere per un pubblico non specializzato in assenza di una analisi e di una descrizione chiara degli elementi culturalmente significativi.

Sulla piattaforma verranno, quindi, pubblicati sia i manoscritti e le lettere del Tasso, sia le schede esito dello studio, inserite nel più ampio database interrogabile full­text di corrispondenze letterarie italiane ed europee dei secoli XVI e XVII.

Il progetto si articolerà in tre fasi principali. La prima è la digitalizzazione dei documenti. Poi si passerà allo studio e alla schedatura dei testi secondo il protocollo previsto dal progetto Archilet, che consentirà un importante avanzamento delle conoscenze sull’intero corpus delle lettere del Tasso.

Infine, i risultati verranno pubblicati online sul nuovo sito appositamente potenziato. In tempi brevi, il progetto consentirà di associare alla politica di digitalizzazione e valorizzazione dei materiali di pregio della Biblioteca Mai una campagna di studio filologico e letterario condotta direttamente sulle carte tassiane.

Oltre all’appuntamento di Martedì 13 Ottobre, l’11 Dicembre 2015, in aula 1 Sant’Agostino e Biblioteca Angelo Mai, si svolgerà una giornata di studi sulle lettere tassiane.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.